Il migliore seggiolino per bici

Ultimo aggiornamento: 15.11.18

 

Seggiolini per bici – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

Portare i bimbi con sé in bicicletta è più facile con il giusto supporto. Per scegliere il modello di seggiolino per bici più adatto è bene prestare attenzione ad alcuni aspetti importanti che vi permetteranno di dare la giusta risposta in base alle vostre necessità. La chiave per assicurarvi un buon investimento è quella di cercare attentamente il prodotto giusto, che realizzi i vostri desideri al meglio. Confrontare le diverse proposte in commercio, cercare tra le opinioni degli altri utenti la risposta ai propri dubbi è il modo migliore per essere certi di trovare l’articolo più adatto. Ma ciò richiede un grande dispendio di tempo. Se questo manca, ma non la voglia di trovare la migliore soluzione per voi e il vostro piccolo, vi suggeriamo di dare un’occhiata alla nostra guida. Vi illustriamo brevemente e in maniera chiara cosa deve avere un buon supporto per bicicletta e quali sono i prodotti che più di altri meritano un’occhiata. A partire dai primi due in classifica. Ok Baby – Orion è un modello molto apprezzato per la solidità con cui si fissa praticamente a ogni bici perché va montato direttamente al manubrio ma senza limitare la capacità di condurre il mezzo con disinvoltura. Polisport Bilby è disponibile in diversi colori e in due versioni che si differenziano per la portata massima supportata, 15 kg o 22 kg. Tra i più venduti online, è robusto e facile da agganciare e sganciare.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il migliore seggiolino per bici

 

Usare un seggiolino per portare in bici i bambini è la migliore soluzione per permettere loro di accompagnare i genitori durante la loro quotidianità. Così se nella vita di tutti i giorni ci sono spostamenti su due ruote a pedali, queste diverranno presto la normalità anche per i piccolissimi abituati a uscire sul loro seggiolino speciale.

Per scegliere adeguatamente il modello giusto è bene prestare attenzione ad alcuni fattori, in particolare l’omologazione del seggiolino e la compatibilità perfetta con la propria bici. Riassumiamo di seguito gli aspetti che non devono mancare in un buon seggiolino per bicicletta.

Guida all’acquisto

 

L’omologazione in base alla capacità di carico

Il prezzo che si paga per un buon prodotto deve anche contenere l’omologazione che ne certifica l’adeguatezza rispetto al proprio compito. Il seggiolino deve essere riconosciuto idoneo a sostenere il peso del piccolo e potrà farlo limitatamente alla fascia di peso per cui è omologato. Quindi accertatevi di controllare attentamente, oltre a confrontare prezzi, quanti chili porta il seggiolino e se c’è del pericolo una volta superato questo limite.

 

A quale supporto fissare il seggiolino

In classifica proponiamo una rapida recensione dei diversi modelli che hanno attirato l’attenzione della nostra redazione per via delle buone performance in termini di costo e grande apprezzamento da parte degli utenti. Abbiamo incluso modelli che possono essere fissati alle diverse parti della bici, il manubrio, il portapacchi o lo stesso sellino.

La scelta del sistema di fissaggio dipende in primo luogo dalle preferenze personali, non tutti si sentono a proprio agio conducendo la bici mentre il piccolo è fissato al manubrio e, viceversa, non sempre è facile allacciare le cinture del piccolo quando siede sul retro della bici.

Ognuno potrà scegliere in base alla propria comodità e alla portata massima che il modello è in grado di sostenere.

Più comfort sulle lunghe percorrenze

Sul mercato ci sono tante e diverse soluzioni per portare i piccoli a passeggio in bici. Accertatevi di puntare di certo alla migliore marca, ma ricordate che non sempre queste brillano per il maggiore comfort offerto al piccolo durante il tragitto.

Una buona imbottitura potrebbe sembrare in apparenza un supporto gradevole per i lunghi viaggi, ma la giusta traspirazione della seduta contribuisce altrettanto e forse più alla comodità complessiva del tragitto.

 

I migliori seggiolini per bici del 2018

 

Eccoci alla carrellata di prodotti che meritano particolare attenzione in vista di un possibile acquisto. Sono stati scelti tra quelli più venduti quest’anno e che maggiore apprezzamento hanno ricevuto da parte degli utenti. Una vera garanzia.

