La miglior lavatrice asciugatrice

Ultimo aggiornamento: 17.08.22

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

 

Lavatrici asciugatrici – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2022

 

In cerca di un modello performante e dal prezzo ragionevole? La scelta di una lavatrice-asciugatrice non sempre è così scontata come sembra. Per questo abbiamo deciso di optare per una serie di prodotti che bilanciano al meglio le due funzioni, con risultati apprezzabili da più parti. Indesit – Lavasciuga a libera installazione si propone di dire la sua in questa fetta di mercato, puntando su una comodità di installazione e su una capacità complessiva di asciugatura adatta a un piccolo nucleo familiare. AEG – Serie 7000, Lavasciuga è un modello a libera installazione, posizionabile dove meglio si crede e dotata della tecnologia Dual Sense, studiata per adattarsi al meglio al carico presente, regolando di conseguenza la temperatura dell’acqua di lavaggio.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere la migliore lavatrice asciugatrice

 

Non sempre è facile gestire il bucato: un gesto semplice come quello di lavare e asciugare i propri vestiti a volte deve vedersela con le bizze della brutta stagione. Anche chi vive in zone molto umide sa di dovere scegliere soluzioni compatibili con i propri bisogni e le condizioni ambientali per cercare di semplificarsi la vita.

Ti aiutiamo a paragonare i diversi modelli proposti sul mercato per capire quali caratteristiche non possono mancare nella tua prossima lavatrice asciugatrice per scoprire qual è la migliore marca che meglio risponde alle tue aspettative.

Guida all’acquisto

 

Capacità di carico

Il prezzo che si paga per avere una buona lavasciuga non è direttamente proporzionale alla quantità di biancheria che si può lavare e asciugare a ogni ciclo. Anche con una spesa, relativamente contenuta, è possibile avere una buona autonomia per rispondere bene ai bisogni di tutta la famiglia, anche quella più numerosa!

Un dettaglio a cui prestare attenzione è però la differenza tra la capacità di carico effettiva in lavaggio e quella in asciugatura, di solito minore. Quindi una macchina che sopporta cicli di lavaggio fino a 9 chili, non sempre avrà una capacità di carico corrispondente anche in asciugatura.

Se sei tra chi confronta prezzi e caratteristiche di un prodotto prima di deciderti a portarlo a casa, tieni conto che quasi sempre le prestazioni dell’asciugatrice sono massimizzate se non si eccede con il carico, quindi facendo una selezione dei capi da far asciugare. Mentre sempre più spesso i tempi e i consumi relativi alla fase di lavaggio sono ponderati automaticamente in base alla reale quantità di bucato da processare.

 

Metodo di lavaggio e asciugatura

La classifica delle migliori lavasciuga vede in testa quelle che asciugano servendosi di un getto di vapore: sono silenziose, efficienti e non sfibrano i tessuti che si mantengono integri e dai colori vivaci. Il vapore è inoltre un ottimo strumento per garantire l’igiene dei capi visto che è in grado di abbattere la carica batterica in maniera sorprendente.

Anche i giri contano, e la quantità di giri che la lavatrice è in grado di fare durante la fase finale della centrifuga ridurrà notevolmente i tempi di asciugatura: 1000 giri vanno benissimo, ma le più performanti arrivano a 1600 giri al minuto rendendo la fase successiva più rapida.

La fase dedicata al lavaggio dovrà offrire le identiche opzioni delle comuni lavatrici e quindi lavaggio in acqua fredda o caldissima, cicli brevi, per i sintetici o le fibre naturali. Sempre consigliabile è scegliere quelle macchine che offrono buone prestazioni sia in lavaggio che in asciugatura per la lana, dettaglio che deve essere poi verificato nella singola recensione di ogni prodotto, magari confrontando le opinioni di chi questi strumenti li usa quotidianamente.

Classe energetica

Un’ultima accortezza che questa guida vuole sottolineare è quella di ricercare macchine che diano la possibilità di scegliere e personalizzare i cicli di lavaggio per contenere i tempi di attività. Quelle macchine pensate apposta per bilanciare il consumo d’acqua, detersivo ed elettricità in base alle reali necessità del bucato, sono da preferirsi sempre.

