fbpx

Il miglior aspirapolvere Dyson

Ultimo aggiornamento: 24.06.19

 

Tabella comparativa

 

Lo mejor de los mejores

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

Il meglio del meglio!

Pregio

È un vero e proprio concentrato di tecnologia finalizzata a garantire le migliori prestazioni e i più bassi consumi energetici. Le modalità d’uso Eco e Boost si sommano infatti alla impostazione Auto che, abbinata alla nuova spazzola High Torque, regola automaticamente la potenza aspirante della scopa in base al tipo di superficie da pulire (pavimenti duri, tappeti, moquette e via dicendo). Il cassetto raccogli polvere si svuota con facilità, senza obbligare l’utente a toccare con le mani lo sporco. Il display integrato indice a un uso consapevole della scopa favorendone la preservazione nel tempo.

Difetto

Non è un peso piuma visti i 3,05 kg che caratterizzano la scopa quando è vuota. La spazzola High Torque non è provvista di ruote. Si ha l’impressione, soprattutto durante i primi utilizzi, di dover spingere la scopa in avanti e indietro imprimendo con il braccio una spinta superiore a quella media. In modalità Boost e con la spazzola intelligente High Torque, l’autonomia massima si riduce a soli 8 minuti. Non inganni tuttavia questo valore perché a potenza media si riesce a pulire per oltre 40 minuti (un’ora esatta nella modalità Eco). Il prezzo, come per tutti i prodotti Dyson, è tutt’altro che popolare.

Conclusione

Se puntate ad avere il meglio in termini di aspirazione senza filo e senza sacco, compratela senza indugio. Vi farete spedire a casa il miglior aspirapolvere Dyson che possiate al momento acquistare. Ne apprezzerete l’efficacia, la capacità di scegliere automaticamente la potenza aspirante in funzione delle superfici da pulire (pavimenti duri e tappeti) e la ricca dotazione di accessori che fa della Dyson V11 Absolute un elettrodomestico molto versatile.

La seconda opzione

Pregio

Riassume in sé tutto ciò che Dyson ha sviluppato in questi ultimi anni. Anche alla minima potenza di aspirazione (l’autonomia raggiunge i 60 minuti), la V10 Animal si comporta bene con la polvere e con lo sporco ordinario. È abbastanza leggera e comoda da usare, rivelandosi la scopa elettrica senza fili perfetta per chi vive con animali domestici o ha molti tappeti in casa o, ancora, per chi ha il pavimento rivestito di moquette. Delle versioni V10, la Animal è quella con il più capiente cassetto raccogli polvere.

Difetto

Purtroppo l’autonomia a velocità massima si riduce notevolmente passando dai 60 minuti garantiti alla minima potenza ad appena 5 minuti (con la massima). Considerate quindi di ricorrere alla più alta potenza solo in caso di stretta necessità. Mancano, come su tutte le Dyson, dei Led sulla parte anteriore delle spazzole che facciano luce durante le operazioni di pulizia in stanze semibuie o negli angoli della casa più in ombra.

Conclusione

È un top di gamma e come tale giustifica (in parte) il prezzo abbastanza alto a cui è venduta. Compratela se avete animali e se volete risparmiare qualcosa rispetto alla più recente Dyson V11. Da questa, tutto sommato, non si discosta molto né in termini di aspetto, né di prestazioni. Rimarrete comunque soddisfatti delle sue performance, non solo sui pavimenti duri, ma anche (e soprattutto) sui tappeti e sulla moquette.

 

 

Come scegliere il miglior aspirapolvere Dyson del 2019

 

Il nome Dyson è sinonimo di aspirapolvere ciclonici e senza sacco. In effetti, il brand inglese, benché abbia a catalogo anche prodotti di altro genere come asciugamani ad aria, ventilatori che purificano l’aria, lampade e asciugacapelli, si è guadagnata la fiducia dei consumatori con i suoi aspirapolvere ciclonici.

