Le 5 Migliori Bici con Pedalata Assistita del 2022

Ultimo aggiornamento: 06.12.22

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

 

Bici con pedalata assistita – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni 

 

Le biciclette sono un mezzo ecologico con il quale muoversi e tenersi allenati. Le si può utilizzare per andare a lavoro o semplicemente per fare un giro in città o in campagna. Tuttavia, non tutti sono sufficientemente allenati per coprire queste distanze a cadenza giornaliera. Arrivano in vostro aiuto le bici con pedalata assistita, dotate di batteria e motore elettrico che rendono più semplici e veloci gli spostamenti. Se vi siete decisi ad acquistarne una, potete leggere le nostre recensioni in basso o fare affidamento alla tabella comparativa che abbiamo preparato per voi, dove spicca la Discovery Adventures E4000, dotata di motore da 250W e batteria al litio da 7,8Ah con autonomia fino a 45 km. Valida anche la Nilox E-bike J5, con ruote da 26”, cambio Shimano a sei marce e catena di ricambio inclusa nella dotazione.

 

 

Tabella comparativa

 

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere la Migliore Bici con Pedalata Assistita?

 

Cosa non deve mancare in una buona bicicletta elettrica? Quali caratteristiche non possono mancare in un modello che sia convincente sia sotto il profilo delle prestazioni che del design? Di seguito ecco una guida che vi aiuterà a fare un po’ di chiarezza sull’argomento e a trovare la migliore bici con pedalata assistita più adatta alle vostre esigenze, che siano di trovarne una in offerta oppure una per affrontare anche salite impegnative.

Un po’ di chiarezza a proposito delle regole

Non importa quale sia prezzo che siete disposti a pagare per la vostra bicicletta elettrica. Non potrà andare più veloce di 25 chilometri orari e non potrà avere una potenza maggiore di 250 W. Questo perché così prevede il codice della strada riguardo i mezzi che non sono considerati alla stessa stregua dei ciclomotori.

In definitiva, quello che manca in un’ebike con pedalata assistita è un acceleratore. Ma sarà il passo stesso della pedalata umana a innescare il meccanismo che consente di assisterla e renderla meno gravosa, specie in salita. Il vantaggio, senza dubbio notevole, è che non è obbligatorio per la bici l’assicurazione RC né comprare carburante per alimentarla.

E qui chi ama fare la comparazione tra prezzi avrà già fatto due calcoli e comincerà a vedere il grande vantaggio. Nella classifica che segue vi suggeriamo nuovi modelli diversi così da aiutarvi a farvi un’idea di quali necessità può soddisfare ogni bici servoassistita.

 

Quali batterie deve montare una buona bici

Quale bici con pedalata assistita comprare? Una cosa importante da sapere è che alcuni modelli permettono di staccare la batteria dal suo alloggiamento per caricarla con maggiore facilità in poche ore direttamente collegandola alla presa di corrente. Mentre altre non possono essere staccate dal vano che le contiene e per questo è importante disporre di un buon cavalletto e di una presa in garage.

Le migliori, come anche per gli altri elettrodomestici, sono quelle agli ioni di litio. Da scartare quelle al piombo, meno performanti e inoltre, più pesanti e inquinanti.

Attualmente la migliore marca o quella che si sta dimostrando più attenta a rispondere alle esigenze di una domanda in continuo aumento, è Bosch ma anche Yamaha offre buone soluzioni.

Il design ha la sua importanza

Nella recensione del modello che avete puntato non guardate solo alle caratteristiche tecniche, ma soffermatevi anche su quelle estetiche. Non si tratta di scegliere una bici solo in base al suo colore ma chiedetevi se il suo aspetto può rispondere alle reali esigenze di chi la guida.

Una bici con scavalco basso sarà facile da inforcare da chi ha una mobilità limitata, per via di ostacoli fisici o per la necessità di trasportare molte cose. Anche la presenza di portapacchi posteriore come anteriore possono essere utili per affrontare i compiti quotidiani con semplicità.

Sul mercato non mancano le soluzioni più appropriate anche a chi vuole concedersi delle passeggiate all’aria aperta, qui le MBK sono sempre le più indicate. Ma andranno molto bene anche per i pendolari che hanno bisogno di contare su una buona ammortizzazione e resistenza delle ruote quando le strade sono piene di buche e accidentate.

 

Le 5 migliori Bici con Pedalata Assistita – Classifica 2022

 

È il momento di dare un’occhiata alla nostra selezione di articoli. Sono scelti tenendo conto delle loro performance e delle preferenze che il pubblico ha dimostrato nel corso dell’anno.

 

 

1. Discovery Adventures Bicicletta a pedalata assistita E4000 con Ruote da 26”

Principale vantaggio

Pensata per i percorsi urbani, la Discovery Adventures E4000 è un ottimo compromesso per chi desidera una bici elettrica performante e funzionale da utilizzare per gli spostamenti quotidiani e superare agilmente il traffico delle grandi città, ma senza spendere un occhio della testa.