Ricordiamo anche che la classe energetica deve essere obbligatoriamente indicata dal produttore e per questi elettrodomestici va da A+++ a D.

 

Le migliori lavatrici asciugatrici del 2022

 

La proposta delle migliori lavatrici asciugatrici  secondo il nostro parere, e suffragato dalle opinioni positive espresse dai clienti che le hanno acquistate, completa questa sezione speciale dedicata a un elettrodomestico comodo e pratico, in grado di semplificare la vita di molti.

Segui i nostri suggerimenti d’acquisto alla ricerca della soluzione che meglio risponda alle tue esigenze.

 

Prodotti raccomandati

 

Indesit – Lavasciuga a libera installazione

 

Principale Vantaggio:

La doppia anima che caratterizza questo elettrodomestico è uno dei punti di forza su cui ha costruito la sua reputazione. Da una parte abbiamo una potenza in lavaggio che ospita fino a 8 chili di panni, dall’altra invece il prodotto riesce ad asciugare fino a 6 chili.

 

Principale Svantaggio:

La mancanza di un manuale dettagliato con istruzioni ha impedito a diverse persone di prendere confidenza con l’elettrodomestico, così da dover procedere per tentativi e cercare informazioni altrove.

 

Verdetto: 9.6/10

Con una buona varietà di programmi di lavaggio e un sistema di asciugatura che sfrutta i 1.200 giri attivati al momento della centrifuga, la proposta Indesit trova un suo bacino d’utenza in quelle persone che cercano un supporto “due in uno” adatto a un nucleo familiare ridotto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Pratica

La scelta di una lavasciuga comporta anche la considerazione degli spazi in cui poter posizionare l’elettrodomestico. Il modello Indesit è a libera installazione, con delle dimensioni che si adeguano anche ad ambienti esigui, con una semplicità di posizionamento che ha fatto comodo a più di un acquirente.

Nella parte frontale è posizionato il display con cui gestire i differenti tipi di lavaggio, potendo scegliere tra ben dodici opzioni, con un grado di personalizzazione che passa dai lavaggi classici a tipologie più specifiche, come un lavaggio antiodore oppure uno adatto ai capi sportivi. Alla posizione 13 e 14 sono presenti le opzioni di asciugatura, da quella rapida a 45 minuti passando per la modalità Airfresh, studiata per capi e tessuti che necessitano di una gestione attenta alla freschezza e ad evitare dove possibile la formazione di pieghe.

Capiente

L’efficacia in fase di lavaggio si affida a un cestello ampio il giusto, con una capienza che raggiunge gli 8 chili e in cui posizionare un buon numero di panni. La questione scende un poco per quel che riguarda la questione asciugatura, con un valore che si assesta sui 6 chili questa volta. A detta delle persone che l’hanno provata, si dimostra una macchina che lavora come si deve, consentendo grazie alla diversa impostazione di unire in un solo prodotto ciò che solitamente è prerogativa di due.

Le impressioni anche a pieno carico confermano la bontà ed efficacia del lavaggio, con panni puliti che, dopo essere passati per il processo di asciugatura, non necessitano di ulteriori accortezze e possono essere stirati senza attendere oltre. Il processo di asciugatura si attiva in maniera silenziosa, non disturbando le altre persone che si trovano in casa una volta messa in funzione questa opzione.

 

Intuitiva

Numerose persone, per lo più appartenenti al pubblico maschile, hanno gradito la presenza di un tasto di lavaggio e asciugatura automatico. Push&Wash + Dry è pensata per cotone e sintetici e non richiede particolari abilità e impostazioni con cui scervellarsi. In bella vista grazie anche a una tonalità arancione, consente di avviare la macchina anche da spenta, lasciando all’elettrodomestico tutte le incombenze, per una gestione dei panni che libera l’utente da pensieri inutili.