 

 

A dirla tutta, la tecnologia ciclonica firmata Dyson si spinge un po’ oltre, presentandosi come multi-ciclonica. Ciò significa che l’aria sporca in ingresso, oltrepassato il tubo (se montato), non segue un solo percorso ciclonico, ma più sotto-percorsi a spirale. La forza centrifuga risultante che agisce sulle particelle solide risulta in questo modo maggiore a vantaggio di una più efficace separazione della polvere grossolana, media e sottile e di tutto quanto venga aspirato insieme all’aria. I 14 cicloni che Dyson usa con le sue attuali scope elettriche ricaricabili sono ben evidenti se le si osserva nel punto di attacco fra il motore e il cassetto raccogli polvere. Per dovere di cronaca, sottolineiamo tuttavia come Dyson non sia l’unica azienda a produrre aspirapolvere monociclonici, ma è quella che, in virtù di una massiccia campagna di marketing, riesce meglio a comunicarla. 

Declinati in varie forme, fino a ieri li troviamo come scope elettriche, aspirapolvere portatili e aspirapolvere a traino. Mentre le scope elettriche e i portatili sono cordless, cioè senza filo (a batteria ricaricabile), gli aspirapolvere a traino dovevano la loro alta potenza di aspirazione alla corrente elettrica, essendo muniti di cavo da collegare alla presa elettrica a muro.

Usiamo il tempo passato perché da qualche mese Dyson ha deciso di smettere di produrre aspirapolvere con filo per dedicarsi alla sviluppo e alla progettazione degli aspirapolvere ciclonici senza filo e senza sacco. una scelta che evidentemente fonda sulla consapevolezza di saper produrre batterie ricaricabili sempre più performanti e in grado di garantire potenze aspiranti tali da non far rimpiangere quelle classiche cablate.

Ad accomunare le scope elettriche senza filo Dyson resta comunque la tecnologia ciclonica, quindi l’assenza del sacchetto e la capacità di depositare polvere e sporcizia in un contenitore da svuotare e riutilizzare infinite volte. L’efficienza della tecnologia ciclonica inoltre – si ricordi a tal proposito che Dyson è stata la prima azienda ad applicarla ai comuni elettrodomestici – fa sì che i filtri restino puliti a lungo, richiedendo interventi di pulizia e sostituzione poco frequenti. Filtri che peraltro garantiscono di trattenere oltre il 99% delle particelle più sottili, favorendo aria fresca e pulita in casa anche durante le operazioni di pulizia del pavimento, dei tappeti, della moquette, dei divani e degli imbottiti in generale.  

Fatta questa premessa, vi invitiamo a chiedervi quali siano le vostre reali esigenze di pulizia. Se per voi è importare la libertà di movimento, quindi la possibilità di pulire spostandovi da un punto all’altro della casa senza avere il filo tra i piedi, una scopa elettrica ricaricabile Dyson è senza dubbio il prodotto che fa per voi. Vi presentiamo di seguito tre modelli molto recenti che sfruttano i due motori digitali nati in casa Dyson nell’ultimo anno: il V10 e il V11. Entrambi sapranno regalarvi enormi soddisfazioni.

 

Quali sono i migliori aspirapolvere Dyson?

 

Prodotti raccomandati

 

Dyson V11 Absolute

 

Difficile imbattersi in una scopa elettrica senza filo e senza sacco tecnologicamente avanzata quanto la Dyson V11 Absolute. A prescindere dalle ottime prestazioni in fase di pulizia – tanto sforzo da parte degli ingegneri Dyson non poteva certo tradursi in un prodotto scadente -, c’è da riconoscere che pochi competitor possono al momento vantare:
• un display integrato che informa sullo stato di funzionamento della scopa, sull’autonomia residua in tempo reale, espressa in minuti, su eventuali inceppamenti e sulla necessità di fare manutenzione

• una spazzola intelligente (la cosiddetta High Torque) che abbina setole a filamenti in fibra di carbonio e che riconosce il tipo di pavimento su cui viene utilizzata, adattando in automatico la potenza del motore

• uno dei motori digitali, il V11 appunto, più performanti fra quelli oggi disponibili sul mercato.

