Il miglior reggisella telescopico

Ultimo aggiornamento: 15.11.18

 

Reggisella telescopici – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

Dai un’occhiata alla nostra guida prima di scegliere il giusto reggisella telescopico per la tua bici. Si tratta di un accessorio che ti permetterà di massimizzare le prestazioni, soprattutto in discesa, ma va scelto con cura per evitare che risulti troppo alto anche quando è abbassato al massimo. Dopo la spiegazione di alcune caratteristiche generali, potrai leggere le nostre brevi recensioni sui modelli più apprezzati online. Scopri quali sono ma, se non hai molto tempo, ecco una sintesi dei primi due classificati: KS E-Ten ETENR 100 30.9 è il modello entry level della Kind Shock, una delle aziende più note del settore, che stupisce per l’ottimo rapporto qualità/prezzo. Le specifiche sono: diametro 30,9 mm, escursione 100 mm, lunghezza 385 mm. Il comando è sul manubrio. Xlc All Mtn Sp-T05 ha invece un diametro 31,6 mm, lunghezza di 400 mm ed escursione di 100 mm. Ci sono due versioni di questo reggisella, da scegliere in base al proprio peso: 60-90 kg, 80-110 kg.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior reggisella telescopico

 

In questa guida cerchiamo di spiegare a cosa serve un reggisella telescopico e di analizzarne brevemente caratteristiche e tipologia. Nella classifica in basso è invece riportata la recensione dei modelli che ci hanno colpito di più: li abbiamo scelti tra quelli più apprezzati sul mercato e tra quelli col miglior rapporto tra performance e prezzo.

 

 

Guida all’acquisto

 

Cos’è e a cosa serve

Gli appassionati di ciclismo che vogliono ottenere prestazioni superiori dalla loro bici, specialmente in discipline come mtb ed enduro, sanno che è importantissimo cambiare la posizione per assumere l’assetto migliore sempre, su ogni tipo di percorso e pendenza.

Ecco quindi che entra in gioco il reggisella telescopico, il tubo in acciaio, alluminio o carbonio (nei modelli della migliore marca) che collega il telaio alla sella. Grazie a questa innovativa componente, è possibile variare l’altezza della sella senza scendere dalla bici per farlo manualmente, perdendo tempo e ritmo.

Si tratta quindi di un accorgimento importantissimo per affrontare al meglio le discese abbassando la sella e avere maggiore mobilità e poi facendo l’inverso in salita: l’ideale quindi per attaccare al massimo le discese e spingere in salita senza perdere tempo e concentrazione.

Confronta i prezzi dei vari modelli e scoprirai differenze significative: in ogni caso, va detto che questo accessorio è stato ideato da pochi anni e il costo rimane in generale elevato, da solo è superiore a quello di una mtb economica.

 

Specifiche tecniche

I reggisella sono sempre stati costruiti in modo artigianale e i vari produttori hanno adottato diverse misure per quanto riguarda il diametro e la lunghezza e ancora oggi si trovano numerose versioni. Quindi la prima cosa da fare è controllare se il proprio telaio è predisposto per accogliere il reggisella di un certo diametro: è possibile comunque impiegare degli adattatori se il reggisella è più piccolo, ma se ha il diametro maggiore del telaio non si può fare niente.

Poi bisogna scegliere la lunghezza adeguata e l’escursione dell’alberino (misurate in millimetri) in modo da non rischiare di avere un prodotto che sia sempre troppo alto anche quando è abbassato al massimo. Per non sbagliare occorre tenere conto di altri parametri tecnici come fuori sella, massimo e minimo inserimento del reggisella nel telaio. Per avere informazioni più precise in merito rimandiamo qui.

 

 

Comando remoto o sul reggisella

Per quanto riguarda il meccanismo che permette al reggisella di alzarsi e di abbassarsi, ci sono due opzioni: nel primo caso, l’alberino si ferma a dei livelli intermedi determinati, nel secondo caso non lo fa, avanzando per valori minimi, infinitesimali.

Questo meccanismo può essere attivato da una leva integrata nel reggisella stesso: se si sceglie questa opzione, bisogna tenere conto che il ciclista dovrà naturalmente togliere una mano dal manubrio ogni volta che vuole effettuare la regolazione.

L’altra opzione prevede il comando posto invece sul manubrio – e qui bisogna controllare se va sul lato destro, sinistro o può andare bene su entrambi – che è simile al cambio e quindi permette di modificare l’altezza con maggiore comodità. Il cavo che collega il reggisella al manubrio può passare esternamente o internamente al telaio.

Come si monta un reggisella? Oltre alle indicazioni fornite si possono trovare diversi video esplicativi su Internet: eccone uno qui.

