×
  • Lavatrici
  • Asciugatrici
  • Lavasciuga
  • Lavatappeti
  • L’asciugatrice non asciuga? Cause e soluzioni

    Ultimo aggiornamento: 16.06.21

    Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

    Questi elettrodomestici, per quanto utili ed efficienti, sono anche molto delicati e, quando smettono di funzionare, potrebbe essere dovuto a una moltitudine di fattori difficili da verificare senza i giusti consigli.

     

    Sia che abbiate acquistato un nuovo elettrodomestico, sia che utilizziate ancora quello vecchio, i problemi legati all’asciugatrice si annidano sempre dietro l’angolo e non è raro trovarsi in situazioni nelle quali l’asciugatrice non parte o non porta a termine il programma impostato. Piuttosto che prendere a martellate il povero dispositivo, che colpe non ne ha, prendetevi un momento per leggere il nostro articolo, dove vi illustreremo alcune delle cause più comuni e come porvi rimedio.

     

    Problema legato all’alimentazione

    Potrebbe sembrare una banalità, ma prima di decretare la morte di un elettrodomestico è molto importante controllare che questo sia collegato alla corrente elettrica. Potreste restare stupiti di quanti utenti, lamentandosi del fatto che l’asciugatrice non si accende, hanno poi scoperto in un secondo momento che la spina era uscita dalla presa, anche solo leggermente. 

    Se l’asciugatrice dovesse essere effettivamente collegata, verificate che l’impianto elettrico casalingo abbia la messa a terra e che sullo stesso circuito non siano presenti altri elettrodomestici dall’assorbimento importante, come per esempio una lavatrice. Prima di chiamare un tecnico, però, e spendere fior di quattrini, assicuratevi che il problema non sia l’asciugatrice collegando un altro elettrodomestico alla stessa presa, verificandone così il corretto funzionamento.

    L’asciugatrice si ferma dopo pochi minuti

    In questo caso bisogna riflettere sul significato dell’affermazione poiché i problemi possono essere molteplici. Per esempio, se notiamo che l’asciugatrice non termina il programma precedentemente impostato, potrebbe dipendere dal collegamento all’impianto idrico. Alcuni modelli sono direttamente collegati a esso come accade per le lavatrici, mentre altre dispongono di un serbatoio. In quest’ultimo caso vi ricordiamo che va svuotato dopo ogni ciclo, non effettuare questa procedura porterà l’elettrodomestico a bloccarsi proprio perché non è in grado di estrarre altra acqua dai vostri indumenti.

     

    L’asciugatrice non asciuga

    I vestiti restano umidi, a prescindere dal programma che impostate e dai capi che inserite nel cestello? La prima cosa che viene da pensare è che c’è qualcosa di sbagliato nel modo di utilizzare l’elettrodomestico, tuttavia non è sempre così e potrebbe trattarsi effettivamente di un problema tecnico, precisamente alla cinghia che fa girare il cestello dell’asciugatrice. Per accertarsi che non sia rotta e che funzioni normalmente, dovrete sollevare il pannello superiore del dispositivo e far girare manualmente il cestello, attenti a scorgere eventuale corrosione o posizioni erronee.

    Altri motivi per cui i vestiti non si asciugano sono imputabili alla resistenza, che riscalda l’aria prima di farla circolare nel cestello. Per controllare che queste siano in funzione avrete bisogno di un multimetro e del manuale di istruzioni, affinché possiate scoprire l’esatta posizione delle resistenze, dopodiché vanno scollegati i connettori per poter appoggiare le estremità del multimetro e verificare sul display che vi sia continuità.

    Alcuni modelli, però, dispongono anche di una sonda lambda che, a contatto con gli indumenti, è in grado di capire immediatamente il tempo necessario per l’asciugatura. Come è facile immaginare, se la sonda lambda è sporca o danneggiata le tempistiche potrebbero alterarsi, restituendo così panni non completamente asciutti. Qualora vogliate effettuare una pulizia della stessa potrete sfruttare un foglio di carta vetrata, sfregandolo leggermente su di essa per eliminare eventuali residui di detersivo.

    L’asciugatrice non scalda

    Oltre al già citato problema delle resistenze, la cui soluzione trovate nel paragrafo precedente, esiste anche un sensore di temperatura, che consente l’autoregolazione durante un programma. Se questo presenta qualche problema, quindi, i valori verranno impostati in modo errato, facendo interrompere il ciclo prematuramente. 

    Anche in questo caso il modo migliore per verificarne l’integrità è disporre di un multimetro: il primo passo è individuare il sensore, che di norma è posizionato nella parte posteriore, dopodiché vanno scollegati i connettori e infine, nello stesso luogo, vanno appoggiati i puntali del multimetro. Se c’è continuità allora il sensore funziona e il problema potrebbe essere altrove.

     

    L’asciugatrice non scarica acqua

    L’umidità estratta dagli indumenti viene raccolta e poi espulsa dall’elettrodomestico ma se lo scarico non funziona potrebbe voler significare che la pompa addetta allo scopo sia intasata. Si può immediatamente capire se la pompa non funziona correttamente quando il dispositivo smette di funzionare mentre è in corso un programma. Per escludere la pompa dai sospettati controllate prima la vaschetta dell’acqua, se questa è piena va infatti svuotata per far sì che l’asciugatrice riprenda a funzionare correttamente.

    Se nei modelli a condensazione l’asciugatrice non raccoglie l’acqua nella vaschetta, vuol dire che i filtri sono ostruiti. È molto più semplice identificare questo problema perché i moderni dispositivi come l’asciugatrice slim, dispongono di una spia apposita che vi comunica la necessità di pulirli. Di norma è importante effettuare questa procedura dopo ogni ciclo, assicurandosi di non far partire mai l’apparecchio se i filtri non sono correttamente inseriti, eviterete così seri danni al dispositivo.

     

    La scheda elettronica è difettosa

    Si tratta del cervello delle asciugatrici moderne, se il problema è legato a questa molto probabilmente sarete costretti a cambiare del tutto l’elettrodomestico dal momento che la sostituzione con un pezzo originale potrebbe essere molto più costosa.

    Cosa non mettere nell’asciugatrice?

    Concludiamo il nostro articolo con una comoda lista di indumenti da non inserire mai nell’elettrodomestico, non solo per allungarne la vita ma anche per evitare che questi si rovinino. Tra i più comuni abbiamo il pile, che essendo sintetico può facilmente restringersi ad alte temperature, seguito dalla seta che necessita di asciugatura all’aria aperta e a contatto diretto con i raggi del sole, stesso dicasi del lino e del raso, che si rovinano a temperature troppo alte.

    Ciò non vuol dire però che l’asciugatrice sia inutile, i vestiti sintetici possono essere infatti inseriti a patto però che si rispetti la loro natura impostando il programma adatto, con una durata non superiore alla mezz’ora. Fate molta attenzione anche alla lana, che infeltrisce sia in asciugatrice sia in lavatrice, richiedendo quindi un trattamento di pochi minuti.

     

     

    Vuoi saperne di più? Scrivici!

    0 COMMENTI

    Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

    Buono ed Economico © 2021. All Rights Reserved.

    DMCA.com Protection Status