La Dyson V11 esibisce l’eleganza tipica degli elettrodomestici Dyson ed è composta dal corpo motore, che ingloba il display, la batteria agli ioni di litio (l’autonomia dichiarata è di 60 minuti) e il contenitore raccogli polvere, di forma allungata come accade nei modelli Cyclone V10, e dal corpo spazzola, di importanza tutt’altro che secondaria, messi in comunicazione da un tubo di prolunga in alluminio rivestito internamente in plastica.

L’azienda inglese ripone infatti la massima attenzione nella progettazione delle sue spazzole perché, se è vero che la gran parte del lavoro spetta al motore di aspirazione, è altrettanto vero che il supporto meccanico delle spazzole rotanti è di fondamentale importanza per ogni scopa a batteria che si rispetti. Nella dotazione della Dyson V11 troverete, insieme alla spazzola classica bicolore e a una nutrita schiera di accessori (8 in tutto), la spazzola High Torque che, come appena spiegato, rende la scopa intelligente.

In pratica, al suo interno si trova una parte elettronica e alcuni sensori in grado di rilevare e misurare la resistenza alla rotazione che la spazzola incontra durante il suo funzionamento. Laddove la resistenza è maggiore, per esempio sui tappeti, il motore eroga più potenza in modo da mantenere immutata o da aumentare la capacità pulente. Laddove la resistenza è minore, per esempio sui pavimenti duri e lisci, il motore rallenta.

Lo scopo di una simile tecnologia è duplice: da un lato la Dyson V11 vuole garantire il massimo delle prestazioni in tutte le situazioni d’uso; dall’altro ottimizza il consumo di batteria la cui autonomia, come si sa, rappresenta il tallone di Achille di questo genere di elettrodomestici. In più, la High Torque affida alle setole disposte a spirale il compito di rimuovere la polvere, i capelli e i peli di animali, ai filamenti in fibra di carbonio carichi di forza elettrostatica quello di catturare le polvere più sottili. Il rullo della spazzola High Torque compie 60 giri al secondo (ben 3.600 giri al minuto).    

Apprezzerete la scopa elettrica ricaricabile Dyson V11 anche sugli imbottiti grazie alla mini turbo spazzola: trattasi di una piccola spazzola motorizzata da applicare all’estremità del tubo o direttamente al corpo motore per aspirare e rimuovere in contemporanea la polvere da divani e cuscini: un altro esempio di accessorio in cui il potere aspirante espresso dal motore è supportato dall’azione meccanica di una spazzola che ruota ad alta velocità.  

Conviene infine sottolineare che la Dyson V11 è una scopa multi-ciclonica – i cicloni in tutto sono 14 – in grado di sottoporre l’aria sporca in ingresso a una accelerazione pari a 79.000 G, quanto basta per separare anche il più piccolo granello di polvere fine fino a farlo depositare nel cassetto. La particolare struttura di quest’ultima fa sì che la scopa presenti una configurazione in linea in cui motore, contenitore e cicloni risultano allineati a garanzia della massima efficienza di funzionamento.

» Scheda Tecnica

Tecnologia: multi-ciclonica (14 cicloni concentrici in grado di generare una accelerazione di 79.000 G). Il motore della Dyson V11 Absolute raggiunge i 125.000 giri al minuto (oltre 2.000 giri al secondo)

Modalità di aspirazione: tre (Eco, Auto e Boost). In modalità Auto la scopa adatta la potenza aspirante in base al tipo di pavimento sul quale si trova a operare.

Sistema di filtrazione: esteso all’intero apparecchio per trattenere il 99,97% delle particelle con diametro pari o superiore a 0,3 micron (un micron è pari a un millesimo di millimetro)

Peso: 3,05 kg

Capacità del contenitore raccogli polvere: 0,76 litri

Autonomia: 60 minuti (alla minima potenza e con inserita una spazzola non motorizzata). Diverse prove hanno però evidenziato come con la spazzola Fluffy l’autonomia raggiunga addirittura gli 80 minuti. Alla massima potenza (modalità Boost) l’autonomia si riduce a 8 minuti con la spazzola High Torque montata.