 

I migliori reggisella telescopici del 2018

 

Dunque come scegliere un buon reggisella telescopico per la propria bici? Dopo le considerazioni generali che abbiamo visto nella guida in alto, adesso ci concentriamo sui nostri consigli d’acquisto: si tratta dei modelli che ci hanno colpito di più per il rapporto tra prestazioni offerte e prezzo di vendita. Scopri quali sono e fai una comparazione.

 

Prodotti raccomandati

 

KS E-Ten ETENR 100 30.9

 

Chi cerca il miglior reggisella telescopico per la propria bici molto probabilmente si troverà a valutare alcuni modelli della Kind Shock, tra le aziende più note nel settore degli accessori per biciclette.

Ecco le specifiche del suo E-Tenr, tra i prodotti più venduti online: diametro 30,9 mm, escursione 100 mm, lunghezza 385 mm.

Questo reggisella telescopico KS per mountain bike ha il suo punto di forza nell’eccezionale rapporto qualità/prezzo: il costo è accessibile e le performance sono elevate, lo conferma la stragrande maggioranza degli utenti di ogni statura che raramente hanno avuto qualcosa da ridire: ideale per il ciclista occasionale che non vuole spendere un capitale ma non sa rinunciare a un modello affidabile e robusto.

La presenza del controllo remoto da manubrio migliora il comfort e l’efficienza di questo accessorio.

La nostra guida per scegliere il miglior reggisella telescopico pensiamo possa essere di grande interesse, o almeno ce lo auguriamo, per tutti i lettori che hanno la passione della bicicletta. Abbiamo cercato di selezionare gli articoli più interessanti e mettere in luce sia i punti forti sia quelli deboli o comunque poco convincenti.

Pro
Materiali:

Il reggisella ha convinto per la sua solidità e più in generale, per la buona qualità dei materiali impiegati per la sua realizzazione.

Regolazione:

L’altezza del reggisella può essere regolata in tutta comodità dal manubrio, senza dover scendere dalla bicicletta.

Contro
Montaggio:

Montare il reggisella sulla bicicletta è stata un’operazione non proprio agevole. Più di una persona si è lamentata delle difficoltà incontrate.

Costo:

Chi decide di acquistare questo modello deve essere pronto a spendere un bel po’ di euro, in definitiva la spesa da affrontare è alta seppur accessibile.

Acquista su Amazon.it (€149)

 

 

 

Xlc All Mtn Sp-T05

 

È uno dei più venduti e apprezzati sul mercato e non poteva mancare nella nostra classifica dei migliori reggisella telescopici del 2018. Queste le sue specifiche: diametro 31,6 mm, lunghezza 400 mm, escursione 100 mm.

Parliamo di un modello robusto, realizzato in alluminio e anche in questo caso il prezzo è competitivo. Il comando è sul canotto: azionando la leva, la sella si alza o si abbassa fino a raggiungere l’altezza desiderata.

Come conferma la maggior parte dei consumatori, il movimento è rapido e fluido. Xlc ha due versioni di questo prodotto, da scegliere accuratamente in base al proprio peso. In particolare, il range è tra 60 e 90 kg in un caso e tra 80 e 110 kg nell’altro.

Questo reggisella telescopico da 31,6 mm è senza fili e ha un arretramento di 15 mm. Si blocca tranquillamente all’altezza desiderata.

Se invece cercate qualcosa di più economico rispetto al modello visto in precedenza, possiamo proporvi lo Xlc All Mtn Sp-T05. Si tratta di un reggisella che ha raccolto parecchi pareri positivi.

Pro
Fluidità:

I ciclisti hanno apprezzato parecchio il movimento del reggisella nell’alzarsi e abbassarsi, descrivendolo come molto fluido.

Robusto:

Gli appassionati di bici che hanno acquistato il prodotto ne hanno esaltato la sua buona qualità costruttiva.

Contro
Controllo:

A differenza di altri modelli, anche più costosi, la leva per abbassare e alzare il reggisella non si può azionare dal manubrio.

Enduro:

Il reggisella appare poco adatto per praticare l\'enduro, è quanto affermano i ciclisti che si cimentano in questa disciplina.

Acquista su Amazon.it (€110,6)

 

 

 

Kind Shock Eten ETENR272410100

 

Se non sai quale reggisella telescopico comprare, Kind Shock (KS) rappresenta un punto di riferimento nel settore degli accessori e dei ricambi per bici. L’azienda taiwanese con partner in diverse parti del mondo si vanta di essere la più antica produttrice di reggisella.

In ogni classifica si trova uno dei suoi prodotti. Prima abbiamo già visto il suo Etenr, il reggisella low cost dalle grandi prestazioni che accontenta anche gli appassionati più esigenti. Qui cambiano le specifiche, che in questo caso sono: 27,2 mm di diametro, 410 mm di lunghezza e 100 mm di escursione.