 

Principale svantaggio

A causa dell’assenza di sospensioni, non è in grado di assorbire al meglio gli impatti e le vibrazioni dovute alle asperità dei terreni molto accidentati o irregolari.

 

Verdetto 9.7/10

Una delle caratteristiche più apprezzate di questa city e-bike è la dotazione di una potente batteria al litio da 281 Wh che garantisce un’autonomia di 45 km. Si può caricare direttamente a bordo o estrarre dal suo alloggiamento con l’apposita chiave per metterla in carica a casa o in ufficio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Un entry level pratico e conveniente

I nostri consigli su come scegliere una buona bici con pedalata assistita si aprono con una city e-bike prodotta da un brand molto famoso nel campo della urban mobility. Si tratta della versione aggiornata e migliorata della Discovery Adventures E3000, già molto valida, e rappresenta un’ottima soluzione per chi si sta chiedendo dove acquistare una buona bicicletta elettrica da utilizzare per gli spostamenti quotidiani, con un budget non troppo elevato.

Rispetto ai modelli precedenti l’azienda ha apportato alcuni miglioramenti, come ad esempio la posizione della batteria, che è stata spostata sotto al portapacchi per un’estrazione più agevole.

In aggiunta, è dotata della pratica funzione Walk Assist che permette, tramite la pressione continua di un apposito tasto, di avviare il motore elettrico a una velocità massima di 6 km/h per spostare la bicicletta a spinta in tratti difficili o nelle aree pedonali senza fare fatica né incorrere in pesanti sanzioni.

Dotata di cambio Shimano a sei marce, parafanghi e portapacchi posteriore, si guida bene anche senza l’assistenza del motore grazie a un peso contenuto di soli 23,8 kg. Manca l’ammortizzazione, ma considerato che si tratta di una e-bike pensata principalmente per le percorrenze su percorsi urbani e proposta a prezzi bassi, è una pecca tutto sommato accettabile.

Display e autonomia

Come già anticipato, la principale caratteristica di questa bicicletta a pedalata assistita è il motore posteriore da 250W che fa affidamento su una performante batteria agli ioni di litio da 36V e 7,8 Ah in grado di assicurare un’autonomia di 45 km, con tempi di ricarica che si aggirano attorno alle tre ore.

Sul manubrio destro troviamo un display a Led attraverso il quale si possono gestire tutte le funzioni relative al motore e alla pedalata assistita, indicando anche il livello di carica residua per non rimanere mai a corto di energia.

 

Ruote e sistema frenante

Discovery Adventures è un’azienda che ha sempre posto grande attenzione alla sicurezza degli utenti e lo si capisce dalla presenza di alcuni accorgimenti che contribuiscono a migliorare il comfort e le prestazioni della bici E4000.

Innanzitutto, le ruote da 26 pollici con larghezza di 1,75″ sono ideali per superare senza difficoltà i tipici ostacoli dei tragitti cittadini, come buche ed eventuali dislivelli della pavimentazione, mentre i freni V-Brake con sistema power-off offrono la massima efficienza frenante anche in condizioni ambientali difficili.

Inoltre, è dotata di luci a Led posteriori e anteriori indipendenti che continuano a funzionare anche a batteria scarica per consentire una guida sicura e confortevole in ogni momento della giornata, segnalando la presenza del ciclista sia nelle ore notturne sia in condizioni di scarsa visibilità.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Nilox E Bike J5 Bicicletta Elettrica City Bike a Pedalata Assistita

 

Tra i marchi più conosciuti per quanto riguarda il settore, Nilox è spesso garanzia di solidità dei materiali e di buone prestazioni. La sua J5 può infatti contare su un motore da 250W, che potrete attivare comodamente grazie ai comandi presenti sul manubrio.

La batteria in dotazione è tale da assicurare di affrontare anche percorsi da cicloturismo, in quanto fa raggiungere i 55 km in modalità assistita. La stabilità del telaio è garantita dall’acciaio di cui è costituito e anche dalle ruote da 26”, in grado di sostenere chi si mette alla guida e non vuole correre rischi.

Non manca inoltre il cambio Shimano a sei marce, che permette di affrontare meglio i terreni più impervi e quindi non prettamente cittadini. Il costo è naturalmente alto, ma in linea con le caratteristiche di questo modello, che però non raggiunge effettivamente i 25 km/h, visto che molti testimoniano di non aver superato i 21 km/h.

Pro
Motore:

Quello in dotazione ha una potenza da 250W ed è attivabile tramite i comandi presenti sul manubrio, per non dover fare troppe manovre durante la pedalata.

Cambio Shimano:

Ha sei marce, che consentono di affrontare meglio terreni non pianeggianti, quindi garantiscono passeggiate anche fuori città.

Telaio:

In acciaio, rende il modello molto resistente e solido, grazie anche alle ruote da 26”, che ne assicurano una buona stabilità.

Contro
Velocità:

Questa bicicletta non raggiunge i 25 km/h, come sostenuto dall’azienda, ma a malapena arriva ai 21 km/h.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Gunai Mountain Bike Elettrica 1000W Full Suspension Pedali Assist

 

Un motore da 1000W e un sistema di controllo intelligente sono due delle caratteristiche principali di questa proposta Gunai, che potrà interessare soprattutto gli esperti e gli agonisti.

