n n
n
n
▷ Le migliori asciugatrici a pompa di calore. Classifica e Recensioni

Le 5 Migliori Asciugatrici a Pompa di Calore del 2019

Ultimo aggiornamento: 05.12.19

Asciugatrice a Pompa di Calore – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Dai un’occhiata alla nostra guida prima di acquistare la tua asciugatrice. Qui ti anticipiamo brevemente le caratteristiche delle prime due classificate: Candy 31100702 è un modello tecnologicamente molto avanzato, caratterizzato dall’elevata capienza, ben 10 kg, dal doppio sistema di scarico – a cassetto e a tubo – e dalla notevole silenziosità. Bosch WTW84107IT vanta un ottimo rapporto qualità/prezzo e classe di efficienza energetica A++ che garantisce un consistente risparmio in bolletta.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere la miglior asciugatrice a pompa di calore?

 

Dal punto di vista tecnologico esistono due tipi di asciugatrici, a ventola o a pompa di calore. Queste ultime utilizzano un sistema di estrazione dell’umidità simile ai frigoriferi e ai condizionatori d’aria. Ne consegue un risparmio energetico notevole rispetto ai modelli tradizionali, tale da consentire a questi prodotti di arrivare senza problemi in classe di efficienza energetica A.

Come scegliere tra le tante presenti sul mercato? Oltre al prezzo e ai consumi, presta attenzione a come viene scaricata l’acqua di risulta. Le più comode ti consentono ora l’attacco diretto alla rete fognaria, senza bisogno di svuotare manualmente l’apposito cassonetto alla fine di ogni lavaggio come succede invece nei modelli più datati.

 

 

Si risparmia veramente?

Confronta i prezzi tra quelle a pompa e a ventola e scoprirai che la differenza è notevole, a volte anche del doppio. Certo, nel tempo il risparmio sulla bolletta della corrente consente di compensare la differenza. Questo però dipende da quanta necessità hai di utilizzare l’apparecchio. Detto in due parole, non sempre l’acquisto di questo elettrodomestico è conveniente, soprattutto se si ha la fortuna di vivere in zone dove si può stendere il bucato fuori in inverno.

Comunque, difficilmente troverai in vendita i vecchi dispositivi con sistema di asciugatura a ventola. La tendenza dei produttori è infatti orientata ad abbandonare questa tecnologia, se non altro per una questione di abbattimento delle emissioni inquinanti.

 

Attenzione al rumore

Un dettaglio tutt’altro che trascurabile, sottolineato da diverse guide per i consumatori, è la rumorosità. È bene quindi controllare i decibel prodotti, che dovrebbero essere riportati sulla scheda tecnica. Se presenti, leggi i commenti e le recensioni lasciate dagli utenti sotto i singoli prodotti.

Altri parametri tecnici da valutare sono la capacità di carico, le dimensioni e l’ingombro dell’apparecchio, nonché, come già sottolineato, il consumo energetico e il tipo di scarico dell’acqua. Dai anche un’occhiata ai tempi di asciugatura, che variano in maniera considerevole da modello a modello.

Da chi la compro?

A chi rivolgersi per il tuo acquisto? Anche facendo una classifica, non esiste una migliore marca di asciugatrice, in quanto tutti i grandi produttori di elettrodomestici hanno in catalogo questo elettrodomestico. Che sia quindi Bosch, Candy o Whirlpool, si è sempre sicuri di acquistare un prodotto di qualità. Per chi è attento a questo aspetto, segnaliamo che la leader di mercato è stata per molti anni la svedese Electrolux.

Per concludere, ricordiamo che i modelli più avanzati sono ora in grado di autoprogrammarsi, in modo da far partire la macchina e gestire tutto il ciclo di asciugatura quando non ci sei. Infine, attenzione ai capi delicati: lana e seta potrebbero subire seri danni, per cui verifica sempre l’esistenza degli appositi programmi.

 

Le 5 Migliori Asciugatrici a Pompa di Calore – Classifica 2019

 

Come scegliere una buona asciugatrice a pompa di calore? Rispetto ai tradizionali modelli a ventola, gli apparecchi forniti di questa nuova tecnologia risolvono molto meglio il problema del risparmio energetico, arrivando a consumare anche il 75% di corrente in meno; sono in sostanza un’ottima soluzione sia per l’ambiente che per le tue tasche. Per darti un’idea di quello che offre il mercato, abbiamo redatto una classifica di quelli che secondo le nostre ricerche risultano al momento i cinque migliori prodotti venduti on line.

