×
  • La migliore lavatrice
  • Le 5 Migliori Asciugatrici del 2020
  • La migliore lavasciuga
  • Lavatappeti
  • Lavatrice asciugatrice Bosch
  • Come ridurre il consumo energetico dell’asciugatrice

    Ultimo aggiornamento: 25.09.20

    Asciugare il bucato con l’aiuto di un’asciugatrice elettrica è sicuramente una grande comodità, ma comporta anche grandi consumi. È possibile risparmiare un po’?

     

    A chi conduce una vita frenetica e non ha tempo di stendere il proprio bucato, a chi vive in una zona umida e poco soleggiata, a chi non ha balcone, terrazzo, giardino o spazio utile per collocare uno stendibiancheria, un’asciugatrice può fare molto comodo.

    Nonostante non si tratti di un dispositivo indispensabile, questo elettrodomestico è sempre più presente nelle abitazioni degli italiani. Tuttavia è bene sapere che asciugare il bucato con queste macchine, porta inevitabilmente a un aumento significativo dei consumi di energia elettrica. 

    A questo punto, coloro che posseggono un’asciugatrice si staranno chiedendo: “È possibile alleggerire la bolletta della luce pur utilizzando un apparecchio del genere?”. La risposta è sì, a patto che si prenda coscienza del fatto che trattandosi di elettrodomestici altamente energivori, devono essere utilizzati con criterio e in maniera responsabile.

    Di seguito troverete qualche utile suggerimento per limitare i consumi di un’asciugatrice; vediamo insieme come fare.

     

    10 Consigli per ottimizzare i consumi dell’asciugatrice:

    La classe energetica

    Innanzitutto la cosa da fare prima di acquistare un’asciugatrice è verificare a che classe energetica appartiene; questo vale per ogni tipo di elettrodomestico. La classe minima deve essere la A, se poi si tratta di un’asciugatrice slim A+++, tanto di guadagnato, così risparmierete anche spazio in termini di ingombro del dispositivo.

    Gli elettrodomestici di classe A (e quelli a salire) sono un po’ più costosi rispetto agli altri, ma il risparmio che sono in grado di offrire sui consumi, ammortizza la spesa in meno di un anno, pertanto risultano un ottimo investimento.

     

    Usare l’asciugatrice in modo intelligente

    Il semplice fatto di avere un’asciugatrice a casa non significa che dobbiate utilizzarla sempre. Se una giornata è bella e il sole è splendente, stendete i panni all’aria aperta e il vostro portafoglio vi ringrazierà.

    Centrifugare bene prima di asciugare

    La lavatrice può essere un’ottima alleata per velocizzare l’asciugatura dei panni. Centrifugare bene il bucato prima di inserirlo nell’asciugatrice, vuol dire diminuire il residuo d’acqua presente sui capi e utilizzare un programma di asciugatura più breve.

     

    Attivare il dispositivo a pieno carico

    Esattamente così come come avviene con lavatrice, utilizzate l’asciugatrice a pieno carico. Questo sistema vi permetterà di sfruttare un solo ciclo di asciugatura per più capi, senza dover riattivare il dispositivo più volte.

     

    Pulire regolarmente filtro e vaschetta

    Se volete che un elettrodomestico funzioni sempre in maniera ottimale, è necessario effettuare regolarmente le ordinarie operazioni di manutenzione. Nel caso specifico dell’asciugatrice, ricordate di pulire sempre il filtro e la vaschetta di raccolta dell’acqua dopo ogni utilizzo. Ciò migliorerà notevolmente l’efficacia della macchina.

     

    Asciugatrice con scarico

    Se non volete svuotare ogni volta la vaschetta di raccolta dell’acqua, potreste considerare l’opportunità di acquistare un’asciugatrice dotata di tubo di scarico. In questo modo non dovrete ricordarvi ogni volta se avete rimosso o meno il liquido di condensa dall’elettrodomestico.

     

    Scegliere la giusta fascia oraria 

    Se il vostro contratto per la fornitura di energia elettrica prevede delle fasce di consumo a orario, programmate l’avviamento dell’asciugatrice durante le ore più agevolate. Solitamente gli orari a bassa tariffa sono inclusi tra le 19:00 di sera e le 8:00 di mattina oppure tutto il giorno durante i weekend e i giorni festivi.

     

    La funzione antipiega

    Il programma che include il ciclo antipiega risulta molto utile e fa risparmiare tempo in fase di stiratura degli indumenti. Di contro però, si tratta di una funzione molto dispendiosa in termini di consumo di corrente elettrica. 

    In molti dispositivi è possibile impostare la durata di tale funzione, tuttavia valutate bene se è davvero necessario attivarla per ogni ciclo di asciugatura. Questa accortezza vi consentirà di risparmiare un bel po’ di energia elettrica e di soldini. 

     

    La capacità del cestello

    La capienza del cestello dell’asciugatrice dovrebbe essere simile a quella della lavatrice. In questo modo il quantitativo di capi da asciugare sarà proporzionato a quello dei panni lavati. Non serve a nulla disporre di un’asciugatrice molto più grande o molto più piccola rispetto alla lavatrice.

    Nel primo caso avviereste una sessione di asciugatura semivuota e nel secondo caso dovreste attivare più di una volta l’elettrodomestico per asciugare tutti gli indumenti di un solo ciclo di lavaggio.

    In entrambe le situazioni si verificherebbe uno spreco inutile di energia. Per questo motivo optate sempre per un’asciugatrice e una lavatrice con capacità simile, al fine di ottimizzare i consumi.

     

    Il ciclo di asciugatura a freddo

    In commercio è possibile trovare delle asciugatrici dotate anche di programmi di asciugatura ad aria fredda. Questi cicli sono ideali per trattare la biancheria per la casa e gli indumenti che si usano di meno. Rispetto a un normale ciclo di asciugatura a caldo, quello ad aria fredda consente di risparmiare molto sui consumi energetici.

    Sfruttare l’asciugatrice in modo intelligente conviene

    Come abbiamo visto, l’asciugatrice è uno degli elettrodomestici che consuma più energia elettrica, ma seguendo i suddetti consigli, sarete in grado di risparmiare molti soldi sulla bolletta della luce.

    In definitiva, se dovete acquistare un’asciugatrice, optate preferibilmente per un modello di ultima generazione, che appartenga a un’elevata classe energetica e che sia dotato di funzioni anti-spreco di energia.

    Evitate quanto più possibile di avviare programmi a temperature molto elevate e cercate di usare il dispositivo soltanto nei periodi freddi e umidi in cui è strettamente necessario. Per diminuire la durata di un ciclo di asciugatura, inserite nel cestello i capi ben centrifugati (almeno a 800/1000 giri). 

    Ricordate che il miglior modo per risparmiare sulle bollette, consiste nell’attivare l’elettrodomestico durante una fascia di consumo conveniente; se sarete bravi, potreste arrivare a risparmiare oltre 100 euro all’anno. Ovviamente cercate di scegliere un modello poco rumoroso, specialmente se dovete azionarlo di notte.

     

     

     

    Sottoscrivere
    Notifica di
    guest
    0 Comments
    Inline Feedbacks
    View all comments

    Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

    Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

    DMCA.com Protection Status