Design ed ergonomia trovano un altro interessante connubio, sfruttando una comoda maniglia con cui accedere al cestello e una diametro di 48,5 cm che semplifica il momento del carico e dello scarico dei panni. Il tasto Auto Pulizia attiva una modalità di lavaggio che si occupa di far piazza pulita di eventuali odori o residui, con 90 gradi che sfruttano il potere disinfettante delle alte temperature.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

AEG – Serie 7000

 

Il modello AEG possiede una classe di efficienza energetica A, con una capacità di carico massima che tocca i 9 chili. In fase di asciugatura è obbligatorio scendere a un massimo di 6 chili, un valore comunque interessante e di cui tenere conto. La maniglia ergonomica in metallo consente di aprire senza difficoltà l’oblò, con un controllo della schiuma regolato attraverso un sensore.

La velocità massima della centrifuga raggiunge un picco massimo di 1.600 giri, una misura che contribuisce ad alleggerire il lavoro dell’asciugatrice.

La classe di efficienza energetica si mantiene sempre su un alto valore, non perdendo colpi sia al momento del lavaggio che quando c’è bisogno di asciugare al meglio i panni. Sul fronte della personalizzazione e della scelta delle operazioni, all’utente è lasciata massima libertà. Si può scegliere se gestire di volta in volta l’una o l’altra modalità o se unirle con l’opzione lava e asciuga.

Qui la nostra recensione della AEG L99695HWD.

Pro
Dimensioni:

La grandezza complessiva della lavasciuga permette un posizionamento comodo nella zona di casa deputata allo scopo, con il vantaggio della libera installazione che non guasta.

Regolazioni:

Sfruttando sensori per il controllo della schiuma e un sistema che gestisce temperatura e programma di lavaggio in base al carico, si risparmia e si ottimizza la pulizia dei panni.

Silenziosità:

La macchina sia durante il lavaggio sia in modalità di asciugatura si assesta su valori interessanti, con 51 dBA nel primo caso e 77 dBA una volta messa in funzione la centrifuga.

Contro
Asciugatura:

La modalità per cui si attiva l’asciugatura dei panni, non sfrutta come tanti si aspettavano i benefici di una pompa di calore.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Candy – GVSW 496THC

 

Grazie a un sistema di controllo collegato a un App, l’utente ottiene un controllo maggiore di tutte le funzioni e i processi legati al buon funzionamento dell’elettrodomestico. Si tratta di un’interessante integrazione, che nulla toglie alle altre doti messe in campo.

L’interfaccia è studiata appositamente per essere la più intuitiva possibile, con un serie di informazioni e programmi utili anche a chi ha solo un’ora a disposizione per lavare e asciugare un chilo e mezzo di bucato. Il motore inverter mantiene su un livello molto contenuto la silenziosità, non superando i 51 dBA al momento del lavaggio. Tra le modalità più apprezzate figura anche la partenza ritardata di 24 ore e una velocità della centrifuga che tocca i 1.400 giri al minuto.

Il sistema Mix Power System + ottimizza l’erogazione del detergente con un’ottimizzazione che punta a una sensibile riduzione del consumo energetico.

Pro
Stile:

La forma e il bel colore bianco rientrano nei classici canoni di una lavatrice, con un oblò cromato dalle linee piacevole e soprattutto, comodo in fase di apertura e chiusura.

Praticità:

Nella parte frontale sono inserite tutte le informazioni e i passaggi necessari per mettere in funzione i programmi disponibili. In più, con l’app per il controllo dell’elettrodomestico si dispone di un supporto ulteriore per verificare che tutto funzioni.

Potenza:

1.400 giri al minuto in fase di centrifuga e un sistema che ottimizza i consumi. In questo senso Candy si è mossa bene, unendo efficienza e risparmio.

Contro
Scheda:

Alcuni utenti consigliano di verificare il corretto funzionamento della scheda della lavatrice. In alcuni casi si sono verificati problemi trascorso anche poco tempo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

LG F14A8RD

 

1.LG F14A8RDTante le funzioni della LG in grado di compiere un ciclo completo di lavaggio e asciugatura in tempi contenuti e a basse emissioni sonore. Merita il titolo di miglior lavatrice asciugatrice del 2022 anche grazie ai numerosi programmi disponibili e alla varietà di combinazioni che si possono scegliere liberamente oppure affidandosi direttamente alle impostazioni di fabbrica per il trattamento dei capi, dai più robusti ai delicati.

