×
  • Lavatrici
  • Asciugatrici
  • Lavasciuga
  • Lavatappeti
  • Lavatrice asciugatrice Bosch
  • Le 5 Migliori Asciugatrici del 2020

    Ultimo aggiornamento: 27.10.20

    Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

     

    Asciugatrice – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

     

    L’asciugatrice è un elettrodomestico indispensabile per tutti i consumatori che vivono in zone con una forte umidità, dove bisogna attendere svariati giorni affinché i propri indumenti siano completamente asciutti. Se anche voi avete esigenza di acquistarne una, potete prendere in considerazione le proposte della nostra classifica. Per chi non ha tempo di leggere ogni singola recensione, consigliamo di dare un’occhiata alla tabella comparativa in basso dove spiccano AEG T8DBE851 asciugatrice a carica frontale AbsoluteCare, uno dei prodotti più tecnologici ed efficienti disponibili sul mercato ma dal prezzo leggermente superiore alla media e Smeg DHT83LIT-1 asciugatrice libera installazione a carica frontale, un po’ più economica ma comunque valida grazie alla capacità di carico pari a 8 kg.

     

     

    Tabella comparativa

     

    Pregio
    Difetto
    Conclusione
    Offerte

     

     

    Guida all’acquisto – Come scegliere la migliore asciugatrice?

     

    L’asciugatrice è un eletrodomestico indispensabile per chi non ha la possibilità di far asciugare naturalmente il proprio bucato. Si tratta di un acquisto oneroso, però, per cui è importante che non sia basato su un semplice confronto dei prezzi tra i modelli sul mercato. Scopri insieme a noi come riconoscere la migliore marca di asciugatrice grazie alla classifica dei fattori da prendere in considerazione.

    Prezzo e consumi

    Quando si tratta di acquistare un’asciugatrice, è inevitabile che l’occhio cada in primo luogo sul costo. Per quanto, però, da un modello a un altro possano “ballare” persino centinaia di euro, il prezzo in sé non è l’unica componente da tenere in considerazione.

    La classe energetica – e quindi i consumi – hanno un impatto altrettanto importante sul nostro portafogli. Anzi, in caso di utilizzo frequente e prolungato, le bollette elettriche sono sicuramente destinate a fare la parte del leone nella nostra spesa. Per questo investire una cifra importante per un’asciugatrice con classe energetica A++ non è affatto un errore per chi ha intenzione di farla lavorare sodo.

    Parlando di prezzo e consumi, non sono in pochi a farsi tentare dai modelli a centrifuga: i più economici sul mercato e caratterizzati da un impatto minimo sulla bolletta, non consentono di asciugare completamente il bucato, ma strizzandolo fortemente danno una grossa mano in questo percorso. I capi, una volta estratti, potranno essere stesi per completare l’asciugatura in poche ore.

     

    Funzioni extra

    Le asciugatrici, soprattutto quelle più moderne e costose, sono dotate di tantissime funzioni extra. Alcune andranno ricercate con attenzione in quanto forniscono effettivamente forti vantaggi e risparmi, mentre di altre si potrà fare a meno senza troppi rimpianti.

    Un extra decisamente utile è il sensore di umidità. I modelli dotati di questo accessorio, infatti, saranno in grado di rilevare quando i capi riposti al loro interno sono sufficientemente asciutti, spegnendosi in automatico. In questo modo non solo si avranno dei buoni risparmi in bolletta, riducendo i tempi di utilizzo, ma si eviterà di rovinare inutilmente gli indumenti.

    Molti modelli presentano inoltre funzioni dedicate ai diversi tessuti: anche i più delicati saranno così “trattati con i guanti” e non incorreremo in spiacevoli imprevisti.

    Un’altra funzione interessante di cui vale la pena parlare è il timer, che ci permette di azionare l’asciugatrice quando non siamo in casa per tornare e trovare il bucato bello e pronto.

    Capacità e dimensioni

    Il terzo e ultimo fattore che in questa guida per scegliere la migliore asciugatrice invitiamo a tenere in considerazione riguarda le dimensioni e, quasi di conseguenza, la sua capacità. Non solo, infatti, l’asciugatrice dovrà essere in grado di ospitare la stessa quantità di capi della lavatrice, ma sarà bene che sia anche abbastanza compatta da poter essere posizionata il più possibile lontano dalle stanze maggiormente frequentate della casa, magari poggiata e assicurata proprio sopra la lavatrice.

    Nonostante lo sviluppo della tecnologia abbia apportato tanti benefici in tal senso, infatti, questo elettrodomestico rimane comunque piuttosto rumoroso: più isolato sarà, meno rumore indesiderato tu e la vostra famiglia dovrete sorbirvi.

    Visto che siamo in bagno, vi può interessare una buona stufa da bagno? Se sì, vi basta cliccare sul link per scoprire alcuni tra i modelli più gettonati sul mercato.

     

    Conclusioni

    In questa guida abbiamo scoperto come non solo il prezzo, ma anche i consumi siano determinanti nella scelta dell’asciugatrice più conveniente, così come la presenza di funzioni extra utili come il sensore di umidità. Proseguendo nella lettura, potrai trovare anche la recensione di quelli che, a nostro avviso, sono i migliori modelli dell’anno.

     

    Le 5 Migliori Asciugatrici – Classifica 2020

     

    Soprattutto per chi abita nel Nord Italia, la presenza di un’asciugatrice in casa è spesso fondamentale per evitare che abiti appena lavati finiscano per odorare d’umidità perché non si asciugano abbastanza in fretta naturalmente. Grazie ai nostri consigli d’acquisto, che seguono un’attenta comparazione tra offerte e modelli migliori, potrete scegliere un modello affidabile senza timore di sprecare i vostri soldi. Piccola curiosità: se volete curare i vostri capi vi consigliamo di usare un levapelucchi come questo Singer BS201.12S.

     

     

    1. AEG T8DBE851 asciugatrice a carica frontale AbsoluteCare

    Principale vantaggio

    Chi sta cercando il meglio della tecnologia applicata alle asciugatrici non potrebbe trovare un prodotto migliore di quello proposto da AEG. Ogni singolo elemento è studiato per fornire il massimo comfort di utilizzo abbattendo al contempo il consumo energetico.

     

    Principale svantaggio

    Il prezzo potrebbe rivelarsi l’unico, vero problema dell’asciugatrice. Se avete un budget limitato, inferiore ai 2/300 euro, allora potreste non essere in grado di optare per il dispositivo AEG.

     

    Verdetto 9.9/10

    Sebbene il costo potrebbe essere considerato elevato, in realtà l’asciugatrice è talmente tecnologica e funzionale da valere ogni singolo centesimo. La maggior parte degli utenti che ha avuto modo di provarla è infatti entusiasta dei risultati ottenuti già dal primo ciclo di asciugatura. Come se non bastasse, potrete ammortizzare il costo iniziale grazie al notevole risparmio energetico garantito dalla classe di efficienza energetica A+++.