Accessori: spazzola multifunzione, bocchetta a lancia per le fughe, mini turbo spazzola per gli imbottiti, mini spazzola delicata, stazione di ricarica a parete, spazzola a rullo morbido (Fluffy), spazzola per lo sporco difficile, spazzola motorizzata Direct Drive.

Dimensioni: 280 x 900 x 160 mm

» Scheda Tecnica

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Dyson V10 Animal

 

La scopa elettrica multi-ciclonica Dyson V10 ha preceduto di circa un anno il lancio della D11 e per molti aspetti assomiglia molto alla nuova arrivata. La D11 è leggermente più piccola – solo di qualche centimetro in altezza – ed è un po’ meno rumorosa. In realtà, dal punto di vista acustico la differenza fra i due modelli non è poi così accentuata. Va poi fatto un distinguo perché il rumore delle scope elettriche ricaricabili cambia parecchio a seconda delle velocità utilizzata. Da questo punto di vista le Dyson non fanno eccezione.

Il rumore prodotto dalla V11 è però meno acuto di quello della V10, risultando meno fastidioso. Altre differenze riguardano la capacità della V11 di adeguare la sua potenza in funzione del pavimento da pulire (superficie dura o tappeto) e la presenza della spazzola High Torque che abbiamo descritto nel dettaglio nella sua recensione. Guardiamo adesso la V10 più da vicino: il motore, sempre digitale, è il Dyson V10, capace di sviluppare una potenza adeguata a non far rimpiangere i sempre validi aspirapolvere a filo. Si basa sulla tecnologia multi-ciclonica con 14 cicloni concentrici il cui asse segue la stessa direzione di sviluppo della scopa, in favore di una maggiore efficienza in fase di aspirazione.

Alimentata da una batteria a 6 celle, la Dyson V10 raggiunge, alla minima potenza, la durata massima di 60 minuti, un tempo sufficiente ad aspirare senza troppa fretta anche un appartamento di medie dimensioni (90 – 100 metri quadri). Se la domande che vi state ponendo è: “basta la minima potenza per aspirare lo sporco ordinario?”, vi rispondiamo in modo affermativo se lo sporco che caratterizza la vostra casa è per lo più composto da polvere e lanugine. Se, al contrario, avete animali in casa, come gatti che spesso e volentieri trasportano al di fuori della lettiera un po’ di ghiaietta, dovrete necessariamente utilizzare la potenza intermedia o quella massima, con conseguente calo dell’autonomia. Merita un approfondimento proprio la questione animali visto che la scopa elettrica ciclonica Dyson V10 descritta in questa recensione è in versione “Animal”.

Quando si vive con cani e gatti, le operazioni di pulizia domestica si fanno un po’ più impegnative per il pelo che i nostri amici a quattro zampe costantemente perdono, sul pavimento, sui tappeti e sui divani. Molti di questi sono composti da tessuti le cui trame intrappolano i peli non rilasciandoli neanche al passaggio di un aspirapolvere con filo ultra-potente (da 1.600 watt e oltre). L’unico rimedia consiste in spazzole rotanti che rimuovano i peli in modo meccanico. Con la Dyson V10 Animal l’azienda inglese mette a disposizione degli accessori studiati ad hoc. Il primo è dato dalla spazzola Direct Drive dotata di motore indipendente.

Aggiunge del rumore a quello del motore, ma grazie alle setole di colore rosso e nero che la attraversano seguendo un percorso a spirale si insinua dolcemente tra le trame dei tessuti e della moquette asportando i peli di animali e i capelli umani in essi incastrati. Basata sullo stesso principio è la mini turbo spazzola che propone lo stesso principio di funzionamento ma su dimensioni ridotte. Il suo utilizzo infatti, se collegata direttamente alla unità motore, quindi senza il tubo di prolunga che faccia da raccordo, permette la pulizia approfondita di divani e cuscini, principali recettori di peli soprattutto per chi condivide i propri spazi con i felini.     