 

Prodotti raccomandati

 

Ok Baby – Orion

 

Il seggiolino per bici anteriore di Ok Baby si distingue dalle altre offerte per la buona fattura, specie per il sistema di attacco al tubo della bici con ganci molto solidi. Il seggiolino si può montare anche sulle bici elettriche o con pedalata assistita, è molto versatile perché si fissa direttamente al manubrio, nel tronco verticale. Una soluzione perfetta perché consente di adattarlo a quasi tutti i modelli, anche quelli che non hanno il tubo orizzontale.

La struttura è solida e consente di fissare il piccolo grazie a diversi sistemi di ritenzione e fissaggio che gli consentono di sedere comodamente senza rischiare di sporgersi o scivolare. Si può usare già dai primi mesi di vita, almeno da quando il piccolo è in grado di reggere il peso del proprio collo e della schiena. Poi la portata che riesce a reggere il seggiolino è di 15 chili, indicativamente 3 anni, ma il dato varia molto da bimbo a bimbo e se è già piuttosto sviluppato non riesce a entrare nella seduta frontale.

La nostra guida per scegliere il miglior seggiolino per bici prevede la presenza di articoli di diverse fasce di prezzo. Quello di Ok Baby ha colpito favorevolmente parecchi consumatori: se volete vedere più da vicino i suoi pro e contro, esaminateli con noi.

Pro
Sistema di attacco:

Questo prodotto si fissa direttamente al manubrio, al tronco verticale, tramite dei ganci molto solidi. In questo modo sarete sicuri che non si sgancerà e che il vostro piccolo potrà sedervi in tutta sicurezza.

Uso:

Sarà possibile utilizzarlo sin dai primi mesi di vita, ovvero sin da quando vostro figlio è in grado di reggere da solo il peso di testa e collo.

Contro
Portata:

Anche se la massima è di 15 chili, ovvero fino ai 3 anni, ci sono bimbi più sviluppati che non riescono a entrarci. Dovrete quindi tenere conto anche di questo fattore quando decidete di acquistarlo.

Acquista su Amazon.it (€48,97)

 

 

 

Polisport Bilby

 

Questo seggiolino è uno dei modelli più apprezzati e venduti online perché, come conferma la maggior parte degli utenti, ha un ottimo rapporto qualità/prezzo. È disponibile in diversi colori ed è adatto a maschietti e femminucce. I vari modelli cambiano leggermente (Junior e Maxi) e, in particolare, cambia la portata massima che arriva a 15 kg o a 22 kg.

Questi modelli possono anche essere posizionati sul retro a patto che non sia presente il sistema di ammortizzazione posteriore.

Oltre alla cintura di sicurezza in tre punti regolabile, Bilby è dotato della barra di protezione ulteriore, utilissima se il bimbo si addormenta durante la passeggiata.

Anche i poggiapiedi sono regolabili, in ben cinque posizioni. La dotazione include un cuscinetto lavabile che aumenta il comfort del bimbo quando è seduto.

Basta premere un bottone per sganciare il seggiolino, un’operazione che dura qualche secondo; idem per agganciarlo. Il seggiolino è consigliato per bici con ruote da 26” e 28” e non va montato su telai triangolari, quadrati e realizzati in carbonio.

Rivediamo adesso le caratteristiche principali del nuovo seggiolino realizzato dalla portoghese Polisport.

Pro
Gamma di opzioni:

Il seggiolino è disponibile in diversi colori e va bene per maschietti e femminucce. I modelli variano anche per la portata massima supportata che è di 15 kg per Junior e 22 kg per Maxi.

Protezione:

Il seggiolino presenta la cintura di sicurezza con sistema di chiusura a tre punti e la barra frontale per ulteriore protezione.

Regolazioni:

La cintura è regolabile così da adattarla alla taglia del bimbo man mano che cresce. Anche i poggiapiedi sono regolabili, in cinque posizioni.

Pratico:

Come conferma la maggior parte dei genitori, basta un clic per agganciare e sganciare il seggiolino che si può montare anche dietro se non c’è l’ammortizzazione.

Contro
Compatibilità:

Il seggiolino Polisport non può essere montato su bici con telaio triangolare, quadrato o in fibra di carbonio. Le bici consigliate sono quelle con ruote da 26” e 28”.

Acquista su Amazon.it (€40,98)

 

 

 

Nfun Curioso

 

Chi non sa quale seggiolino per bici comprare per una bicicletta che si usa poco o per offrire un accessorio di cortesia per i propri ospiti con bimbi piccoli può indirizzarsi verso questa soluzione. È molto economica e punta tutto sulla simpatia. È infatti disponibile in diverse colorazioni, vivaci e sgargianti, che saltano subito all’occhio per la loro bellezza.