    Acquista su Amazon.it (€672,99)

     

     

    DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

     

    Tecnologia AEG

    L’asciugatrice della serie 8000 proposta da AEG è una delle più vendute online nonostante abbia un prezzo superiore alla media. Il segreto del suo successo sta innanzitutto nelle migliori tecnologie utilizzate come l’AbsoluteCare. 

    Per chi non ne ha mai sentito parlare, tale sistema è in grado di asciugare i capi con estrema delicatezza attraverso movimenti del cestello studiati appositamente per le diverse tipologie di tessuto. In questo modo potrete proteggere i vostri indumenti più preziosi, come per esempio quelli di lana spesso soggetti a restringimenti.

    L’innovazione non termina qui poiché troviamo una quantità di sistemi differenti in grado di prendersi cura di ogni singolo aspetto dell’asciugatura. Abbiamo per esempio la tecnologia proprietaria AEG SensiDry, che assorbe l’umidità dei tessuti pur sfruttando una temperatura inferiore rispetto ad altri dispositivi. Come è facile intuire, dunque, ciò consente non solo di avere un’asciugatura delicata ma anche consumi energetici contenuti.

    Risparmio

    Una delle principali preoccupazioni dei consumatori quando acquistano un’asciugatrice è il consumo energetico elevato. È innegabile, infatti, che questi dispositivi sono particolarmente energivori, o almeno lo erano fino a qualche tempo fa. Il prodotto AEG infatti rientra in una classe di efficienza energetica A+++, la più elevata disponibile sul mercato. 

    Non dovrete quindi preoccuparvi di un incremento sostanziale, anche usandola assiduamente. Per far sì che l’asciugatrice sia sempre efficiente nel tempo, inoltre, mantenendo i consumi bassi nel tempo, è possibile pulire il filtro multistrato interno dopo ogni ciclo, differenza fondamentale rispetto ai prodotti più classici a basso costo.

     

    Addio al ferro da stiro

    A eccezione di qualche capo più particolare, non avrete più bisogno di stirare gli indumenti appena escono dall’asciugatrice. I sistemi delicati e di controllo dei tessuti consente un’asciugatura personalizzata, facilitandovi così la vita. I consumatori riferiscono che la maggior parte dei capi che escono dal ciclo possono essere piegati e riposti nell’armadio senza dover eseguire alcun tipo di trattamento ulteriore, risultando estremamente morbidi e profumati.

    La spesa superiore, in questo caso, è dunque giustificata dall’elevata efficienza che consente di districarsi al meglio tra i vari compiti della vita quotidiana, facendo tirare un sospiro di sollievo a chi deve districarsi tra figli, casa e lavoro.

     

    Acquista su Amazon.it (€672,99)

     

     

     

    2. Smeg DHT83LIT-1 Asciugatrice Caricamento Frontale 8kg A+++

     

    L’asciugatrice proposta da Smeg ha un costo più alto della media, tuttavia bisogna considerare la sua efficienza e la possibilità di carico di 8 kg, dettaglio che ha convinto molti utenti all’acquisto. Il sistema di asciugatura sfrutta la condensa con pompa di calore, molto più moderno e all’avanguardia rispetto a modelli che utilizzano una resistenza elettrica. Tra i vantaggi della tecnologia vi è un consumo energetico inferiore, eviterete così sorprese in bolletta, soprattutto se consideriamo che la classe di efficienza energetica del prodotto è pari ad A+++, una delle migliori sul mercato.

    L’installazione è libera, non necessiterete quindi di un mobile a incasso, per sfruttare al meglio tutti gli spazi casalinghi e decidere autonomamente dove posizionare l’asciugatrice. Uno degli elementi che invece ha convinto di meno è la rumorosità, considerata leggermente elevata.

    Chi non ha un budget limitato ed è alla ricerca di un prodotto che riesca a far fronte a tutte le esigenze di asciugatura, anche in luoghi estremamente umidi, dovrebbe prendere in considerazione il prodotto Smeg.

     

     

     

    3. Beko DRX722W Asciugatrice Carica Frontale 7kg A++

     

    Beko si fa apprezzare nel mondo degli elettrodomestici per la capacità di proporre prodotti di buona qualità a un prezzo conveniente. Il fatto di non spendere un capitale, poi, non significa dover chiudere entrambi gli occhi sulle performance e questa asciugatrice è qui a dimostrarlo. Vanta una capacità di carico di 7 chilogrammi ma soprattutto un’efficacia in asciugatura che in molti tra gli utenti hanno apprezzato. 

    Per cominciare dispone di numerosi programmi differenti e, selezionando quello adatto alla tipologia di tessuto, non correrete il rischio di vedere vestiti o biancheria rovinata. Inoltre il sensore integrato assolve al meglio al proprio compito ed è in grado di rilevare quando l’asciugatura è completata e interrompere in anticipo il programma. 

    L’accesso al serbatoio e ai filtri è semplice e questo è un bel vantaggio in termini di velocità di manutenzione. Considerato il prezzo molto conveniente, vi suggeriamo di farci un pensierino, soprattutto se non avete una grande mole di panni da asciugare, non vi infastidisce un livello di rumorosità superiore alla media e se non avete problemi ad acquistare un elettrodomestico che è “solo” A++. 

    Pro
    Economica:

    Si tratta di un elettrodomestico dal convincente rapporto tra qualità e prezzo, visto che non costa molto ma assicura performance di alto livello.

    Intelligente:

    I vari programmi permettono di asciugare al meglio qualunque tipo di tessuto, inoltre il sensore rileva il grado di umidità e, nel caso, interrompe un programma più lungo qualora i capi siano già asciutti.

    Manutenzione:

    Sia svuotare il cassetto che funge da serbatoio sia pulire i filtri è molto semplice e non obbliga a perdere più di qualche minuto.

    Contro
    Classe energetica:

    Si tratta di un elettrodomestico A++, dunque in grado di incidere in modo non eccessivo sulla bolletta ma indubbiamente non quanto di meglio offra il mercato in questo senso.

    Acquista su Amazon.it (€355)

     

     

     

     

    4. Candy CS H9A2DE-S/ Asciugatrice, 9 kg

     

    Il prodotto di Candy sfrutta il sistema a condensa con pompa di calore, utilizzato da tutte le asciugatrici più moderne per un’efficienza maggiore e, conseguentemente, abbattere notevolmente anche i consumi. Come ci si aspetterebbe, infatti, ha una classe di consumo energetico pari ad A++, non la migliore in assoluto ma comunque estremamente conveniente. Il carico massimo è nella media, parliamo infatti di 9 kg, più che sufficiente a ospitare quindi non solo capi di vestiario ma anche lenzuola e coperte.

    Tra gli elementi più interessanti vi è la possibilità di svuotare l’asciugatrice, riutilizzando l’acqua, per esempio, per annaffiare le proprie piante o persino pulire pavimenti. Non dovrete utilizzare inoltre contenitori di alcun tipo grazie al sistema Easy Case, ovvero un recipiente in plastica incorporato nell’oblò e facilmente estraibile. All’interno di questo confluisce l’acqua demineralizzata, utilizzabile persino per stirare.