Più di una volta può capitare di trovarsi in difficoltà con le biciclette elettriche, perché non si riesce a effettuare una corretta trasmissione delle operazioni, ma in questo caso non dovrete preoccuparvi, perché sarete facilitati dal display LCD ad alte prestazioni.

Con un semplice tocco potrete regolare la velocità e accendere e spegnere i faretti anteriori, oltre che visualizzare lo stato della batteria e anche altre impostazioni. Buona anche la qualità della gomma impiegata per la produzione degli pneumatici, poiché li rende confortevoli, resistenti e ad alta tenuta, quindi potrete viaggiare su quasi ogni tipo di terreno.

Nonostante il costo sia un po’ elevato e il trasporto a mano sia difficile a causa del peso e delle dimensioni, rimane un modello conveniente.

Pro
Trasmissione comandi:

Guidare una bicicletta elettrica significa anche segnalare i giusti comandi al sistema di controllo. Questo modello vi permette di farlo con più facilità e velocità, consentendo di spostarvi al sicuro.

Display:

Vicino al manubrio è presente un display LCD con cui regolare le diverse impostazioni e visualizzare informazioni importanti, come la giusta velocità di percorrenza, oltre che lo stato della batteria.

Motore:

Con una potenza da 1000W potrete muovervi più velocemente su quasi ogni tipologia di terreno, da quelli cittadini ad altri più di campagna.

Contro
Costo:

Non è il prodotto più economico della nostra classifica, perché il costo alto risulta proibitivo per chi non dispone di un budget adeguato.

Trasporto:

Le dimensioni e il peso che supera i 20 kg rendono questa bicicletta assai difficile da trasportare a mano per lunghi tratti o per chi abita in un condominio ed è sprovvisto di un garage a piano terra.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. VIVI Bicicletta Elettrica C26 250W 26 Pollici

 

Tra le migliori bici con pedalata assistita del 2022 si colloca anche la Vivo C26, caratterizzata da un telaio in acciaio al carbonio ribassato per migliorare la capacità di assorbire gli impatti e le vibrazioni che si avvertono su strade sconnesse e pavé.

Dotata di una robusta forcella ammortizzata, freni a disco anteriori e posteriori e cambio Shimano a sette velocità, assicura il massimo controllo sia sui percorsi urbani sia in fuoristrada, con tanto di batteria estraibile che può essere ricaricata separatamente in qualsiasi luogo dotato di presa elettrica.

Altre caratteristiche molto interessanti di questo modello, che oltretutto è tra i più venduti, sono sicuramente l’ottimo motore elettrico da 250W, capace di garantire fino a 55 km di autonomia in modalità “Eco”, e il computer di bordo che, seppur dotato di funzionalità essenziali, risulta ben leggibile anche sotto luce solare diretta. L’unico aspetto che non convince pienamente riguarda le salite: nessun problema con le pendenze fino al 10%, ma oltre il motore comincia a dare segnali di sforzo.

Pro
Versatile:

Lo spessore delle ruote da 26 pollici, insieme al potente motore da 250 watt e il cambio Shimano a sette marce, aiutano su tracciati piani in cui si vuole sfruttare al meglio il supporto della pedalata assistita, con tanto display dove poter controllare i vari parametri.

Qualità dei materiali:

Vanta un telaio interamente realizzato in acciaio al carbonio capace di sopportare fino a 100 kg di peso, ma senza per questo incidere troppo sull’ingombro complessivo del mezzo.

Stile:

Se anche l’occhio vuole la sua parte, in questo caso il design moderno e ricercato della Vivo C26 concorre ai pareri positivi su una e-bike fatta per durare e con uno stile che non passa inosservato.

Contro
Percorsi in salita:

L'assistenza fornita dal motore elettrico si riduce drasticamente nelle salite più ripide (con pendenza superiore al 10%) o in presenza di forte vento contrario.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. i-Bike I-Fold 21 Bicicletta Ripiegabile Elettrica con Pedalata Assistita 

 

Quanti sono alla ricerca di una bicicletta elettrica con pedalata assistita, che vanti un telaio in metallo particolarmente elegante e un design semplice ma non semplicistico, possono dare subito un’occhiata alla proposta i-Bike.

Grazie alle dimensioni di 158 x 83 x 30 cm la potrete trasportare facilmente, e in più è anche facile da riporre quando non la utilizzate, perché è progettata per risparmiare spazio e permettervi di lasciarla anche sotto la scrivania.

La parte posteriore presenta il motore brushless da 200W con più di un livello di assistenza, la cui potenza, congiunta con la batteria al litio scelta dall’azienda produttrice (a bassa tenuta), vi consentirà di avere un’autonomia di 30 km e di superare anche pendenze di 10°.

In più, vanta anche un freno a disco ad alte prestazioni, che blocca facilmente e in sicurezza le ruote e quindi l’avanzata della bicicletta, mettendovi subito al sicuro.