Non solo il design conta quando si tratta di capire come scegliere un buon seggiolino per bici. In questo caso il prodotto si distingue dagli altri per il suo prezzo contenuto e l’omologazione secondo la normativa di riferimento, per reggere un peso massimo di 20 chili. Segue la crescita del piccolo adattando i laccetti in base alla sua statura, anche se più di un utente lamenta la cattiva disposizione delle numerose fibbie.

Grandi fori sullo schienale assicurano la migliore traspirabilità per non far sudare la schiena quando le passeggiate sono fatte sotto il sole caldo della primavera. Il sistema di fissaggio al portapacchi è universale e quasi tutti i modelli di bici sono compatibili.

Quello di Nfun è forse il modello più economico tra quelli che abbiamo esaminato. Diamo uno sguardo alle sue caratteristiche positive e negative, a conclusione della nostra recensione.

Pro
Economico:

La cifra da spendere per avere questo seggiolino per bici è molto bassa, per cui potrà essere acquistato anche da chi vuole prettamente risparmiare.

Disponibilità:

Un fattore importante è la presenza di diversi colori tra i quali scegliere quello preferito, senza dover spendere un euro in più.

Laccetti:

Sono regolabili e seguono il vostro piccolo durante la crescita, fino a quando non raggiunge un peso di 20 chili, per il quale il prodotto è omologato. Potrete dunque utilizzarlo abbastanza a lungo.

Traspirante:

Lo schienale presenta tanti fori che aiutano la schiena del bimbo a non sudare troppo, soprattutto durante il periodo estivo.

Fissaggio:

Si tratta di un sistema universale, per cui è compatibile con gran parte dei modelli di bici in commercio.

Contro
Fibbie:

La loro disposizione non soddisfa tutti, in quanto c’è chi lamenta una certa difficoltà a regolare le cinghie a causa di questo aspetto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

RMS – MILU’

 

Nella comparazione tra modelli la distinzione principale è la collocazione del seggiolino. Questo in particolare è pensato per essere montato davanti, agganciandosi al cannotto del manubrio. Inclusi si trovano i sistemi di fissaggio che aderiscono perfettamente al tubo in modo da reggere il peso del sedile e del bambino. È omologato per reggere un peso massimo di 15 chili, in questo modo è perfetto per accompagnare la crescita del piccolo per i primi anni di vita.

Il produttore ne consiglia l’uso a partire dai 9 mesi, ma tanti utenti consigliano di aspettare almeno il primo anno. Dipenderà dalla capacità del piccolo di sentirsi a proprio agio. L’imbottitura non è molto generosa ma nemmeno troppo rigida, così da consentire comodi spostamenti in città o su tratti brevi. Il cuscino su cui poggia il piccolo è imbottito ma traspirante così da permettere di essere usato anche nelle giornate più assolate.

Si fissa direttamente alla forcella, quindi è importante che la bici abbia il manubrio estraibile per potere fissare adeguatamente il seggiolino con i fermi in dotazione. In definitiva, uno dei nostri consigli d’acquisto più facile da montare e usare per i primissimi anni di vita del piccolo.

Quello di Rms ha conquistato i pareri positivi di molti utenti: se volete averne un’idea più chiara, analizzate con noi i lati positivi e negativi di questo seggiolino per bici.

Pro
Fissaggio:

Si aggancia davanti, grazie ai sistemi di fissaggio inclusi nella confezione, che riescono a reggere il peso del prodotto, unito al peso del bambino.

Cuscino:

Il posto dove si andrà a sedere il bambino è rivestito da un cuscino imbottito e traspirante, che non solo lo farà stare comodo ma lo aiuterà a non sudare quando fa troppo caldo.

Contro
Età:

Anche se il produttore afferma che lo si possa usare sin dai 9 mesi di vita, c’è chi consiglia di aspettare almeno il primo anno, per essere sicuri che il piccolo si senta a proprio agio.

Manubrio:

Quello della bici sul quale montarlo deve essere estraibile, in quanto il prodotto si fissa direttamente alla forcella.

Acquista su Amazon.it (€26)

 

 

 

Lixada per Bambini

 

Tra i modelli venduti online troviamo anche questo, specialmente pensato per essere usato sulle MTB. È fatto in modo da trovare posto saldamente quasi ovunque perché ha un sistema di fissaggio che lo ancora direttamente al sellino della bicicletta. La viteria è solida e robusta e il meccanismo di fermo che ne regola l’altezza e l’esenzione ne fanno un perfetto seggiolino per bici mountain bike.