    Dispone inoltre di funzionalità smart, tramite apposita configurazione potrete interagire o monitorare lo stato dell’asciugatura con protocollo NFC, acronimo che sta per near field communication, evoluzione del classico collegamento a infrarossi.

    Pro
    Classe energetica:

    Il consumo dell’asciugatrice è ridotto grazie al grado A++, uno tra i più elevati per elettrodomestici, che garantisce possibilità di utilizzo senza avere impatti negativi in bolletta.

    Easy Case:

    Una delle caratteristiche più apprezzate dai consumatori, grazie a un contenitore incassato nell’oblò potrete riutilizzare l’acqua rimossa per altre attività, come per esempio la pulizia dei pavimenti.

    NFC:

    Si tratta di un tipo di connessione a corto raggio, come i classici infrarossi, per attivare un programma di asciugatura o semplicemente controllare l’avanzamento dell’operazione tramite lo smartphone.

    Contro
    Programmi:

    Prima di riuscire a ottenere risultati soddisfacenti bisogna studiare attentamente il manuale di istruzioni e fare un po’ di pratica su capi diversi poiché non risulta di utilizzo semplice e immediato, soprattutto se non avete mai utilizzato un’asciugatrice.

    Acquista su Amazon.it (€434,25)

     

     

     

    5. Hoover DXW4H7A1TCEX-01 Asciugatrice, 7 kg

     

    Un modello che è pensato per quanti non vogliono rinunciare a un’asciugatrice pur non disponendo di tantissimo spazio. Intendiamoci non è che potrete metterla in un monolocale ma, a dispetto della capacità di 7 kg del cestello, ha ingombri tutto sommato contenuti. Apprezzabili i 15 programmi di asciugatura, da selezionare in base alla tipologia di tessuti, tra cui indubbiamente spicca quello che permette di non stirare i capi d’abbigliamento e riporli subito nell’armadio. 

    Non tutti hanno apprezzato il display touchscreen che non è il massimo per quanto riguarda la visibilità e la reattività ai comandi. Proseguendo negli aspetti meno convincenti, da segnalare la possibilità di farla dialogare con un’app via Wi-Fi, anche se non sempre l’operazione si porta a termine senza problemi, nonché la classe energetica A+. 

    Nel complesso si tratta di un elettrodomestico di buon livello, venduto a un prezzo non proprio economico ma che, fortunatamente, spesso e volentieri è disponibile in offerta, a costi ribassati. 

    Pro
    Ingombri:

    Ha un cestello con una capacità di 7 chilogrammi ma la struttura è studiata per non essere eccessivamente ingombrante, dunque può essere collocata anche in bagni non troppo ampi.

    Programmi:

    Sono 15 in modo da soddisfare appieno le varie esigenze in termini di tipologia di tessuti. Menzione speciale per quello che consente di non stirare i vestiti e riporli immediatamente nell’armadio.

    Contro
    Touchscreen:

    Il display non è il massimo in termini di visibilità e nemmeno incanta per quanto riguarda la reattività ai comandi impartiti.  

    Bolletta:

    Non vogliamo certo dire che inciderà in modo drastico sui consumi energetici ma la classe A+ non è quanto di meglio offra al momento il mercato.

    Clicca qui per vedere il prezzo

     

     

     

     

    6. Bosch WTR87T08IT Serie | 6 – Asciugatrice a pompa di calore 8 kg

     

    Tra le migliori asciugatrici dell’anno troviamo questo modello prodotto da Bosch, una garanzia a livello di qualità che potrà garantire performance elevate. Si presenta con un prezzo più alto rispetto ad altri modelli, giustificato dalla classe energetica A+++ che vi permette di usare l’elettrodomestico in modo intensivo senza preoccuparsi troppo dei consumi. 

    È la soluzione ideale per una famiglia numerosa, l’elevata capacità del cestello arriva a ben 8 kg. I diversi programmi a disposizione si adattano a diversi tessuti e capi d’abbigliamento che potrete asciugare in modo ottimale, eliminando ogni traccia di umido. 

    Oltre ad asciugarli potrà rendere i tessuti estremamente morbidi, al punto che in alcuni casi potrete anche evitare di stirare. La facilità d’uso è un altro vantaggio, in quanto vi consente di usare immediatamente l’asciugatrice senza troppe complicazioni.

    In questo articolo abbiamo raccolto dei consigli per diminuire o evitare di stirare per ore.

    Pro
    Consumi:

    Grazie alla classe energetica A+++ potrete ammortizzare i consumi dell’elettrodomestico e usarlo in contemporanea con la lavatrice senza far saltare la corrente di casa.

    Capacità:

    Il cestello da 8 kg vi consente di caricare l’asciugatrice con l’intero bucato, ideale per una famiglia di tre/quattro persone o per una coppia.

    Performance:

    Grazie ai diversi programmi potrete asciugare tutti i tessuti in maniera ottimale, rendendoli morbidi ed eliminando le pieghe.

    Contro
    Prezzo:

    Rispetto ad altre asciugatrici la Bosch si presenta con un costo molto alto, per questo ve la consigliamo solo se avete un buon budget a disposizione.

    Clicca qui per vedere il prezzo

     

     

     

    Bosch WTW84107IT Asciugatrice Carica Frontale 7kg A++

     

    1. Bosch WTW84107ITIn testa alla nostra classifica troviamo quella che a nostro avviso è la migliore asciugatrice Bosch sul mercato. Chi conosce il brand sa bene quanto sia affidabile ed efficiente e questo elettrodomestico non fa che confermare tutto il suo valore.

    La classe energetica A++ è stata assolutamente fondamentale nell’assegnazione del primo posto. Se, infatti, questo modello è il più costoso tra quelli qui recensiti, va anche detto che è quello che consuma decisamente meno. Dopo qualche mese di utilizzo, insomma, inizierete a rientrare della spesa aggiuntiva grazie a una bolletta più leggera della media.

    La capacità di carico, di 7 kg, corrisponde a quella della maggior parte delle lavatrici: potrete quindi trasferire il bucato direttamente da un elettrodomestico all’altro, senza doverlo selezionare. Le dimensioni, con una profondità di 60 cm, corrispondono alle predisposizioni presenti nella maggior parte delle case italiane.

    Il riscaldamento dell’aria avviene tramite pompa di calore. Principale vantaggiogrammi di asciugatura hanno una lunghezza media (molti utenti parlano di circa due ore per asciugare una buona quantità di panni) ed è relativamente silenziosa.

    Di seguito riepiloghiamo quelli che sono i principali pro e contro del nuovo modello di asciugatrice prodotto dalla Bosch.

    Acquista su Amazon.it (€599,99)

     

     

     

     

    Come utilizzare un’asciugatrice

     

    Avere a disposizione un elettrodomestico in grado di occuparsi del bucato, asciugandolo in tempi rapidi e con risultati soddisfacenti, è uno dei principali motivi che spinge gli utenti verso l’acquisto di una asciugatrice. Qui di seguito abbiamo raccolto alcuni consigli pratici che possono tornare utili per ottimizzarne l’uso e non fare danni con i panni e le opzioni a disposizione.