 

1. Candy GVH D1013A2-S Caricamento Frontale 10kg A+

 

Principale vantaggio:

Il marchio italiano Candy è di per sé una garanzia di affidabilità, ma questa asciugatrice ha anche il pregio di integrare tecnologie di ultima generazione, come i sensori intelligenti per rilevare autonomamente la quantità di bucato caricata e lo stato di asciugatura.

 

Principale svantaggio:

Si tratta di un difetto comune a quasi tutti gli elettrodomestici di questo genere, ovviamente parliamo della rumorosità; l’emissione sonora di questa asciugatrice, infatti, raggiunge la soglia dei 67 decibel.

 

Verdetto 9.8/10

Grazie alle ottime caratteristiche possedute, e all’eccellente rapporto qualità-prezzo, l’asciugatrice Candy è una delle preferite dai consumatori.

Acquista su Amazon.it (€599,99)

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Asciugatrice a pompa di calore

Candy è uno dei marchi preferiti dagli italiani per quanto riguarda gli elettrodomestici; l’azienda, infatti, rappresenta uno dei pilastri storici della ricostruzione industriale nell’Italia del dopoguerra, e una delle prime ditte di elettrodomestici ad acquisire rilevanza sull’intero territorio nazionale.

Col passare degli anni l’azienda si è evoluta e cresciuta fino a diventare un Gruppo, assorbendo anche altre ditte di elettrodomestici famosi, come le americane Kelvinator e Hoover, la prima famosa per la produzione di frigoriferi, la seconda per gli aspirapolvere.

L’asciugatrice Candy GVH D1013A2-S è un modello a pompa di calore appartenente alla nuova gamma di asciugatrici GrandÒ Vita, caratterizzate da un design innovativo, migliori prestazioni e un display LED del 30% più grande rispetto ai modelli precedenti, per offrire una migliore visibilità e una maggior facilità d’uso.

Ridotto consumo di energia e di acqua

Le sue caratteristiche sono a dir poco eccezionali, a cominciare dall’efficienza energetica nella quale raggiunge la classe A+; oltre al basso consumo di elettricità, Candy ha posto particolare attenzione anche al problema dello spreco d’acqua, mettendo a punto il rivoluzionario sistema EasyCase, che permette di raccogliere l’acqua rilasciata durante il ciclo di asciugatura in una tanica integrata all’interno del portello.

Questa potrà poi essere rimossa in maniera facile, grazie alla sua forma bilanciata e alla maniglia ergonomica, permettendo di riutilizzare l’acqua per le pulizie domestiche ed evitando così inutili sprechi.

Per quanto riguarda le prestazioni, invece, l’asciugatrice GVH D1013A2-S offre una capacità di carico di ben 10 chili e 19 diversi programmi uno dei quali, il Woolmark, è dedicato esclusivamente all’asciugatura dei capi in lana, solitamente più delicati e facili a rovinarsi; ha anche la partenza ritardata, programmabile fino a un massimo di 24 ore, l’indicatore sonoro di fine ciclo, un sensore “Kg Detector” che rileva in maniera autonoma il peso della biancheria caricata e ottimizza di conseguenza il ciclo di ricarica, e un sensore che rileva se la biancheria è perfettamente asciutta o ancora umida, facendo ripartire il ciclo di asciugatura in modo automatico in caso di bisogno.

 

Eccellente rapporto qualità-prezzo

Gli acquirenti sono rimasti molto soddisfatti da questa asciugatrice, soprattutto grazie al prezzo decisamente vantaggioso rispetto a quello posseduto dai modelli di fascia analoga prodotti dalle ditte concorrenti; l’unica pecca, purtroppo, è il livello di rumorosità dell’elettrodomestico, ma si tratta di un difetto comune a quasi tutte le asciugatrici in commercio, fatta forse eccezione soltanto per i modelli di fascia alta che però hanno un costo decisamente più elevato.

Secondo gli acquirenti però, questo aspetto non incide minimamente sul suo eccellente rapporto qualità-prezzo.

 

Acquista su Amazon.it (€599,99)

 

 

 

2. Bosch WTW84107IT Asciugatrice Carica Frontale 7kg A++

 

2-bosch-wtw84107itUn po’ meno capiente in comparazione ad altri modelli, in compenso è piuttosto economica, avendo a detta degli utenti dei consumi davvero bassi. Non è certo un caso se risulta tra i prodotti più venduti, anche per via del marchio che è uno dei più prestigiosi del settore.