Pro
Praticità:

Nonostante il peso complessivo superi i 20 kg, le dimensioni di questa bicicletta elettrica con pedalata assistita vi permettono di riporla facilmente in qualsiasi ambiente, senza occupare troppo spazio.

Elegante:

Il design, il metallo utilizzato per la scocca e il colore nero lucido rendono questo modello particolarmente elegante e adatto sia per chi ama andare ogni giorno a lavoro in bicicletta, sia per utilizzi più sporadici.

Autonomia:

La combinazione tra motore e batteria al litio consente di godere di una buona autonomia, perché con una sola ricarica potrete fare circa 30 km, percorrendo anche pendenze di massimo 10°.

Sistema frenante:

A differenza di altri prodotti venduti online, questa bicicletta elettrica con pedalata assistita vanta dei freni a disco, che fermano la bicicletta in modo sicuro e veloce.

Contro
Batteria:

La batteria al litio è a bassa tenuta, quindi vi suggeriamo di acquistare anche altri pezzi per non rimanere mai a terra all'improvviso.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare una bici con pedalata assistita

 

Acquistare una bici con pedalata assistita è la scelta ideale per chi ha la necessità di spostarsi in città, usufruendo di un veicolo che non comporti un estenuante sforzo fisico. Si tratta, in sostanza, di una normale bicicletta con un motore elettrico che si attiva contestualmente alla spinta sui pedali, ed essendo equiparata a tutti gli effetti alle bici tradizionali, non sarà richiesto alcun tipo di omologazione o l’obbligo di un’assicurazione.  

 

 

Il motore

Ci preme sottolineare, innanzitutto, che il codice della strada prevede che le biciclette elettriche debbano avere una potenza nominale non superiore ai 250 watt e possono raggiungere una velocità massima di 25 chilometri orari.

Il motore può essere posizionato sul mozzo di una delle due ruote, oppure al centro in prossimità del perno dei pedali. Il motore anteriore potrebbe, però, incidere sulla trazione della bicicletta andando a creare uno squilibrio nella distribuzione del peso, a differenza di quello posteriore che, invece, non crea alcun problema di slittamento, ma a causa della troppa vicinanza agli ingranaggi, rende più complessa la sostituzione della ruota in caso di foratura.

Più pratico il motore centrale che non interferisce né con le manovre di guida né col montaggio o lo smontaggio delle ruote, dimostrandosi quindi la scelta più funzionale.

 

La batteria

Altro elemento da valutare prima del vostro acquisto è la batteria, da cui dipenderà l’autonomia del velocipede, e quindi il tempo di utilizzo tra una ricarica e l’altra. Le batterie migliori sono quelle al litio, molto più piccole e leggere delle altre al nichel o al piombo, e con una capacità di 90-150 wattora per chilogrammo. Ciò ovviamente si traduce in un peso ridotto a parità di capacità e in una maggiore durata della batteria stessa.

Tenete conto, poi, anche del voltaggio, solitamente compreso tra i 24 e i 48 volt, che dovrà essere lo stesso del motore. Il valore degli ampere, invece, vi permetterà di stabilire quanto tempo impiegherà il motore a scaricare le batterie, dandovi quindi un’idea complessiva sia dell’autonomia del mezzo sia del numero di chilometri che sarà possibile percorrere con una ricarica.

 

I sensori

Un’altra componente indispensabile sono i sensori di pedalata che rilevano il movimento dei pedali e danno il consenso all’attivazione del motore.

I modelli più comuni, e anche più economici, sono dotati di un sensore di rotazione che attiva il motore contestualmente alla rotazione dei pedali con una spinta costante e non modulabile fino a quando non sarà raggiunta la massima velocità (di 25 km/h).

I prodotti più innovativi, invece, sono muniti dello speciale sensore di sforzo dove l’attivazione dell’assistenza elettrica avviene alla minima pressione sul pedale. A differenza del precedente, questo sistema consente al ciclista di modulare la spinta, sincronizzando la pressione esercitata alla propulsione elettrica. In questo modo si ridurranno anche i consumi della batteria estendendone quindi anche l’autonomia.

 

 

I materiali

Ad incidere sia sul peso sia sulla praticità di utilizzo del veicolo sono anche i materiali con cui viene realizzato il telaio. I modelli più abbordabili hanno una struttura in acciaio che spesso, però, risulta troppo pesante e poco flessibile.

La fibra di carbonio, invece, si connota per la particolare leggerezza e ha il principale vantaggio di assorbire meglio le vibrazioni, ma avendo una struttura molecolare a catena è più sensibile all’usura e al deterioramento. Molto più reattivi e resistenti i telai in alluminio che spesso vengono associati a forcelle in carbonio per ridurre l’inconveniente delle vibrazioni derivanti dall’attrito degli pneumatici sul terreno.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come funziona la bici con pedalata assistita? 

La bici di questo genere si appoggia a un sistema motorizzato che entra in funzione quando l’utente raggiunge una certa velocità, assistendo il ciclista nell’atto stesso della pedalata.

 

Come trasformare una bici normale in una a pedalata assistita?