    Puntate all’efficienza energetica

    L’utilizzo di uno strumento del genere ha dalla sua un elevato consumo in termini di spesa energetica. Per questo motivo vi suggeriamo di sfruttare la macchina in orari con una bassa incidenza sul costo della bolletta, avendo avuto cura di optare per un modello con un’elevata classe di risparmio, possibilmente da A+ in su.

     

    Sfruttate il carico massimo

    Abbiate cura di ottimizzare la quantità di bucato che volete asciugare. Meglio riempire il cestello con un numero di panni che non supera la capienza massima, ma senza fare sconti sui capi inseriti. In questo modo potete beneficiare al massimo del potere asciugante dell’elettrodomestico.

     

    Fate uso della centrifuga

    Avere a disposizione un buon programma di centrifuga vi consente di asciugare quanto più possibile i panni lavati. Meglio spendere qualcosa in più in termini di tempo e ridurre l’eventualità di avere dei panni umidi o non perfettamente asciutti. Così in fase di asciugatura la macchina sfrutterà quanto guadagnato con la centrifuga.

     

    Puntate al programma adatto

    Nei modelli di asciugatrici presenti in commercio esistono una serie di funzioni pensate per venire incontro ai materiali e al tipo di lavoro sul tessuto. Vi suggeriamo di impostare un programma avendo bene in mente i panni e la tipologia da asciugare prima di far partire la macchina.

     

    Posizionate la biancheria al meglio

    Disporre all’interno dell’asciugatrice i capi in maniera studiata, è una ulteriore accortezza che vi suggeriamo di non trascurare. Aprite bene le magliette, girandole dalla parte interna e disponete piegati slip e calzini, così da ridurre al massimo le pieghe sui vestiti.

     

    Sfruttate le modalità intelligenti

    In alcune macchine sono inclusi dei sensori in grado di rilevare il tasso di umidità, capendo in questo modo il momento in cui alcuni capi sono asciutti e regolare così la potenza e l’intensità dell’asciugatura. Vi consigliamo, dove presenti, di sfruttare al meglio questi utili dispositivi, per un’asciugatura quanto più personalizzata.

    Collocate in una posizione discreta l’oggetto

    Il lavoro dell’asciugatrice porta inevitabilmente con sé una certa dose di rumorosità, anche nei prodotti di fascia alta. Per questo ci sentiamo di suggerirvi una collocazione e un uso in orari in cui non reca disturbo agli inquilini della casa o ai vicini. Meglio optare per una posizione defilata, dove possibile.

     

    Controllate il filtro

    La presenza di un filtro ha il merito di raccogliere all’interno della macchina quei pelucchi e materiali che possono andare sparsi all’interno dell’asciugatrice. Un controllo e una pulizia periodici liberano la macchina da eventuali residui e rimettono in sesto al meglio il filtro stesso.

     

     

     

    Domande più frequenti

     

    Cosa devo fare per pulire bene l’asciugatrice?

    La corretta manutenzione dell’asciugatrice prevede anche dei cicli di pulizia della macchina. Le parti da lavare sono quattro. Il cestello si pulisce con un panno umido, meglio se con una soluzione di acqua e aceto o acido citrico per rimuovere il calcare. Il filtro si lava dopo ogni ciclo di asciugatura, si rimuovono i pelucchi manualmente e si strofina bene con uno spazzolino; la presenza di impurità nel filtro può compromettere il corretto funzionamento dell’apparecchio, quindi è bene prestare la dovuta attenzione alla sua manutenzione. Il condensatore, se presente, si rimuove dal suo alloggiamento e si pulisce in acqua fredda all’incirca una volta all’anno. La vaschetta di raccolta dell’acqua si svuota quando e piena e si sciacqua velocemente per evitare la formazione di muffe.   

     

    In che modo si sfrutta al meglio l’asciugatrice Bosch?

    Come ogni prodotto fabbricato da questo famoso marchio, anche l’asciugatrice Bosch si caratterizza per un uso intuitivo e che richiede pochi e chiari passaggi. Ricorda di verificare sempre la capacità di carico massima del cestello: sovraccaricare la macchina vuol dire non farla lavorare al meglio del suo potenziale. Quindi occhio anche al tipo di tessuto da asciugare: è sempre consigliabile combinare i capi in base alla loro stoffa, il cotone non assorbe l’acqua allo stesso modo che l’acrilico, e i vestiti più delicati non vanno asciugati insieme a quelli più robusti come i jeans. La macchina è predisposta anche per fare da sé gran parte del lavoro di manutenzione, quindi la pulizia del condensatore non è del tutto a carico dell’utente. Un controllo una volta l’anno è comunque consigliato, specie se si vuole tenere sotto controllo il corretto funzionamento della macchina.

     

    Come si ricarica un’asciugatrice per utilizzarla al massimo del suo potenziale?

    Il peso, inteso come capacità di carico, rappresenta un’indicazione di massima: significa che l’occhio in certi casi vale più del dato numerico. Quindi quando si acquista l’elettrodomestico è bene cercarne uno che abbia un cestello della stessa portata di quello della lavatrice, in modo da farle andare di pari passo, ma poi al momento di caricare l’asciugatrice è consigliabile non andare oltre la metà dello spazio disponibile. Questo per evitare che troppi capi all’interno non facciano lavorare al meglio la macchina, quale che sia il sistema di asciugatura. È sempre opportuno abbinare capi dello stesso tessuto in modo che abbiano gli stessi tempi per asciugarsi al meglio. Un carico non eccessivo evita che i vestiti si stropiccino troppo in modo da non dovere ricorrere al ferro da stiro in alcuni casi, o semplificandone l’uso nella maggior parte dei casi.  

     

    Quali accorgimenti si devono seguire per istallare correttamente l’asciugatrice?

    L’asciugatrice è un elettrodomestico di dimensioni importanti, quindi come tutti i grossi dispositivi che ci danno una mano in casa, è predisposta per trovare un alloggiamento standard nella stanza che decidiamo di dedicarle.

    Di solito si tratta di elementi piuttosto ingombranti con il lato frontale di 60 cm, mentre qualche volta il designer riesce a far risparmiare qualche centimetro in profondità così da non occupare molto spazio all’interno della stanza. La carica frontale è quella più diffusa, meno comune è quella dall’alto come nelle lavatrici salvaspazio. Verifica che il sistema di raccolta dell’acqua sia interno alla macchina, spesso è presente una vaschetta che raccoglie l’umidità dei capi, se invece è presente un tubo di scarico verifica che ci sia modo di convogliare l’acqua all’esterno, in uno scarico o dentro il lavandino. La presa di corrente deve essere adeguata alla portata della macchina, quindi assicurati che sia predisposta per erogare le grandi quantità di corrente necessaria per funzionare.

    In questa sezione spieghiamo vantaggi, costi e consumi di un’asciugatrice: scopriteli!