» Scheda Tecnica

Tecnologia: multi-ciclonica (14 cicloni concentrici in grado di generare una accelerazione di 79.000 G)

Modalità di aspirazione: tre (minima, media e massima)

Sistema di filtrazione: esteso all’intero apparecchio per trattenere il 99,97% delle particelle con diametro pari o superiore a 0,3 micron (un micron è pari a un millesimo di millimetro)

Peso: 2,67 kg

Capacità del contenitore raccogli polvere: 0,76 litri

Autonomia: 60 minuti (alla minima potenza e con inserita una spazzola non motorizzata). Diverse prove hanno però evidenziato come con la spazzola Fluffy l’autonomia raggiunga i 55 minuti (non male). Alla massima potenza (modalità Boost) l’autonomia si riduce a 7 minuti con la spazzola Direct Drive montata.

Accessori: spazzola motorizzata direct drive, mini turbo spazzola per gli imbottiti, bocchetta a lancia per le fughe, spazzola multifunzione, spazzola delicata

Dimensioni: 250 x 1249 x 259 mm

» Scheda Tecnica

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Dyson V10 Motorhead

 

È difficile trovare sul mercato una scopa elettrica ricaricabile e senza sacchetto, di altre marche, che offra le stesse garanzie del Dyson V10, aspirapolvere basato sul motore digitale V10 al quale sono affidati ben 14 cicloni. La forza di accelerazione impressa all’aria sporca in ingresso attraverso il tubo o la spazzola permette infatti una veloce e netta separazione dello sporco che andrà a depositarsi nel contenitore trasparente da 0,54 litri (il più piccolo in questa comparazione che vede invece la capacità della Dyson V10 Animal e della Dyson V11 Absolute salire a 0,76 litri). La leggerezza complessiva del prodotto è dovuta a questo speciale motore la cui parte centrale è realizzata in ceramica e non in metallo come avviene con gli altri aspirapolvere.

La V10 Motorhead è però la scopa più leggera fra quelle trattate in questa comparazione (solo 2,5 kg), caratteristica che la rende particolarmente idonea agli utenti di corporatura minuta e a chi vent’anni non ha più. Il potere aspirante nel complesso è ottimo ma ricordate che per godere dell’autonomia energetica prevista di 60 minuti, occorre usare la scopa alla sua più bassa potenza e senza la spazzola motorizzata direct drive che a sua volta necessita di energia per ruotare.

Contenuta la rumorosità, vero e proprio tallone di Achille per gli altri aspirapolvere a batteria, Dyson ha pensato di dotare anche questo modello della classica stazione a muro per la ricarica. Ciò vi consente di disporre sempre della massima carica e, al tempo stesso, di mantenere ordinato l’ambiente domestico. Staccando il tubo e montando la spazzola multifunzione o la lancia per le fughe, il Dyson V10 si trasforma in un comodo portatile con cui pulire i divani, le poltrone e gli interni auto.

Come per tutti i modelli di aspirapolvere a baricentro alto Dyson, manca un tubo corrugato che renderebbe la scopa molto più comoda quando usata come portatile.

» Scheda Tecnica

Tecnologia: multi-ciclonica (14 cicloni concentrici in grado di generare una accelerazione di 79.000 G)

Modalità di aspirazione: tre (minima, media e massima)

Sistema di filtrazione: esteso all’intero apparecchio per trattenere il 99,97% delle particelle con diametro pari o superiore a 0,3 micron (un micron è pari a un millesimo di millimetro)

Peso: 2,5 kg

Capacità del contenitore raccogli polvere: 0,54 litri

Autonomia: 60 minuti (alla minima potenza e con inserita una spazzola non motorizzata). Diverse prove hanno però evidenziato come con la spazzola Fluffy l’autonomia raggiunga i 55 minuti (non male). Alla massima potenza (modalità Boost) l’autonomia si riduce a 7 minuti con la spazzola Direct Drive montata.

Accessori: spazzola a propulsione diretta (direct drive), spazzola multifunzione, bocchetta a lancia per le fughe, stazione da muro per la ricarica.