È possibile scegliere se effettuare o meno il ciclo di asciugatura, oppure se asciugare soltanto senza prima effettuare un ciclo di lavaggio. Dettaglio, questo, che rende la macchina molto utile e versatile: non a caso figura tra i prodotti di questa categoria che più successo hanno avuto tra quelli venduti online e tra i nostri consigli d’acquisto.

Le caratteristiche tecniche parlano da sole: la portata massima durante il lavaggio dei capi è di 9 kg, 6 in asciugatura, mentre la classe energetica è la A, che arriva alla A+++ per il ciclo di lavaggio. Il motore che sfrutta la tecnologia inverter ha una garanzia di 10 anni a testimonianza della buona fattura e robustezza come da caratteristiche di progettazione.

Vogliamo farti conoscere l’opinione degli utenti sul modello della LG, potrai così avere un’idea più chiara prima di effettuare l’acquisto. Sotto trovi il link per ordinarla a un prezzo concorrenziale.

Pro
Versatile:

Nonostante sia una lavasciuga potrai scegliere anche di usare le due funzioni separatamente, potrai lavare senza asciugare successivamente, oppure potrai decidere di asciugare soltanto.

Tecnologicamente avanzata:

Questo modello è davvero ricco di opzioni, potrai selezionare il più adatto tra vari programmi personalizzabili per centrifuga, temperatura di lavaggio e asciugatura, troverai inoltre il timer e l’indicazione dei tempi per ogni programma scelto.

Di qualità:

I consumatori sono molto soddisfatti dell’acquisto effettuato, del resto il suo motore gode di una garanzia di ben dieci anni.

Contro
Classe energetica:

Durante il lavaggio raggiunge un livello A+++, mentre durante l’asciugatura si ferma a una classe A.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Candy – CSWS 596D

 

La lavasciuga Candy cerca di unire il nuovo delle tecnologie Smart Touch con una qualità costruttiva che è divenuta nel tempo un marchio di fabbrica dei prodotti.

Grazie al collegamento attraverso smartphone, l’utente è in grado di monitorare e verificare il funzionamento complessivo dell’elettrodomestico, scaricando poi anche programmi personalizzati con cui gestire i panni e lo sporco da lavare. All’interno dell’oblò riesce a entrare fino a 9 chili di bucato, che si riduce a 6 chili al momento dell’asciugatura.

Una volta messa in funzione, la centrifuga raggiunge 1.500 giri al minuto, evitando che una percentuale esagerata di umidità rimanga nella trama dei vestiti. Il sistema di asciugatura con getto di vapore e i programmi personalizzati sono stati molto apprezzati da chi sceglie di cambiare spesso lavaggio e tempistiche.

Pro
Tecnologia smart:

Adeguandosi ai tempi è possibile modificare e scaricare nuovi programmi di lavaggio, così da avere una lavasciuga adatta a tutte le occasioni.

Robustezza:

Il motore Inverter si appoggia a una tecnologia che ottimizza e gestisce al meglio il lavoro in fase di lavaggio, mantenendo anche una ridotta soglia di rumore.

Praticità:

Candy ha scelto di avvicinare il più possibile utenti e mezzi, creando programmi e un display semplice da consultare e chiaro per tutti.

Contro
Oblò:

Alcuni utenti lamentano il posizionamento troppo basso dell’oblò, un aspetto su cui il marchio potrebbe rimediare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare una lavatrice asciugatrice

 

La lavatrice asciugatrice è un elettrodomestico che combina in sé le due funzioni di lavaggio e asciugatura del bucato; dato che la gestione del bucato sta diventando sempre più un problema di tempi e di logistica, a causa del nostro nuovo stile di vita fatto di ritmi sempre più frenetici, questo elettrodomestico sta diventando sempre più apprezzato dagli acquirenti.

Avere abbastanza tempo a disposizione per preparare il bucato, metterlo in lavatrice e aspettare che sia pronto per poi stenderlo, attendere che si asciughi e, magari, doverlo anche stirare; questo è qualcosa che sempre meno persone, ormai, possono permettersi di fare, ed è stata la ragione che ha spinto, per prima, a produrre le asciugatrici.