     

    Ho poco spazio in casa, come devo fare per fissare l’asciugatrice sopra la lavatrice per non occupare troppo la lavanderia?

    Spesso il posto dedicato alla biancheria in casa non è dei più comodi, è quindi necessario fare i conti con la necessità di ottimizzare gli angoli e lo spazio aereo per far entrare quanti più accessori ed elettrodomestici utili. Una soluzione frequentemente utilizzata e quindi di facile realizzazione è la possibilità di impilare la lavatrice e l’asciugatrice in modo che sfruttino lo spazio a colonna e non in orizzontale.

    Di solito la lavatrice sta sotto, altrimenti la centrifuga rischierebbe di farla cadere, e sopra si poggia l’asciugatrice che è più statica. Esistono in commercio dei supporti specifici per fissare adeguatamente un elettrodomestico all’altro, spesso dotati di carrello estraibile che consente di tirare fuori l’asciugatrice dal suo alloggiamento se necessario. Una raccomandazione, seppure ovvia, è di assicurarsi che le dimensioni dei due elementi coincidano: di solito si tratta di  misure standard ma possono variare per quanto riguarda la profondità. Altra accortezza è che la lavatrice che poggia sul pavimento sia perfettamente perpendicolare per offrire un appoggio stabile all’asciugatrice.

     

     

    6 cose da sapere prima di comprare un’asciugatrice

     

    Siete stanchi di avere i panni stesi in casa per giorni e vi siete decisi ad acquistare un’asciugatrice? Qui di seguito troverete alcune informazioni che potrebbero esservi utili.

     

    Ampiamente utilizzato nei paesi del Nord Europa, questo elettrodomestico si è dimostrato essere un valido aiuto per dimezzare i tempi impiegati nelle faccende domestiche, tanto che anche in Italia inizia a essere presente in numerose case. Ma è davvero così indispensabile? 

    In realtà no, visto che non abbiamo lo stesso clima che c’è in Norvegia o Germania, tuttavia nelle regioni settentrionali della nostra nazione, caratterizzate da un elevato tasso di umidità e dove l’inverno si contraddistingue per le forti piogge o gelate, sembra si stia rivelando un oggetto davvero conveniente. 

    I costi di un’asciugatrice si aggirano sulla stessa cifra di qualsiasi altro grande elettrodomestico, come un forno o una lavastoviglie: la scelta dipenderà principalmente dalla vostra disponibilità economica, questo però non può essere l’unico parametro da prendere in considerazione.

     

    Quale scegliere

    Come abbiamo già accennato, i prezzi di questi articoli possono variare a seconda dell’importanza dell’azienda e della qualità dei modelli. Questo però non basta a indicarvi quale sia la migliore ed è necessario che osserviate anche altri dettagli prima di acquistare. 

    È fondamentale considerare la quantità di lavaggi che effettuate settimanalmente, così come il numero di persone di cui è composto il vostro nucleo familiare. Chi vive da solo o in coppia, e non utilizza più di una volta a settimana l’elettrodomestico per fare il bucato, forse potrebbe fare a meno dell’asciugatrice o, in alternativa, potrebbe valutare l’acquisto di un modello slim, o di una lavasciuga. 

    Quest’ultima potrebbe venire incontro anche alle esigenze di chi possiede un appartamento molto piccolo, privo di balcone, o chi è riuscito a malapena a trovare spazio per la lavabiancheria, ottimizzando in un solo oggetto, due vantaggi. 

    Per una famiglia numerosa un’asciugabiancheria potrebbe invece essere appropriata, soprattutto se in casa sono presenti dei bambini, che come ben sappiamo tendono a sporcarsi molto facilmente, riuscendo così ad asciugare i loro vestiti nel giro di pochissimo tempo. 

    Anche gli animali domestici possono essere causa di un continuo lavaggio della loro guinzaglieria, delle copertine e delle cucce, e la presenza di un elettrodomestico che ne elimini anche i peli sarebbe il sogno di numerosi proprietari.

    I modelli

    In commercio è possibile trovare numerosi modelli di asciugatrici: i loro costi variano a seconda della tecnologia adoperata per il funzionamento. Tuttavia, chi vuole spendere poco e non ha lo spazio in casa per l’elettrodomestico, potrebbe valutare l’acquisto di uno stendino elettrico o a pallone. 

    Il primo ha le bacchette riscaldabili, che ridurranno leggermente i tempi di asciugatura dei panni, il secondo tipo, invece, è una sorta di stendibiancheria verticale su cui, una volta posizionato il bucato bagnato, sarà necessario sistemare un telo che, collegato alla corrente, produrrà calore, asciugando i vestiti in meno di un’ora. 

    Si tratta ovviamente di un oggetto molto limitante, considerato che sarà possibile appoggiare pochi panni alla volta, tuttavia chi vive da solo e vuole spendere poco potrebbe trarne grandi vantaggi. Per quanto riguarda gli elettrodomestici veri e propri, potrete scegliere tra tre tipi di tecnologia: a condensazione, a gas oppure, i più commercializzati, a pompa di calore. 

    Il primo modello è il meno costoso ma consuma molta energia elettrica, circa 3 kW a ciclo, che potrebbe far lievitare notevolmente la bolletta. Nonostante ciò, è possibile trovarne anche alcuni con una classe energetica molto alta.

    Un esempio è la proposta di AEG, che si rivela essere l’asciugatrice più venduta al momento sui siti online, nonché quella più apprezzata anche per la quantità di funzioni disponibili. 

    Quelle a gas invece sono decisamente le meno comuni, poiché devono essere collegate alla valvola apposita, che nella maggior parte delle case si trova solo in cucina, limitando dunque il posizionamento dell’elettrodomestico solo in quell’ambiente. 

    Per quanto possa essere efficiente, considerata la capacità di asciugare i vestiti in poco tempo senza creare pieghe, si tratta probabilmente del modello meno comodo. La tecnologia a pompa di calore è invece la più diffusa, sia per quanto riguarda i costi, sia per l’efficienza energetica. 

    Uno degli articoli più venduti è di marca Candy, caratterizzato da un ottimo compromesso tra il prezzo e le funzionalità presenti sul pannello di controllo. Oltre questi modelli è possibile sceglierne anche alcuni che abbiano entrambe le tecnologie, a condensazione e a pompa di calore.

     

    Dove posizionarla

    Un altro dubbio, che assale molti possibili acquirenti, riguarda la collocazione dell’elettrodomestico. Chi ha la possibilità di adibire un’intera stanza come zona lavanderia, non avrà nessun problema a inserire due oggetti di grandi dimensioni. 

    Chi invece ha un appartamento piccolo può sfruttare lo spazio in altezza e optare per l’installazione a colonna, sistemando la lavatrice nella parte in basso, poiché più suscettibile alle oscillazioni della centrifuga, e sopra l’asciugatrice, appositamente fissata tramite dei kit di montaggio. 