C’è però da dire che presenta alcuni difetti che ci impediscono di assegnargli la palma della migliore asciugatrice a pompa di calore del 2019.Ci riferiamo alla rumorosità, sui 65 decibel, uguale a quella di una radio ad alto volume, e ai cicli, che sono molto lunghi.

Insomma, difficile da usare la sera o la notte, a meno che tu non abbia una stanza isolata dove collocarla per non sentirne il continuo ronzio.

Un altro problema è lo scarico, che è solo a cassetto. Dovrai pertanto sobbarcarti l’ingrata opera dello svuotamento a mano dell’acqua di risulta a fine asciugatura.

Visto che le asciugatrici non sono vendute proprio a prezzi bassi, conviene sempre scegliere un nuovo modello che garantisca almeno un buon risparmio energetico come questa Bosch. Prima di acquistarla però, conviene vedere quali sono le sue caratteristiche principali e il suo unico difetto, leggendo qui di seguito.

Pro
Consumo:

I consumi davvero bassi di questo modello sono uno dei suoi vantaggi principali. Il risparmio d’altronde non dispiace a nessuno, specialmente quello energetico.

Efficace:

Gli utenti sono davvero rimasti soddisfatti dell’asciugatura, soprattutto chi non ama particolarmente stirare.

Capacità:

Ha una capienza di 7 kg, più che sufficiente per inserire sia capi di abbigliamento che biancheria pesante come asciugamani o coperte.

Pratica:

Dispone di una comoda vaschetta per svuotare l’acqua raccolta, proprio come se fosse una lavatrice. Ideale per chi non ha mai usato un elettrodomestico simile.

Contro
Rumorosa:

Quando viene attivata arriva a una rumorosità di 65 decibel, cosa che ne impedisce l’utilizzo nelle ore di riposo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Electrolux Rex RDH3676GDE Asciugatrice Carica frontale 7kg A+

 

3-electrolux-rdh3676gdeDi capienza e dimensioni medie, questo modello della svedese Electrolux, ex regina del settore fino al 2006, ripropone vantaggi e svantaggi comuni a questo tipo di apparecchio.

Se da un lato bisogna rassegnarsi allo svuotamento a mano, mancando la possibilità di collegarla direttamente alla rete fognaria, dall’altro preserva i tessuti grazie al sistema di asciugamento a bassa temperatura, una caratteristica da prendere in considerazione quando ci si chiede quale asciugatrice a pompa di calore comprare.

Ottimi i consumi, al punto che è possibile farla andare insieme alla lavatrice senza timore di mandare in tilt l’impianto elettrico di casa per sovraccarico. I cicli sono più veloci della media, con conseguente risparmio di tempo e di denaro.

Nella nostra guida per scegliere la migliore asciugatrice non poteva mancare un modello Eletrolux, una marca che non ha bisogno di presentazioni nel mondo degli elettrodomestici. La recensione prosegue con un elenco dei punti positivi e negativi del prodotto.

Pro
Consumi:

La classe energetica A+ assicura un basso consumo, al punto che si potrà utilizzare mentre ci sono altri elettrodomestici in azione senza far scattare il contatore o trovarsi con una bolletta da panico tra le mani a fine mese.

Tessuti:

Verranno tenuti in salvo da un sistema di asciugamento a bassa temperatura. Così li si potrà tirare fuori dall’asciugatrice in condizioni ottimali.

Cicli:

A quanto pare i cicli di questa lavatrice sono superiori rispetto alla media degli altri prodotti, ideale per chi ha fretta e deve asciugare molti capi di abbigliamento.

Contro
Svuotamento:

Come molti altri modelli simili, anche questa asciugatrice deve essere svuotata a mano dato che non è possibile collegarla alla rete fognaria.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Whirlpool AZA-HP7004 Asciugatrice

 

4-whirlpool-aza-hp7004Classica asciugatrice a condensazione con pompa di calore che però, a differenza di altri modelli, risolve con intelligenza il problema dello scarico grazie al doppio sistema a tubo e cassonetto. È quindi possibile collegare l’apparecchio direttamente alla rete fognaria, evitando la scocciatura di doverla svuotare alla fine del programma.