Per prima cosa è bene verificare che il telaio sia predisposto per l’inserimento di un sistema di gestione che permette di passare da una pedalata classica a una supportata. In particolare un ruolo fondamentale è rivestito dalla batteria e dal sistema motorizzato che devono trovare una collocazione sulla bicicletta tradizionale.

 

Qual è la velocità massima raggiungibile con una bici a pedalata assistita?

I termini di legge sono molto chiari in merito. Una bici, per essere considerata tale e non passare alla categoria dei ciclomotori, non può superare una velocità di 25 chilometri l’ora. Una volta oltrepassato questo limite si entra nell’illegalità e si può incorrere in multe anche pesanti.

 

Quali pendenze si possono affrontare con una bici a pedalata assistita?

Con una bici del genere l’apporto alla pedalata diventa essenziale quando si oscilla tra il 15% e il 20% di dislivello positivo. Detto ciò ciò non significa che l’ostacolo si trasforma in una passeggiata, quanto piuttosto che lo sforzo richiesto viene contenuto così da alleggerire un poco il carico.

 

La batteria di una bici a pedalata assistita si scarica se non viene usata a lungo?

Dipende dal tipo di batteria che viene montata sulla bici. La tipologia che al momento va per la maggiore è quella al litio. Questo tipo ha un livello ridotto di autoscarica e un effetto memoria praticamente assente. Non per questo però si può lasciare senza ricarica in casa di non utilizzo prolungato. 

Viene stimato un tempo medio tra il 5% e il 10% in meno rispetto alle batterie al piombo gel. Entrambe tendono a scaricarsi ma nel caso di quelle al litio una scarsa manutenzione può rendere più facilmente inservibile la batteria, motivo per cui è sempre bene capire come e quanto occorre tenere il tutto carico al punto giusto.

Infine, in tema di bici e sport vi rimandiamo ai nostri articoli sul perché scegliere la borraccia e come averne cura e sull’abbigliamento sportivo ecosostenibile.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

34 COMMENTI

Sara

May 12, 2021 at 5:25 pm

Salve, vorrei un consiglio per una bici a pedalata assistita. Budget € 800. Sono alta 1,68 peso 80 kg. Vivo in una zona collinare vicino al mare e ad una montagna per cui ci sono strade di tutti i tipi. Gli spostamenti sarebbero nel mio paese e in quelli circostanti. Possibilmente che abbia la batteria rimovibile visto che dovrò lasciarla parcheggiata per alcune ore. Grazie in anticipo.

Risposta
BuonoedEconomico

May 14, 2021 at 7:08 pm

Salve Sara,

dal contesto che hai descritto si suppone che la bici debba affrontare pendenze abbastanza marcate, in quel caso ti occorre una bici da trekking o una mountain bike elettrica; purtroppo, però, per quei modelli di bicicletta i prezzi partono dai 1.100 euro in su.
Per 800 euro puoi acquistare una buona city bike, che però non è adatta per affrontare le salite, oppure puoi optare per una “All Terrain” economica, come la Hyuhome per esempio, che ha la batteria rimovibile e ha una discreta resa anche sulle strade in salita, sia su fondo asfaltato sia sconnesso.

Saluti

Team BeE

Risposta
Nello

October 5, 2020 at 2:38 pm

Consiglio per acquisto bici elettrica.
Salve ho un problema vorrei una bici che può andare bene sia per mia moglie alta 160 cm che per me alto 175cm. Il motivo è che non sono sicuro di mia moglie che si appassiona al mondo della bici , noi siamo una coppia di 55 e 61 anni con me che pedalo con bici muscolare da parecchi anni e vorremmo fare dei viaggi insieme.
Ne faremmo un uso cittadino con parecchie salite e anche uscite in fuoristrada . Ci piacerebbe anche fare anche dei viaggi perciò deve avere la possibilità di caricare bagagli. Cosa importantissima deve costare poco. Vi ringrazio per la risposta.

Risposta
Lucio

October 6, 2020 at 1:31 pm

Salve Nello,
una buona soluzione, a nostro giudizio, può essere questo modello di Vivi (lo trovi cliccando qui), una mountain bike dallo stile non troppo “spinto” e dunque adattta anche per tua moglie. La bici è dotata di un motore brushless da 250 W che permette di raggiungere una velocità fino a 25 km/h e di una batteria agli ioni di litio da 36 V 8 Ah, che assicura un’autonomia di una trentina di km e una ricarica completa in circa 5-6 ore. Il telaio è in alluminio, dunque leggero, la forcella anteriore è ammortizzata e ad alta resistenza così da garantire maggiore comfort di guida e stabilità anche nell’affrontare lunghe escursioni e salite. Per quanto riguarda il prezzo si aggira attorno ai 750 euro e, obiettivamente, meno è difficile sperare di poter spendere per un modello di qualità adeguata.