    Questi ultimi sono disponibili in diversi modelli, alcuni dei quali provvisti di una lastra estraibile su cui poggiare i panni: è molto importante, però, sceglierli in base alle dimensioni degli elettrodomestici.

     

    Il vapore

    Nonostante in rete si possano reperire numerose informazioni a riguardo, le asciugatrici non utilizzano il vapore per funzionare. Ci sono però alcuni modelli provvisti del programma “steam”, che si rivela essere una valida alternativa al ferro da stiro.

    Infatti, grazie ai getti di umidità emanati durante il ciclo, riesce a stendere perfettamente i panni ed eliminare le grinze. Inoltre, è estremamente utile nel rimuovere gli allergeni, dunque da preferire in caso in cui abbiate delle allergie, per esempio ai pollini oppure alla polvere.

    Impatto ambientale

    L’ultimo fattore, ma non meno importante, è relativo alle emissioni di gas inquinante, nel caso di un modello provvisto di tale tecnologia, oppure di eccessiva produzione di energia elettrica, possibile causa di danni ambientali. 

    Per questo motivo, prima dell’acquisto di un elettrodomestico di grandi dimensioni, suggeriamo di effettuare una valutazione a tutto tondo riguardo i vantaggi e gli svantaggi che potrebbero esserci, e di considerare se sia effettivamente necessario avere un’asciugatrice.

     

     

    Bibliografia

    1- Come si usa un’asciugatrice
    2- Come pulire l’asciugatrice
    3- Cattivi odori dall’asciugatrice
    4- 8 Suggerimenti di manutenzione dell’asciugatrice
    5- Ecco come inserire l’asciugatrice in un bagno piccolo

     

     

    » Controlla gli articoli degli anni passati

     

    Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

     

    Bosch WTW84107IT Asciugatrice Carica Frontale 7kg A++

     

     

    Principale vantaggio:

    Asciuga delicatamente grazie all’efficacia della pompa di calore. In questo modo i capi sono pronti per essere riposti senza bisogno di stirarli e restano anche morbidi e piacevoli al tatto. 

     

    Principale svantaggio:

    Manca un sistema di scarico automatizzato per l’acqua di condensa. Un dettaglio da non trascurare visto che la vaschetta di raccolta va svuotata manualmente alla fine di ogni ciclo e il liquido potrebbe versarsi sul pavimento.

     

    Verdetto: 9.8/10

    Quello che più colpisce gli acquirenti è la morbidezza dei capi appena tolti dalla asciugatrice. Non sgualcisce né strapazza i vestiti, nemmeno quelli più delicati. È dotata di diversi programmi e fa bene il proprio dovere, con una classe energetica di tutto rispetto.

     

     

    Descrizione Caratteristiche Principali

     

    Sistema a pompa di calore

    L’asciugatrice Bosch in esame si distingue dalle altre soluzioni presenti sul mercate per via del sistema a pompa di calore. Quindi non stropiccia i vestiti con una centrifuga extra, o elettrizzando i capi. È perfetta per chi cerca un elettrodomestico che renda rapida e facile la gestione di tanti lavaggi quotidiani per famiglie numerose.

    È possibile scegliere tra vari programmi quello più adatto al tipo di bucato da asciugare. Inoltre si può selezionare una funzione speciale che consente un trattamento più delicato per i capi più speciali che lo necessitino. Non manca il programma speciale per i maglioni o gli altri indumenti di lana che temono un’azione troppo vigorosa che potrebbe infeltrirli.

    L’asciugatura graduale, grazie all’immissione di calore continuo, è normalmente la più indicata per evitare il passaggio sotto il ferro. Ma qui è possibile scegliere a priori se i capi devono essere o meno stirati.

     

    Programmazione della manutenzione

    Non tutte le asciugatrici sono predisposte per evitare l’accumulo di sostanze che ne rallentano il funzionamento. Uno dei nemici giurati per questi elettrodomestici è la lanugine che si disperde dai capi. In questo modello Bosch troviamo uno speciale filtro doppio che protegge il cestello e gli ingranaggi dai depositi di pelucchi e altre impurità che ne altererebbero il corretto funzionamento.

    Alla fine di ogni ciclo, o anche meno spesso, si potrà rimuovere il filtro e lavarlo sotto l’acqua corrente o persino in lavastoviglie. In questo modo si scongiura anche la formazione di incrostazioni o depositi che a lungo andare remano contro il buon lavoro della macchina.

    Altra accortezza da seguire per usare l’asciugatrice al meglio delle sue possibilità è di ricordarsi di prelevare l’acqua di condensa alla fine di ogni ciclo di lavaggio. La sua capacità è di circa 7 litri, ma è sconsigliato di aspettare che si riempia perché maggiore è il rischio che l’acqua si versi a terra.

     

    Facile da installare dove serve

    Le dimensioni standard e l’apertura frontale la rendono facile da posizionare ovunque serva per usarla comodamente. I suoi 60 cm di profondità sono quelli standard previsti per quasi tutti gli elettrodomestici comunemente usati in casa. Questo significa che, in base a come è organizzata la casa o la lavanderia sarà possibile incassarla all’interno dei mobili della cucina componibile, oppure montarla sulla lavatrice con l’apposita pedana per ottimizzare il più possibile l’ingombro complessivo.

     

     

    Hotpoint-Ariston TCL73B 6P/Z

     

    Al secondo posto nella nostra classifica delle migliori asciugatrici vendute online troviamo un modello che segue una filosofia molto diversa rispetto alla precedente. In questo caso, l’investimento iniziale è più limitato, ma con un consumo di classe B la spesa in bolletta sarà superiore. Potrebbe essere una buona scelta, quindi, per chi non prevede di utilizzarla per ogni bucato (magari perché in estate e in primavera basta il calore naturale), o per chi possiede una lavatrice dotata di un’ottima centrifuga, in grado di “passare” all’asciugatrice capi già ben avviati verso l’asciugatura completa.

    Le dimensioni di questo modello rientrano ampiamente nella media, così come la sua capienza di 7 litri. Lavora con un normale voltaggio a 230 volt, per cui non richiede contatori particolarmente avanzati. Mette a disposizione numerosi programmi di asciugatura, con i quali sarà bene sperimentare un po’ alla ricerca del migliore per consumo/qualità.

    Un elettrodomestico decisamente più economico del modello Bosch visto in precedenza è quello realizzato dalla Hotpoint-Ariston di cui riassumiamo brevemente le caratteristiche.

     

    Pro

    Qualità/prezzo: La Hotpoint-Ariston si caratterizza per le buone prestazioni offerte alle quali corrisponde un prezzo competitivo sul mercato e accessibile a tutte le tasche.

    Programmi: L’ampia gamma di programmi di asciugatura tra cui scegliere permette di ottenere ogni volta i migliori risultati in base ai capi che vengono inseriti.

    Risultati: I vantaggi sottolineati da numerosi consumatori riguardano sia l’elevata qualità dell’asciugatura dei capi che la velocità di esecuzione dei vari cicli.