Dimensioni: 280 x 800 x 160 mm

» Scheda Tecnica

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

Dyson Cinetic Big Ball Multifloor 2

 

La spazzola pneumatica è la caratteristica fondamentale dell’aspirapolvere a carrello Dyson Cinetic Big Ball Multifloor 2 poiché, adattandosi al tipo di pavimento da pulire, non costringe a continui cambi. La sua speciale conformazione le permette infatti di passare dalle piastrelle alla moquette o al tappeto, senza perdere in efficienza e senza procurare alcun danno alle superfici. La struttura anteriore è inoltre studiata per far confluire polvere e detriti verso la sua parte centrale, dove la potenza di aspirazione è massima.

Questa è garantita da un motore da 700 watt abbastanza silenzioso, supportato da un sistema multi-ciclonico (tecnologia Dyson Cinetic) di nuova concezione che separa al 100% lo sporco dall’aria in ingresso. L’aspirapolvere Dyson è infatti uno dei pochi modelli in commercio a non utilizzare filtri da pulire e sostituire periodicamente. Chi lo acquista infatti dovrà preoccuparsi soltanto di svuotare il contenitore trasparente in cui si accumula lo sporco, a tutto vantaggio della praticità e del risparmio.

Il corpo motore, di forma arrotondata e perfettamente bilanciato, mantiene automaticamente la posizione durante gli spostamenti.

 

 

Dyson V6 Mattress

 

Può essere considerato il complemento perfetto dell’aspirapolvere a traino o della scopa elettrica ricaricabile senza sacco. Il Dyson V6 Mattress nasce infatti dagli studi condotti dai ricercatori Dyson nei laboratori di microbiologia dell’azienda inglese. Il suo scopo è quello di rimuovere dai materassi (ma può essere usato anche su divani, cuscini e altri imbottiti) gli acari, le sostanze di cui questi si nutrono, in modo prevalente la pelle morta che perdiamo durante le ore di riposo, nonché i loro escrementi. Rimuovendo questi fastidiosi esseri microscopici, si elimina la causa numero uno delle allergie presenti fra le mura domestiche.

Nonostante altri studi suggeriscano di eliminare gli acari attraverso la luce ultravioletta (UV), pare che il metodo più efficace sia quello meccanico dell’aspirazione. Con questa convinzione, gli ingegneri Dyson hanno progettato il portatile ciclonico e a batteria ricaricabile V6 Mattress. Trattasi di un apparecchio multi-ciclonico che al pari dei suoi analoghi per pavimenti e grandi superficie, sfrutta la forza centrifuga per separare acari e sporco dall’aria aspirata. Quella emessa nuovamente nell’ambiente sarà invece pulita da un filtro post-motore le cui trame sono di appena 0,3 micron (1 µm è pari a un millesimo di millimetro).

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

Come scegliere i migliori aspirapolvere Dyson del 2019?

 

Per pulire davvero a fondo il pavimento di casa, non basta lavarlo. Prima è indispensabile togliere tutta la polvere o quantomeno il massimo possibile. C’è chi si affida alla classica scopa ma con risultati, per ovvie ragioni, limitati e chi invece fa ricorso a elettrodomestici come il miglior aspirapolvere Dyson del 2019. La guida che abbiamo realizzato raccogliendo informazioni e pareri di clienti, vuole essere un supporto al lettore che sta valutando l’acquisto di un elettrodomestico del genere.

Per realizzare la nostra guida abbiamo deciso di puntare su Dyson: una breve introduzione sul marchio illuminerà sul perché di tale decisione, visto che si tratta di una compagnia leader nel settore degli elettrodomestici, che realizza condizionatori, ventilatori, asciugacapelli e aspirapolveri.

Proprio all’aspirapolvere Dyson deve la sua fama e successo, o per meglio dire, lo deve alla tecnologia ciclonica che ha rappresentato una vera rivoluzione per gli aspirapolveri e che ha fatto compiere all’azienda inglese un grande balzo nella considerazione degli utenti.

Chiarito cos’ha di speciale Dyson, aggiungendo però che i suoi modelli sono mediamente piuttosto costosi e dunque difficili da comprare a basso costo, concentiamoci su cosa deve avere di molto speciale un aspirapolvere per essere meritevole di acquisto.