Buona giornata
Team BeE

Risposta
malugida

July 14, 2020 at 8:36 am

Salve , vorrei acquistare una bici a pedalata assistita per andare a lavoro, il mio problema principale è l’altezza sono piccolino , alta 1,52 cm e vorrei sapere qual’è il modello più adtto alle mie dimensioni peso 49 kg, dovrei percorrere circo 30 km al giorno in città.
Grazie mille

Risposta
BuonoedEconomico

July 18, 2020 at 9:04 pm

Salve,

probabilmente ti conviene contattare uno o più brand presentati in questa pagina (non i migliori in assoluto ma in grado di fornire bici con un buon rapporto qualità/prezzo) e capire quali modelli offrano per le tue esigenze, poiché alcuni possono non avere tutte le misure.

Saluti

Team BeE

Risposta
FABRIZIO

July 5, 2020 at 9:53 pm

Vorrei comprare una bici a pedalata assistita da utilizzare in citta’, ma soprattutto fuori in zone collinose e qualche volta in montagna. sono alto 1,80 e peso 65 chili. Cosa mi consigliate?

Risposta
Lucio

July 6, 2020 at 8:37 am

Buongiorno Fabrizio, dobbiamo premettere che non avendo messo un’indicazione per quanto riguarda il limite di spesa ci dobbiamo muovere un po’ a spanne. Nel caso questo modello che ti segnaliamo non rientri nel budget a tua disposizione, scrivici ancora. Abbiamo puntato la nostra attenzione su questa bicicletta di Gunai (clicca qui), una mountain bike elettrica con motore brushless da 1.000W e batteria che può essere facilmente rimossa per essere messa in carica (il ciclo completo dura circa 5 ore). L’autonomia è uno dei punti forti visto che garantisce facilmente oltre 100 km, anche spingendola alla velocità massima che è di 35 km/h. Le ruote da 4 pollici hanno la larghezza giusta per affrontare fondi fangosi o sterrati così come il cambio Shimano a 21 rapporti permette di trovare sempre quello più adatto alla situazione. Certo si tratta di una bici piuttosto costosa, nel caso sia troppo cara, facci sapere. Buona giornata, Team di BeE

Risposta
FABRIZIO

July 7, 2020 at 1:02 pm

grazie della risposta molto competente. il budget è giusto e ci sono le giuste caratteristiche. solo che vorrei un modello più “morbido”, più citybike, con manubrio più largo, ma con le caratteristiche di una montain bike. Inoltre quale dimensione debbo prendere per la mia corporatura? scusate, ma sono molto ignorante in materia

Risposta
Lucio

July 9, 2020 at 4:32 pm

Salve Fabrizio,
un modello dal design e dall’utilizzo meno “spinto” e più da city bike può essere questa eBike di Montana con motore Shimano E5000, alimentato da una batteria da 418 Wh posizionata sul telaio. Per quanto concerne la misura dovresti prenderla, visto che sei alto 185 cm, con taglia compresa tra i 57 e i 60. Buona giornata da Team BeE

Risposta
Claudio

May 23, 2020 at 3:58 pm

Buongiorno vorrei acquistare una bici elettrica gradirei sapere se posso anche utilizzarla a volte come una semplice bici pedalando se eventualmente cambia qualcosa inoltre per l acquisto e beneficiare del bonus bici devono essere acquistate per forza in italia oppure anche online dall estero grazie Resto in attesa salutando cordialmente Claudio

Risposta
BuonoedEconomico

May 25, 2020 at 7:50 pm

Salve Claudio,

per rispondere alla tua prima domanda, basta rimuovere o avere la batteria scarica per far si che la bici funzioni come una bici tradizionale.
Nella fase 1, da quanto riportato sulla pagina Facebook del Ministro Sergio Costa (https://www.facebook.com/SergioCostaMinistroAmbiente/photos/ms.c.eJw9jtkNRDEIAztaEU7Tf2NPC3E~_R7YHkBEGT~_vIMP9h2UvRyCanpJrKuRz~_59N2OTH7o5dLZu8vt~_mD~;t5cmZfOXsB~_bJ~_~_WO7nr9lbkvd~;oR~_2uXBfuydjfUlfnr1HH8bn~;f49~_y~;7kN3XBw6ZQaM~-.bps.a.865538400623207/865538463956534/?type=3&theater), viene confermata la possibilità degli acquisti on line per le bici purché venga conservata la fattura che dovrà essere allegata all’istanza di rimborso. Nella fase 2 è possibile acquistare on line solo presso i rivenditori accreditati on line presso l’applicazione web che è in fase di creazione. Ti suggeriamo di leggere e controllare sulla pagina Facebook linkata.

Saluti

Team BeE

Risposta
Connie

May 20, 2020 at 6:13 am

Buongiorno, mio marito alto 1.70 pesa 74 kg, vorrebbe acquistare una bicicletta con pedalata assistita, ma soffre di cervicale a causa di due etnie, quale modello è indicato per lui? Dovrebbe avere i migliori ammortizzatori per attutire il più possibile urti, grazie