    Partenza ritardata: La presenza della partenza ritardata permette di farla lavorare quando non si è presenti in casa e sfruttare, per esempio, i vantaggi della tariffa bioraria per aumentare il risparmio in bolletta.

     

    Contro

    Risparmio in bolletta: Appartiene alla classe B di efficienza energetica; questo significa che i consumi non sono il punto forte dell’elettrodomestico.

     

     

    DPE Monica 5800

     

    Nella nostra classifica volta a determinare la migliore asciugatrice del 2020 abbiamo deciso di inserire un modello decisamente fuori dagli schemi, ma molto apprezzato da chi ha avuto modo di acquistarlo. Si tratta di una asciugatrice a centrifuga, un elettrodomestico che non asciuga completamente i panni, ma li strizza a fondo (più di quanto riesca a fare qualsiasi lavatrice), preparandoli a un’asciugatura rapida su un normale stendino. È, quindi, un modello utile per chi abita in luoghi comunque sufficientemente caldi per completare l’asciugatura naturalmente.

    A suo vantaggio vanno una serie di fattori. Innanzitutto il costo contenuto, sia a livello di esborso iniziale (costa circa un terzo di una asciugatrice a pompa di calore), sia di impatto sulla bolletta (si parla di circa 3 centesimi di euro per un ciclo da 5 kg). Poi le dimensioni ridotte, il peso minimo e la velocità di esecuzione: appena cinque minuti!

    Si tratta, quindi, di una scelta felicissima per chi non vuole panni già asciutti e pronti da riporre, ma desidera soltanto accorciare i tempi dell’asciugatura naturale.

    La DPE Monica è un’asciugatrice a centrifuga che non asciuga completamente i panni perché prevede un breve passaggio finale sullo stendino. Ecco quali sono in breve le altre sue caratteristiche.

     

     

     

    Whirlpool AZA-HP7004

     

    Quando si tratta di scegliere un elettrodomestico per la propria cucina o per la propria lavanderia, uno dei primi brand che viene alla mente è Whirpool. Si tratta, indubbiamente, di uno dei migliori marchi del settore, ma come scegliere una buona asciugatrice Whirpool che davvero spicchi sulla concorrenza? Di sicuro, scegliendone una dotata del famoso sesto senso, una tecnologia adottata da questo brand che, mediante la presenza di sensori particolarmente affinati, ottimizza il funzionamento dell’elettrodomestico a seconda delle condizioni che si verificano a ogni utilizzo. In questo modo sia la qualità del lavoro che i consumi saranno sempre vicinissimi all’ideale auspicato dall’utente.

    A giustificare l’acquisto di un modello piuttosto costoso come questo concorrono anche la buona classe energetica (A), le dimensioni assolutamente nella media, la possibilità di impostare una partenza ritardata e la capienza di 7 chili. Con i suoi consumi energetici limitati, potrete usarla contemporaneamente ad altri elettrodomestici.

    La Whirlpool produce da decenni elettrodomestici che sono presenti nelle case di milioni di famiglie e nella nostra guida per scegliere la migliore asciugatrice non poteva mancare un prodotto realizzato dalla multinazionale americana. Ecco riassunti pregi e difetti di questo modello.

     

     

     

    Indesit IDCL G5 B H (IT) Asciugatrice

     

    I numerosi programmi di cui è dotata questa asciugatrice Indesit la rendono un buon alleato per asciugare in tempi contenuti molti tipi di tessuto.

    Questa versatilità è data dalla possibilità di scegliere tra vari programmi, più decisi o delicati e adatti a diversi tessuti o gradi di asciugatura che consentono di riporre i vestiti senza necessità di stiratura o per renderla il più possibile semplice e lasciare i vestiti poco grinzosi.

    La durata dei cicli di asciugatura a condensa variano a seconda del tipo di tessuto dei capi, la velocità alla quale sono stati centrifugati e il peso reale del carico. La capacità massima di 8 chili si può raggiungere con il ciclo dedicato al cotone, fibra robusta che di solito non teme lo sfregamento dei tessuti. Un carico meno pesante è suggerito per gli altri tessuti e in generale la casa costruttrice consiglia di lavorare il più possibile a carico ridotto per massimizzare la resa dell’asciugatrice.

    La classe energetica è la B, anche se i sensori di rilevamento dell’umidità dei capi consentono di lavorare in modo specifico in base alle necessità del carico ottimizzando i consumi.

    Tante le funzioni offerte dalla Indesit che tanti pareri positivi raccoglie da parte di chi l’ha scelta. Vediamoli in dettaglio nella lista di pro e contro che segue.

     

     

     

    Electrolux RDH3676GDE Libera Installazione Carica Frontale 7kg A+ Asciugatrice

     

    Nella nostra indagine su quale asciugatrice a pompa di calore comprare, non potevamo non prendere in considerazione una delle asciugatrici Electrolux più vendute dell’anno. Questo modello entra di diritto nella nostra classifica, e non raggiunge il podio soltanto per la presenza di una concorrenza davvero agguerrita e un prezzo più alto della media. Si tratta, in ogni caso, di un’ottima scelta dagli ottimi consumi (classe energetica A+) e dal bel design.

    Facile da utilizzare grazie alla pratica interfaccia TouchControl e dotata di un grande oblò trasparente attraverso il quale è facile rendersi conto dello stato dei propri panni, questa asciugabiancheria fornisce panni già pronti da riporre, grazie alla rotazione automatica in entrambe le direzioni che scioglie i grovigli e riduce la presenza di pieghe. È possibile impostare una partenza ritardata: in questo modo sarete certi di non disturbare nessuno con il rumore prodotto, comunque relativamente contenuto per il genere d’elettrodomestico in questione.

    Ecco una breve panoramica delle principali caratteristiche dell’ultimo prodotto presente nella nostra classifica. Se non sai dove trovare maggiori informazioni o dove acquistare uno di questi cinque elettrodomestici, in fondo a ogni recensione c’è il link che rimanda alla pagina desiderata.

     

     

    Bosch Serie 8 WTW855R9IT Libera installazione Carica frontale

     

     

    Sono diversi i punti di interesse che caratterizzano l’asciugatrice Bosch. Tra questi riteniamo sia di estremo interesse la sua capacità di rigenerare tutti quei tessuti che, essendo troppo delicati, non possono essere lavati in lavatrice. In sostanza, grazie alla forza del vapore generato vengono eliminati i cattivi odori così come lanugine e pelucchi.

    Altro punto di forza è il design con le pareti laterali che sono state concepite per garantire una buona stabilità e, secondo noi, un ottimo assorbimento delle vibrazioni. Basso, inoltre, il livello di rumorosità.

    Anche se il bucato è stato centrifugato, le pieghe che si creano vengono eliminate in buona parte grazie alla tecnologia ActiveSteam che consiste nell’erogare una certa qualità di vapore dopo il processo di asciugatura. L’asciugatrice soddisfa anche in termini di consumo energetici essendo di classe energetica A++. Dobbiamo però dire che tante buone caratteristiche hanno come conseguenza un prezzo non accessibile a tutti. 