Ma l’asciugatrice, per quanto possa essere utile, è comunque un ulteriore elettrodomestico da mettere in casa, oltre alla lavatrice, occupando ulteriore spazio e diventando l’ennesima fonte di consumi energetici.

Ecco perché ultimamente, le ditte produttrici, stanno lanciando sul mercato dei modelli integrati che svolgono sia la funzione di lavaggio che quella di asciugatura.

Per quanto possano apparire più costosi, rispetto a una lavatrice o a un’asciugatrice, bisogna tenere presente che l’acquisto dei due singoli elettrodomestici, separatamente, finirebbe con l’essere notevolmente più caro, in più offrono il vantaggio di essere un elettrodomestico unico, e quindi di ridurre l’ingombro in casa, cosa utile specialmente a coloro che non hanno molto spazio a disposizione.

Un altro vantaggio della lavatrice asciugatrice, è che vi permetterà di fare tranquillamente a meno di stirare il bucato una volta asciutto, con un gran risparmio di tempo ed elettricità.

Vantaggiose per i consumi

I modelli di lavasciuga disponibili sul mercato, allo stesso modo delle lavatrici e delle asciugatrici, si diversificano per assorbimento energetico, potenza del motore e, soprattutto, per la capacità di carico.

Per quel che riguarda la potenza i numerosi modelli, disponibili nelle diverse fasce di prezzo, rientrano abbondantemente negli standard odierni, grazie soprattutto all’uso della tecnologia Digital Inverter, classificandosi dalla A fino alla A+++, con un range da B a D per quanto concerne la centrifuga e i passaggi a maggior dispendio energetico.

Sotto questo aspetto, quindi, la quasi totalità dei modelli disponibili offre grandi vantaggi in termini di risparmio energetico.

Le cose cambiano, invece, quando si parla di capacità di carico; bisogna tenere conto che, a parità di peso, il volume del bucato cambia da bagnato ad asciutto.

Per questo motivo le lavasciuga riportano la dicitura di entrambi i valori di capacità, al posto di uno solo come invece avviene per le lavatrici o le asciugatrici canoniche.

Una lavasciuga con una capacità di carico di 9 chilogrammi per il lavaggio, tanto per fare un esempio, avrà una capacità massima di circa 6 chilogrammi in modalità di asciugatura, dato che i panni secchi occupano più spazio nel cestello, rispetto a quelli bagnati; se la capacità di carico in modalità lavaggio è di 6 chilogrammi, in modalità asciugatrice scenderà a circa 4 chilogrammi o poco meno, e così via.

Quindi dovrete fare bene attenzione a questo aspetto, prima di scegliere un modello che risponda alle vostre esigenze.

 

 

 

Domande frequenti 

 

Come funziona la lavatrice asciugatrice?

Una lavatrice asciugatrice è un unico elettrodomestico capace di svolgere entrambi i compiti. Trattandosi di due oggetti all’apparenza molto simili, anche la lavasciuga presenta un’ampia apertura circolare, che ha il compito di contenere i panni inizialmente da lavare e poi da asciugare.

Il funzionamento quindi prevede semplicemente l’inserimento dei panni e la selezione del giusto programma tramite apposito display. Questo cambia di modello in modello, ma generalmente prevede di poter scegliere in base alla qualità dei vestiti da trattare, al loro colore e al loro materiale.

 

Come impilare lavatrice e asciugatrice?

Qualora abbiate entrambi gli elettrodomestici, lavatrice e asciugatrice, ma non avete lo spazio adatto a contenerli entrambi, decidere di impilarli l’una sull’altra è la soluzione ideale. Nella parte inferiore va collocata la lavatrice, che è generalmente più pesante; l’asciugatrice invece, con i suoi 30-40 kg, è perfetta per essere sovrapposta.

Tuttavia non basta semplicemente posizionarle in colonna, perché le vibrazioni causate dal loro funzionamento potrebbero portare a un inavvertito spostamento. Per questa ragione potete optare per modelli della stessa marca e delle stesse dimensioni, pensati spesso proprio per essere impilati.