Altro aspetto che la contraddistingue è la velocità dei cicli di asciugatura, che sono simili a quelli di una lavatrice. Questo consente una notevole ottimizzazione dei tempi, che si rivelerà comoda per chi vive contando i minuti dell’orologio.

Comparando le varie offerte, risulta buono anche il prezzo, inferiore rispetto a prodotti analoghi. Unico problema il rumore, che con ben 69 db dichiarati dallo stesso produttore non è certo un leggero ronzio.

Come abbiamo visto, i consumatori che proprio non ne vogliono sapere di scaricare l’acqua a mano, possono puntare su questa Whirpool. Prima di andare sulla pagina del negozio per vedere la scheda del prodotto, consigliamo di dare un’occhiata al riassunto dei pro e contro.

Pro
Scarico:

Niente più scaricamento dell’acqua a mano grazie al doppio sistema a tubo e cassonetto. Si potrà collegare alla rete fognaria e lasciare che faccia da sola una volta finito il ciclo.

Ciclo:

A tal proposito, bisogna menzionare la velocità del ciclo, paragonabile a quello di una lavatrice. Così si potrà usare più volte nell’arco della giornata, senza dover aspettare ore prima che finisca.

Prezzo:

Rispetto ad altri prodotti, quest’asciugatrice viene venduta a un costo più basso. Ideale per chi ha un budget limitato.

Contro
Rumore:

Arriva fino a 69 dB che potrebbero essere eccessivi e impedire un utilizzo notturno o nelle ore di riposo pomeridiano.

Resistenza:

Diversi utenti si sono lamentati della bassa resistenza dell’asciugatrice che a quanto pare potrebbe rompersi facilmente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. AEG T7DBE831 Asciugatrice Carica frontale 8kg A+

 

5-aeg-asciugatrice-t7dbe831È un nuovo modello che presenta alcune interessanti novità a livello tecnologico che ne fanno l’apparecchio più avanzato della nostra classifica. La durata del programma viene autoregolata dalla macchina in base al volume caricato e all’umidità ancora presente nel bucato, regalandoti quindi una gestione del tutto automatizzata.

Asciuga senza rischi anche stoffe molto delicate come la seta e la lana. Essendo dotato di partenza ritardata, puoi decidere tu a che ora farla partire anche se non sei in casa. Infine, l’avveniristico pannello di controllo con TouchScreen la rende semplice da comandare come il tuo smartphone.

Rispetterebbe tutti i nostri consigli di acquisto se non fosse per il rumore: non è certo silenziosa, sviluppando ben 66 decibel. Quindi, attenzione ai vicini.

Se si è disposti a spendere una cifra elevata per portare a casa un prodotto di alto livello tecnologico, allora questa AEG potrebbe proprio essere il modello giusto per le proprie esigenze. Meglio assicurarsene però, vedendo il riassunto delle sue caratteristiche.

Pro
Tecnologica:

La durata del programma viene regolata automaticamente dall’elettrodomestico grazie a un calcolo del peso caricato e all’umidità del bucato.

Pratica:

Può essere impostata con un timer per farla partire quando non si è in casa, il tutto grazie a un comodo pannello Touch Pad.

Contro
Prezzo:

Costa di più di altri modelli in circolazione, d’altronde tutta questa tecnologia in qualche modo la si dovrà pur pagare.

Rumorosa:

Un difetto comune a molte asciugatrici che forse in questo caso poteva essere evitato, visto tutto il comparto tecnologico del modello.

Acquista su Amazon.it (€470,01)

 

 

 

Candy GVH D1013A2-S Caricamento Frontale 10kg A+

 

1-candy-31100702Marchio storico dell’industria del bianco, Candy non poteva certo mancare di avere in catalogo questo elettrodomestico. Si tratta di un modello dall’ingombro nel complesso contenuto, che può essere sistemato in bagno.

Si differenzia per via della silenziosità, una caratteristica che apprezzerai soprattutto se fai lavorare il dispositivo nelle ore serali o notturne, in modo da trovare il tuo bucato asciutto e fragrante al tuo risveglio. Buona la capienza – 10 chili – e molto utile e comodo il doppio sistema di scarico, sia a cassetto che a tubo.

Puoi quindi scegliere se collegarla direttamente alla rete fognaria come una ordinaria lavatrice, o mantenere il tradizionale svuotamento manuale.

Lo speciale sensore interno consente infine di rilevare in automatico se la biancheria pesante (ad esempio gli asciugamani) è pronta o no, e nel caso di far ripartire la macchina per un altro ciclo. Senza dubbio una delle migliori asciugatrici a pompa di calore in circolazione.