     

     

     

    Candy Asciugatrice GVHD913A2S Grandò 9 Kg Classe A++

     

     

    Candy propone un’asciugatrice non soltanto efficace ma anche pratica sotto diversi punti di vista. In particolare vogliamo porre l’accento sul sistema Easy Case. Si tratta di un sistema di raccolta dell’acqua che normalmente viene rilasciata durante il ciclo di asciugatura. Questo sistema è integrato nella porta dell’elettrodomestico e il liquido è facile da rimuovere. 

    È un’asciugatrice intelligente, infatti è dotata di sensori in grado di rilevare il peso del bucato e in base a questo adattare il ciclo di asciugatura. 

    Tra i tessuti più delicati da asciugare c’è la lana. Ma niente paura perché il modello di Candy ha un programma dedicato a questo tessuto e la cui azione è tale da ammorbidire gli indumenti senza rovinarli. Per quanto riguarda la classe energetica è A++, dunque, buone notizie per quanto riguarda i consumi. 

     

     

     

    Miele TCH 630 WP Asciugatrice Libera Installazione a Pompa di Calore

     

     

    Quando si parla di “eccellenza tedesca” nel settore degli elettrodomestici, non si può fare a meno di pensare alla ditta Miele, e l’asciugatrice con pompa di calore 9 kg TCH 630 WP è un classico esempio degli elevati standard produttivi di quest’azienda.

    A parte la massima resa nell’efficienza energetica infatti, con una classificazione A+++, questo modello è realizzato con materiali di prima scelta, solidi ed estremamente resistenti al tempo e all’usura, è ben assemblato e rifinito. Integra anche tecnologie all’avanguardia, come lo scambiatore di calore che non richiede alcun tipo di manutenzione, per esempio, e un motore a bassa emissione di rumorosità.

    L’interno del cestello è addirittura illuminato, e i diversi programmi permettono l’asciugatura ottimizzata in base al tipo di tessuto; tra le diverse funzioni ne possiede una specifica per il trattamento della lana e una per impedire la formazione delle pieghe nei capi. L’unica pecca è il costo abbastanza alto.

     

     

     

    Hotpoint FTCD 972 6HM1 

     

     

    Punto di forza di questo modello, secondo noi, sono i 7 livelli di asciugatura selezionabili. Tanto pratica quanto utile, a nostro avviso, l’opzione antipiega che permette poi di avere degli abiti più facili da stirare. Questo modello è molto indicato a chi ha tanti capi di lana, come dimostra la certificazione Woomark Gold

    Impostando il ciclo “Rinfresca” si eliminano i cattivi odori. Il ciclo dura 20 minuti al termine dei quali si possono indossare gli abiti e uscire di casa senza timore.

    Hotpoint viene incontro anche a chi ha dei Peluche in casa e vuole asciugarli senza rovinarli, basta attivare il ciclo dedicato il quale permette di tenere i vostri pupazzi preferiti sempre in buono stato. Buona è la classe energetica (A ++) meno invece il livello di rumorosità che si assesta sui 70 dB. Dobbiamo dire che in commercio ci sono asciugatrici più silenziose. 

     

     

    » Controlla gli articoli degli anni passati

     

     

    Sottoscrivere
    Notifica di
    guest
    10 Comments
    Il più vecchio
    Il più nuovo Il più votato
    Inline Feedbacks
    View all comments
    gino
    gino
    January 16, 2018 8:19 am

    Scandaloso, ho acquistato una asciugatrice (circa 700 euro) Bosch, questa “presunta” affidabile casa costruttrice; dopo 6 mesi è stata per un mese in assistenza (non scaldava); dopo altri 14 mesi di nuovo non funzionante (stesso identico motivo). L’unica risposta che ricevo è che è fuori garanzia, dovrei spendere altri “stimati” 250 euro (per far fronte allo stesso problema che a questo punto ritengo sia un difetto di fabbrica visto il reiterarsi dell’evento) per farla funzionare nuovamente (per chissà quanto tempo). E’ così che rendete le città del futuro ecosostenibili ??? Complimenti davvero.

    Miky
    Miky
    February 5, 2018 11:07 pm

    Fregato da Bosch, ma solo per una volta, non ripeterò l’errore di acquistare un elettrodomestico di questa marca. Un’asciugatrice che ha cominciato un difetto in garanzia e ogni anno lo ripresenta identico, 160 euro di manutenzione e passa la paura e Bosch in tutto questo? Se ne fotte! Pensare che è un difetto congenito di tante di quelle macchine e Bosch a finta di niente. Ho speso i soldi per 3 volte adesso l’asciugatrice gliela tirerei in testa. Costava oltre 1000 euro, per la mia esperienza mai più bosch neanche per un trapano.

    Antonio
    Antonio
    July 15, 2018 12:15 am

    Salve, ho appena acquistato una asciugatrice HOTPOINT AQC94F5TZ1 Aqualtis. Tanti programmi, ottimi risultati, ma troppo rumorosa. Volevo sapere il vostro parere e quale mi consigliereste tra le più silenziose. Grazie.

    Alessia gullo
    Alessia gullo
    February 12, 2019 12:14 pm

    Mi limito a riportare i fatti. Ho acquistato un’asciugatrice CANDY A+++ a luglio, non asciugava. Dopo vari contatti col call center (tolga la spina, rimetta la spina, l’allontani dal muro, è troppo caldo, è troppo freddo ecc.) finalmente a gennaio, senza averla mai potuto usare, la ritirano per sostituire la pompa. L’assistenza la tiene ben 10 giorni. Una volta riportata ha funzionato solo 2 – ripeto – due – volte. Poi è ricominciato il “balletto” col call center e l’assistenza. Ancora non sono venuti neanche a ritirarla. In compenso il centro assistenza ha detto che può attivarsi autonomamente, senza apertura… Read more »

    liguoro
    liguoro
    May 7, 2019 9:36 am

    Asciugatrice candy non funziona bene difettosa modello 2018

    maria celeste lucarelli
    maria celeste lucarelli
    September 24, 2020 7:29 am

    buongiorno mi serve un consiglio ho visto un asciugatrice AKAI ASC83V ad un prezzo buonissimo me la consigliate?a me serve per asciugare asciugamani e lenzuoli

    BuonoedEconomico
    Admin
    BuonoedEconomico
    September 25, 2020 5:36 pm

    Salve Maria Celeste,

    l’asciugatrice Akai è un modello economico ma molto affidabile (si tratta di tecnologia giapponese infatti). Ha tutte le caratteristica di un’asciugatrice di fascia più alta: la partenza ritardata, diversi programmi di asciugatura, l’indicatore di tanica piena, la protezione dei bambini e un’ottima capacità di carico; l’unica “limitazione”, essendo un modello economico, è la classificazione energetica che è soltanto B, ma per il resto è un ottimo elettrodomestico. Se non hai particolari esigenze e preferisci risparmiare sulla spesa invece che sui consumi, la Akai va più che bene.

    Saluti

    Team BeE

    Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

    Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

    DMCA.com Protection Status