Risposta
BuonoedEconomico

May 21, 2020 at 8:11 pm

Salve Connie,

vista la situazione ti consigliamo un modello del marchio Brinke. È dotato di reggisella e forcella ammortizzata, oltre ad essere realizzato con materiali di fascia alta. Ti suggeriamo poi di confrontarti anche con un ortopedico e di persona anche con qualche esperto che ha un negozio di biciclette per la scelta anche della taglia corretta. Il quadro generale è abbastanza complesso e non ci sentiamo di mettere la mano sul fuoco riguardo una questione così delicata.
Di seguito il link alla bici segnalata:

https://www.brinkebike.com/biciclette-elettriche/city-bike/elysee-2-alivio
https://www.amazon.it/Brinke-Bicicletta-Elettrica-Elysee-ALIVIO/dp/B07YY75CQP?th=1&psc=1

Saluti

Team BeE

Risposta
Chris

May 18, 2020 at 6:39 am

Buongiorno, grazie innanzitutto per rispondere in modo così competente alle domande di tutti. Sto pensando di passare scooter alla bici elettrica, sono alto 1.75 e peso 100kg, l’uso che ne farei è casa lavoro, in totale 10 Km al giorno dove l’ultimo chilometro è una bella salita. TC’è qualcosa di buono attorno ai mille euro? Il mio dubbio è che con il bonus bici aumentino i prezzi..infine se la compro on line l’assistenza come avviene?
Grazie mille

Risposta
BuonoedEconomico

May 19, 2020 at 4:32 pm

Salve Chris,

viste le esigenze e le caratteristiche il modello che pensiamo possa fare al caso suo è i-Bike, Mountain Mud Unisex Adulto (https://www.amazon.it/i-Bike-Mountain-Unisex-Adulto-Bianco/dp/B07NP5ZM4N). Si tratta di una MTB dotata di un buon motore e perfetta per le salite ripide. Qui di seguito il link per accedere alla pagina dedicata all’assistenza: https://www.ibikes.it/assistenza/

Saluti

Team BeE

Risposta
Chris

May 19, 2020 at 5:57 pm

Bella bici, in realtà avrei bisogno di una con cui poter portare una o due borse di spesa. Si può mettere un portapacchi su questa?

Risposta
BuonoedEconomico

May 20, 2020 at 8:33 pm

Per l’eventuale aggiunta di un portapacchi ti rimandiamo sempre a un confronto con l’assistenza del produttore della bici.
https://www.ibikes.it/assistenza/ oppure qui: https://www.ibikes.it/contatti/

Risposta
Veronica

May 12, 2020 at 6:11 am

Salve, valutavo la x5 o i-bike. Uso in città per pocbissimi chilometri. Ma vorrei portare mia figlia con un sediolino sul portapacchi. (20 kg)
Quale mi consigliate per questo uso? Grazie!

Risposta
BuonoedEconomico

May 13, 2020 at 8:50 pm

Salve Veronica,

ti consigliamo la City Easy di i-bike. Ha una portata di 120 chili, e un telaio robusto.
Per il montaggio del seggiolino devi calcolare il suo peso e quello della bambina, chiedendo magari a un negozio se è possibile fissare un supporto simile e mantenere le qualità tipiche di una bici con pedalata assistita. https://www.ibikes.it/wp-content/uploads/2019/03/City-Easy_scheda.pdf

Saluti

Team BeE

Risposta
Claudia

May 11, 2020 at 12:19 pm

Mission impossible: avrei piacere di acquistare una bicicletta con pedalata assistita per marito alto 1 e 90 peso 90 kg. Utilizzo saltuario, da week end in giro tra parchi o città (roma) quindi con vie e percorsi non da pista ciclabile… buche, asfalto logorato, strade sterrate … possibilità di montare un seggiolino per portare bimba a seguito ? Grazie per l’eventuale supporto nella scelta, mi rendo conto non sia facile.

Risposta
BuonoedEconomico

May 12, 2020 at 6:37 pm

Salve Claudia,

per la corporatura di tuo marito l’ideale sarebbe una MTB MUD PRO del brand ì-bike (https://www.ibikes.it/wp-content/uploads/2020/04/MTB-Mud-Pro_ITA99_scheda.pdf) Si tratta di un modello robusto e con una tenuta massima di 150 chili. Dovresti poi informarti sulla possibilità di inserire un seggiolino e capire se il peso totale rientra nelle specifiche massime della bici.

Saluti

Team BeE

Risposta
Roberta

May 3, 2020 at 2:00 pm

Ciao, mi chiamo Roberta, sono alta 180 e peso 65 kg.
Dovrei utilizzare la bici tutti i giorni per andare al lavoro in una città come Roma , quindi attraversando strade fatte anche di avvallamenti, buche, san pietrini salite e discese…non ci sono molte piste ciclabili nel mio tratto. Il percorso è di circa 14 km al giorno 7 all’andata e 7 al ritorno. Quale bici mi consigliereste??