Potete anche decidere di procurarvi un kit di installazione, ossia un supporto che possa dividere la lavatrice dall’asciugatrice, senza però creare ingombro.

 

Quanto costa una lavatrice asciugatrice?

Trattandosi di un elettrodomestico che ne comprende in realtà due, il costo è leggermente più alto, se paragonato a quello dei singoli. Le fasce di prezzo inoltre variano a seconda delle caratteristiche che richiedete e come sempre è possibile fare una distinzione tra articoli di fascia bassa, media, o alta.

Nel primo caso il costo si aggira intorno ai 300-400 euro; tale valore si alza fino ai 700 euro per un articolo di fascia media e può arrivare oltre i 100 euro, se richiedete un elettrodomestico ad alte prestazioni.

 

Come togliere i pelucchi dalla lavatrice asciugatrice?

Poiché la lavasciuga lavora su una grande quantità di vestiti, è inevitabile che si vadano a creare i famosi pelucchi, ossia piccolissimi residui di tessuto che si accumulano sul filtro. Questo è solitamente estraibile e dopo ogni sessione presenterà sicuramente un piccolo strato dal colore nero/blu proprio di pelucchi. 

Devono essere rimossi con un pennello, le cui setole sono in grado di attrarre queste piccole particelle; con le mani poi eliminate anche questi residui dal pennello stesso e procedete fino a che non sarà completamente pulito.

Lo stesso procedimento può essere effettuato anche nel vano interno e in tutti quei posti accessibili in cui notate la presenza di residui e di pelucchi.

 

Quanto dura una lavatrice asciugatrice?

Poiché si tratta di un oggetto che fondamentalmente lavora per due, la sua durata media è, secondo gli studi, minore rispetto a quella dei singoli articoli comprati separatamente. Per cui, se un’asciugatrice può durare dai cinque agli otto anni e una lavatrice qualcosa in più, è importante fare una media di questi due dati.

Calcolate che indicativamente però la durata di una lavasciuga non supera i 10 anni di vita.

 

 

Bibliografia
1- Lavasciuga – Wikipedia
2- Quanto consuma una lavatrice
3- Lavasciuga Tecnologiche ed Ecologiche
4- La lavasciuga fa tutto da sola

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

6 COMMENTI

Alessandro

July 1, 2019 at 11:58 am

Ho fatto tantissime ricerche ma non riesco a capire queli sono i marchi che fanno lavasciuga a pompa di calore. Dovendo fare un investimento non indifferente preferirei acquistare un prodotto efficiente e che non rovini i vestiti. Esistono solo AEG e Miele? Quelle Electrolux non le vedo in vendita in Italia.

Risposta
BuonoedEconomico

July 3, 2019 at 8:43 pm

Salve Alessandro,

dai un’occhiata qui: https://www.electrolux.ch/it-ch/care/discover/washer-dryers/

Saluti

Risposta
Grana

May 18, 2019 at 6:52 pm

Esiste una lavasciuga con carico dall’alto?

Risposta
BuonoedEconomico

May 19, 2019 at 7:07 am

Buongiorno Grana,

dai un’occhiata qui: https://www.gruppogaer.it/lavasciuga-san-giorgio-SGLAV7260/product/1209347

Saluti

Risposta
anna maria pala

November 15, 2018 at 10:07 am

vorrei acquistare una lavasciuga da 9 kg o più con tecnologia pompa di calore ma nei dettagli tecnici dei prodotti molte volte non viene specificata “pompa di calore”; potreste indicarmi dei siti dove trovare solo questi modelli o un elenco modelli con questa tecnologia? grazie
(p.s.: la caratteristica a condensazione stà ad indicare pompa calore?)

Risposta
BuonoedEconomico

November 16, 2018 at 10:29 am

Buongiorno Anna Maria,

dai un’occhiata qui: https://www.aeg.it/care/discover/washer-dryers/
e qui: https://www.electrolux.ch/it-ch/care/discover/washer-dryers/

No, il condensatore e la pompa di calore sono due tecnologie diverse nel funzionamento e nel prezzo.

Saluti

Risposta

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia, Romania e Canada.

Buono ed Economico © 2022. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status