Chi non in cucina ha già una lavastoviglie o lavatrice, potrà trovare molto comodo questa Candy che, come abbiamo visto, può essere posizionata in bagno senza occupare troppo spazio. Prima di chiudere la recensione, presentiamo una rassegna dei suoi lati positivi e negativi insieme al link dove acquistare l’asciugatrice a un prezzo davvero allettante.

Pro
Compatta:

Come abbiamo visto, l’asciugatrice in questione ha delle dimensioni abbastanza compatte, ideale per chi vuole sistemarla in bagno.

Silenziosa:

Secondo i pareri degli utenti, questa lavatrice si è rivelata molto silenziosa. Grazie a questa caratteristica, la si potrà azionare anche durante la notte o nelle ore pomeridiane mentre ci si riposa.

Capienza:

Può contenere fino a 10 chili, così si potranno asciugare grandi quantità di capi di abbigliamento e trovare tutto pronto all’uso.

Sensore:

Un sensore interno rileva automaticamente se la biancheria pesante è pronta o meno, facendo ripartire la macchina per un altro ciclo, se necessario.

Contro
Prezzo:

Non è il modello più economico disponibile sul mercato, per questo consigliamo di valutare un altro prodotto nel caso si abbia un budget limitato.

Acquista su Amazon.it (€599,99)

 

 

 

Come utilizzare un’asciugatrice a pompa di calore

 

Fare il bucato in inverno è sempre un problema. Dopo lavati, gli abiti possono restare umidi anche per diversi giorni e c’è il rischio di restare senza ricambi. Per non parlare poi, del fastidio di avere lo stendino occupato, senza parlare di quando, per le avverse condizioni climatiche, è necessario far asciugare gli abiti in casa, un ingombro non di poco conto. Ma la soluzione c’è e si chiama asciugatrice a pompa di calore.

Centrifugare il bucato

La prima operazione da compiere, non riguarda l’asciugatrice ma la lavatrice. Per ottenere risultati più rapidi e soddisfacenti è bene che il bucato sia ben centrifugato: in questo modo si elimina gran parte dell’acqua.

 

Sistemare il bucato con cura

Dopo la necessaria operazione di centrifuga, arriva il momento di caricare l’asciugatrice. Gli indumenti vanno posti al suo interno con una certa cura. Innanzitutto, se il bucato è appallottolato, cercate di sistemarlo un po’. Insomma, non bisogna mettere dentro l’asciugatrice indumenti raggomitolati e non perché questo possa causare la rottura dell’elettrodomestico ma solo per essere certi che tutto si asciughi alla perfezione.

 

Come riempire il cestello

Bisogna stare attenti a non esagerare quando si mette il bucato nel cestello, che non deve essere stracolmo, altrimenti non tutto il contenuto si asciugherà a dovere. Sebbene il cestello vi sembrerà spazioso, è buona norma non caricarlo oltre la metà. Bisogna tener presente che al suo interno, per effetto del calore, gli abiti tendono a gonfiarsi e dunque a occupare maggior volume rispetto a quello iniziale.

I tessuti

I diversi tessuti richiedono tempi differenti per l’asciugatura. Per tale ragione sarebbe opportuno suddividerli in sintetici, cotone leggero e cotone pesante e dunque farli asciugare separatamente. Sia chiaro, nulla vieta di mettere tessuti diversi nello stesso cestello ma in questo caso bisognerà impostare il tempo massimo necessario all’asciugatura del tessuto più ostico.

 

Quando togliere il bucato

Sarebbe una buona cosa evitare che il bucato si asciughi del tutto, andrebbe tolto dall’asciugatrice quando è ancora leggermente umido. Il motivo lo spieghiamo subito, il troppo calore rende le grinze più difficili da eliminare.

 

Manutenzione

La manutenzione non prevede nulla di complicato: l’importante è pulire periodicamente i filtri e togliere l’acqua accumulata all’interno del serbatoio. Quest’ultima operazione conviene farla ogni volta che si usa l’elettrodomestico. Un piccolo trucco per ridurre i tempi di asciugatura: nel caso di un programma lungo, con un bucato molto umido e pesante si può mettere l’asciugatrice in pausa e svuotare il serbatoio. In questo modo si asciugherà tutto più velocemente.

 

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (68 voti, media: 4.78 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status