Risposta
BuonoedEconomico

May 4, 2020 at 8:23 pm

Salve Roberta.

viste le sue necessità il nostro consiglio è puntare su un modello BIWBIK TRAVELLER ALL ROAD. Con una batteria da 17.5 Ah.
Il tipo di ruote e la potenza maggiore della batteria dovrebbero fare al caso tuo. Qui la pagina di riferimento: https://www.biwbik.com/gb/electric-bike-folding-traveller-all-road-white/#/1-accelerator_handle-without_accelerator/18-baterias-battery_175ah

Saluti

Team BeE

Risposta
Pietro

April 28, 2020 at 1:47 pm

Buongiorno pensavo di acquistare un modello con pedalata assistita destinato soprattutto a mia moglie ed alle mie figlie. Il percorso solito sarebbe cittadino anche se il viale che porta a casa, di circa 800 m, é in leggera pendenza. Pensavo quindi a qualcosa di pratico (batterie) ma anche di resistente (buche e ammortizzazione) e capace di ridurre al minimo lo sforzo di chi pedala. Tra i modelli da voi proposti mi sembrava interessante BIWBIK MOD. TRAVELLER. mI PREOCCUPANO LE REGOLAZIONI DA FARE E LE LAMENTELE SUI FRENI A DISCO CHE SFREGANO SULLE PASTICCHE…Ci sono altri modelli simili (MA SENZA QUESTI INCONVENIENTI)da poter prendere in considerazione?
Grazie
P.S.

Risposta
BuonoedEconomico

April 29, 2020 at 4:28 pm

Salve Pietro,

per quel che riguarda le regolazioni nel caso potresti rivolgerti a un meccanico o a un negozio che vende bici, così da poter settare al meglio e verificare la bontà e le impostazioni generali. Un consiglio che vale sempre per chi acquista una bici on line.

Saluti

Team BeE

Risposta
Alice

July 8, 2019 at 11:49 am

Buongiorno ..vorreiuna bici a pedalata arrostita modello olandesina ma veramente bassa di telaio …sono alta 150 cm …PS dovrei usarla anche x salita giornalmente circa 7 km …

Risposta
BuonoedEconomico

July 10, 2019 at 9:08 pm

Salve Alice,

dai un’occhiata qui per le misure: https://www.ideegreen.it/come-scegliere-la-misura-della-bici-66152.html
Tieni conto che non tutti i produttori hanno sempre a disposizione tutte le misure, perciò, subito dopo aver individuato il modello che ti piace, occorre chiedere se è disponibile la misura adatta alla tua statura.

Saluti

Risposta
germano

May 28, 2019 at 9:48 am

Buon giorno , vorrei un consiglio , sono alto 190 cm e peso 123 kg che bici mi consigliate ?
abito in zona collinare ed in passato ho avuto un problema alla rotula che non mi permette di sforzare molto in salita .
grazie

Risposta
BuonoedEconomico

May 28, 2019 at 6:08 pm

Salve Germano,

leggendo la tua domanda e verificando le specifiche dei diversi modelli, ti consiglieremmo di pensare al modello BMW CRUISE E-BIKE. Per prima cosa la questione della taglia: ti dovresti indirizzare verso il modello L (51 cm, h 174 –190 cm), pensato per persone della tua altezza. A livello di potenza la batteria fornita eroga una potenza che crediamo sia adatta alla tua corporatura, creando così il giusto supporto e non andando a sforzare troppo la rotula. Per avere maggiori delucidazioni ti inviamo il link alla pagina dei diversi centri assistenza BMW presenti in Italia. In questo modo avrai modo di condividere dubbi e perplessità con personale della stessa casa madre: https://www.bmw.it/partnerbmw?utm_source=bikes.bmw&utm_medium=Link&utm_campaign=LandingBikes#/dlo/IT/it/BMW_BMWI_BMWM

Saluti

Risposta
Paola

May 16, 2019 at 5:53 am

Salve, vorrei un consigliò per l’acquisto di una bici con pedalata assistita, abito in collina, utilizzo quotidiano 45 km al giorno, leggera e affidabile, prezzo circa 2000. Grazie

Risposta
BuonoedEconomico

May 16, 2019 at 3:34 pm

Buongiorno Paola,

considerata la distanza da percorrere e la zona collinare, l’ideale sarebbe un modello MTB. Per la questione del peso, se da un lato la batteria ha una sua incidenza, dall’altro è importante garantire anche autonomia e affidabilità della pedalata. Nei modelli qui presi in esame quello di BMW monta una Bosch da 400 Wh e grazie al display nella zona frontale si dispone di tutte le info necessarie sui chilometri percorsi e la batteria restante. Il prezzo per la qualità dei componenti vale la candela, ma bisogna fare i conti con un peso che arriva sui venti chili. D’altronde è una bici adatta ad affrontare anche dislivelli di un certo tipo, consentendo a chi la guida una buona gestione della pedalata assistita.

Saluti

Risposta
ADA

April 12, 2019 at 9:23 pm

vorrei un vs consiglio per l’acquisto di una bici a pedalata assistita con accesso molto facilitato (cm?). L’uso che dovrei farne è saltuario, solo per brevissimi spostamenti. Grazie

Risposta
BuonoedEconomico

April 14, 2019 at 5:55 pm

Buonasera Ada,

molto apprezzate sono le bici della spagnola NCM Bikes che hanno un buon rapporto qualità/prezzo. Siamo in contatto con l’azienda per capire quale potrebbe essere il modello più adatto alle tue esigenze.

Saluti

Risposta

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia, Romania e Canada.

Buono ed Economico © 2022. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status