Non cambiano invece le caratteristiche già viste per l’altro modello: anche qui infatti abbiamo un modello con passaggio del cavo esterno e il controllo da montare sul manubrio, a destra o a sinistra, è indifferente.

Non cambia neanche il grande apprezzamento dei ciclisti che hanno gradito, in particolare, la discreta leggerezza abbinata alla notevole robustezza e il costo assolutamente competitivo. Il movimento è perfetto sia in discesa che in salita.

Proseguiamo la nostra guida con un altro articolo firmato King Shock, un marchio molto apprezzato tra i ciclisti. Dopo un’attenta analisi, abbiamo avuto modo di individuare i seguenti pregi e difetti che poniamo immediatamente alla vostra attenzione.

Pro
Prezzo:

Tra i reggisella venduti a prezzi bassi questo modello, secondo noi, può vantare il miglior rapporto tra la qualità e il costo.

Controllo remoto:

Anche in questo caso è presente il controllo remoto, una comodità assoluta secondo noi, che permette di regolare l’altezza della sella senza togliere le mani dal manubrio.

Funzionamento:

I movimenti sono sempre fluidi e impeccabili, anche quando la temperatura all’esterno si abbassa sensibilmente.

Contro
Montaggio:

L’operazione non è delle più semplici e alcuni utenti, nel forzare alcuni passaggi, sono incappati in una rottura di un elemento.

Acquista su Amazon.it (€108,42)

 

 

 

Rock Shox Reverb

 

Con questo reggisella telescopico Rock Shox si sale di livello. Pensato per garantire le massime prestazioni, è disponibile in due versioni: standard e Stealth, col passaggio del cavo all’interno del telaio.

È poi possibile scegliere tra diverse versioni con escursioni differenti, da 100 a ben 170 mm; anche la lunghezza varia, da 340 a 480 mm, mentre il diametro va da 30,9 a 34,9 mm.

Modello molto leggero, ha il comando remoto compatibile MatchMakerX o con collarino a destra e sinistra.

Quando è apparso per la prima volta nel 2010, il Rock Shox Reverb ha rivoluzionato il mondo dei reggisella e da allora quella che è diventata una vera e propria multinazionale ha perfezionato costantemente i suoi modelli. Bisogna mettere in conto un costo non certo di prima fascia.

Assolutamente non è il reggisella più economico sul mercato ma se potete permettervelo, vi invitiamo ad analizzare attentamente le sue caratteristiche perché potreste scoprire delle cose molto interessanti.

Pro
Leggero:

Se non volete appesantire la vostra bicicletta neanche di pochi grammi, allora resterete sorpresi dalla leggerezza del Rock Shox Reverb.

Controllo:

Un reggisella di tale livello non poteva essere sprovvisto del controllo remoto, azionarlo è semplice come bere un bicchier d’acqua.

Materiali:

Il reggisella è costruito con materiali di indubbia qualità, almeno secondo la nostra personale opinione.

Contro
Costoso:

Si tratta di un articolo abbastanza caro, probabilmente adatto ai soli professionisti o a quanti hanno bici di alto livello costruttivo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

TRANZX 120mm

 

Ecco un altro modello che potrebbe suscitare l’interesse di qualche lettore grazie all’ottimo rapporto qualità/prezzo. Il reggisella telescopico TranzX spicca infatti per le prestazioni elevate e il costo assolutamente abbordabile.

Ecco le sue caratteristiche tecniche: diametro 31,6 mm, lunghezza 425 mm, escursione 120 mm. È realizzato in alluminio anodizzato, pesa 770 grammi e ha una portata di 90-120 kg.

Il comando è del tipo remoto da fissare sul manubrio col filo che passa esternamente al telaio. Sono comunque disponibili anche altre versioni di questo reggisella, compreso quello “invisibile” Stealth.

Azienda molto attiva nella produzione di accessori per bicicletta, TranzX ha conquistato milioni di clienti in tutto il mondo per le performance di livello abbinate a un costo mai proibitivo.

Per concludere la nostra panoramica sui reggisella telescopici, abbiamo il nuovo TRANZX 120mm. Questi sono i pro e i contro secondo la nostra opinione.

Pro
Manutenzione:

Il TRANZX 120mm non richiede particolare manutenzione, anche a distanza di mesi e di uso intenso si accontenta di un po’ di lubrificazione nei punti critici.

Fissaggio:

Il sistema di blocco della sella si è dimostrato molto affidabile, solido e senza cedimenti.

Contro
Peso:

Secondo alcuni il reggisella è un più pesante rispetto ad altri modelli che comunque sono molto più costosi.

Comando remoto:

Il cavetto e la guaina del comando hanno una vita relativamente breve, visto che conviene sostituirli ogni 18/20 mesi.

Acquista su Amazon.it (€153,9)

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.