La prima scelta da effettuare è quella tra un aspirapolvere con o senza fili. Quest’ultimo, essendo alimentato da una batteria, difficilmente potrà competere in fatto di potenza con un modello che si collega alla rete elettrica di casa ma offre il vantaggio di non avere fastidiosi cavi tra i piedi.

Un aspetto importante da considerare è che l’elettrodomestico riesca a raggiungere zone difficili, dunque negli angoli, sotto il letto o tra i mobili. Affinché ciò sia possibile, deve essere inclinabile, avere una buona rotazione e una testa della giusta forma per adattarsi agli angoli.

Con sacchetto raccogli-polvere oppure no. Noi riteniamo il sacchetto una componente ormai superata e preferiamo che la polvere finisca in un serbatoio amovibile e lavabile.

Per comunicare un’informazione più completa, informiamo il lettore che esistono aspirapolveri che lavano anche il pavimento, sfruttando la forza igienizzante del vapore. In questo modo la pulizia è più rapida.

 

Prodotti raccomandati

 

Dyson 100014-01Cinetic Big ball AnimalPro

 

Diciamo che il nome di questo modello ci indirizza già verso la sua principale destinazione d’uso, visto che si tratta di un aspirapolvere che è stato pensato innanzitutto per chi ha animali in casa. Si sa, cani e gatti perdono molti peli ogni giorno e pulire sembra un’operazione quasi impossibile.

È qui che entra in gioco l’apposita turbospazzola del modello di Dyson, pensata per trasformare ciò che è impossibile in possibile.

Nell’efficacia della pulizia ha il suo grandissimo peso la tecnologia Cinetic, grazie alla quale vengono catturate anche le particelle di polvere più piccole, senza dimenticare i 1.300 W di potenza.

Da sottolineare l’assenza di filtri che, quando sporchi, fanno perdere la potenza di aspirazione. A chi non è capitato di far ribaltare l’aspirapolvere? Con AnimalPro non accadrà più perché è stato progettato in modo tale da recuperare la posizione in caso di necessità.

Acquista su Amazon.it (€1345)

 

 

 

Dyson V8 Absolute

 

La V8 è una scopa elettrica che può fregiarsi di una considerevole potenza di aspirazione, cosa ancora più strabiliante se si pensa che è alimentata a batteria: l’autonomia è di 40 minuti. Tale tempo è relativo all’utilizzo della V8 alla minima potenza.

Dobbiamo informare il lettore che per avere dei risultati apprezzabili, bisognerà attivare la funzione turbo; in questo modo basterà una sola passata per risucchiare tutta la polvere ma l’autonomia della batteria sarà dimezzata.

Nota di merito è la capacità della scopa elettrica di trasformarsi in un portatile, utile per pulizie veloci e in punti particolari della casa.

Buona anche la dotazione degli accessori con ben tre spazzole diverse comprese nella confezione e quando si termina il lavoro, la scopa trova posto nella stazione di ricarica affissa alla parete.

Acquista su Amazon.it (€489,75)

 

 

 

Dyson DC43H

 

Trattasi di un aspirapolvere portatile la cui anima è rappresentata dal motore V2 che raggiunge la bellezza do 104.000 giri al minuto. La forza d’aspirazione ha davvero pochi rivali sul mercato.

È alimentato a batteria e la vera nota dolente risiede proprio nell’autonomia di quest’ultima: se si opera a bassa potenza, la forza di aspirazione non è efficace nel risucchiare tutta la polvere; impostare sulla modalità turbo è quasi irrinunciabile ma, in questo modo, i già pochi venti minuti di funzionamento garantito, scendono drasticamente intorno ai sei minuti, a fronte di un tempo di ricarica che si assesta tra le cinque e le sei ore. Vanta però un design futuristico, un sistema di svuotamento del contenitore completamente igienico e l’efficace tecnologia Root Cyclone per pulire in modo impeccabile.

Acquista su Amazon.it (€659)

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

 

Ne abbiamo ancora! Dai un’occhiata a questi articoli:

 

Aspirapolvere Miele

 

Aspirapolvere Rowenta

 

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (68 voti, media: 4.72 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status