Altri aspetti remano a favore. Come il comfort complessivo della seduta, realizzata in modo da offrire un prodotto comodo, con cuscinetto per la schiena e manubrio gommato per reggere bene le braccia e bloccare saldamente il corpo del piccolo. Il divisorio per le gambe è tale da tenerle ben separate e limitare i movimenti del bimbo, peccato per i poggiapiedi che non sono regolabili. Potrebbe volerci del tempo prima che il bambino riesca a raggiungerli con le gambe. Non ha fibbie o legacci per imbrigliare il piccolo, che così impara a reggere il peso del proprio corpo anche mentre fa la passeggiata.

Ricapitoliamo di nuovo i pregi e i difetti di questo seggiolino per bici di Lixada.

Pro
Per MTB:

Il sistema di fissaggio, che lo ancora direttamente alla bici, lo rende ideale per chi possiede una mountain bike.

Comodo:

La seduta è morbida e il cuscinetto e il manubrio sono imbottiti, in modo da far stare il piccolo a proprio agio, anche se lo si porta in giro a lungo.

Contro
Poggiapiedi:

Purtroppo non sono regolabili, per cui il bimbo potrà impiegare un bel po’ di tempo prima di raggiungerli.

Fibbie:

Sono assenti, per cui è bene prestare attenzione al bambino, che non sarà così legato saldamento al seggiolino.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare un seggiolino per bici

 

Andare in giro con i propri figli ancora piccoli, sfruttando il piacere delle due ruote, è tra le cause principali a spingere verso l’acquisto di un seggiolino dedicato. Nelle righe seguenti abbiamo inserito alcuni consigli di massima per un utilizzo corretto di questo strumento.

 

 

Verificate la portata

Un primo punto su cui ci preme puntare l’attenzione è quello che riguarda la capacità reale del seggiolino di gestire un bambino di un certo peso. Per queste ragioni vi suggeriamo di informarvi bene, capendo modello e tipologia più adatta al bambino.

 

Fissate al meglio le cinture

Verificate con attenzione che la diverse parti siano a posto, con la base ben salda e che non presenti oscillazioni e movimenti. Un controllo prima della partenza è indispensabile, così da poter capire se tutto è andato nel verso giusto, evitando spiacevoli inconvenienti.

 

Puntate su un’imbottitura rimovibile

La scelta di un sistema che protegga e avvolge al meglio il bambino da un lato deve fare i conti anche con le stagioni e i cambiamenti climatici. Quando possibile cercate di offrire al piccolo una seduta che unisca protezione a una buona circolazione dell’aria.

 

Casco sempre in testa

La scelta di un seggiolino non risparmia il genitore dal prendersi cura di tutti gli aspetti legati alla sicurezza. In prima battuta alle protezioni per la testa e la nuca. Casco sempre ben allacciato, prima, durante e dopo il giro in bici.

 

Controllate la presenza di una barra di protezione

Per chi è solito uscire spesso in bici con i propri figli, è opportuno verificare e prendere coscienza della resistenza e affidabilità proposta dal supporto frontale. La sua utilità infatti risulta essenziale in presenza di bambini che tendono a sporgersi troppo o ad addormentarsi durante il tragitto.

 

 

Seguite le note di montaggio

Quando si tratta di supporti di questo genere, che coinvolgono anche i bambini, le premure non sono mai troppe. Per queste ragioni vi consigliamo di non prendere iniziativa ma seguire con cura e precisione le immagini e le istruzioni che vi guideranno passo dopo passo nel montaggio.

 

Smontate a fine stagione il supporto

Una volta terminata la gita fuori porta, è opportuno scegliere un luogo in garage grazie a cui poter sistemare il seggiolino. Abbiate cura di non perdere i pezzi e le parti più piccole, sistemando il tutto lontano da fonti di calore e umidità che potrebbero rovinare la struttura.

 

 

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

 

Bellelli – B-One Clamp

 

Ecco forse il migliore seggiolino per bici da montare sul portapacchi. È una soluzione perfetta per chi cerca un supporto che possa accompagnare brevi uscite con i bimbi più grandicelli e fino a un massimo di 22 chili di peso. Ha un sistema di fissaggio Clamp specifico per un seggiolino per bici posteriore che gli consente di bloccarsi aderendo perfettamente al suo supporto. Il sistema a binario è universale e gli permette di essere fissato a qualsiasi bici da passeggio dotata di questa parte.

Segue a lungo la crescita del piccolo grazie ai poggiapiedi regolabili in altezza e ai sistemi di cinghie con due livelli di regolazione dell’altezza. Le ali laterali proteggono i piedi evitando che possano in alcun modo entrare in contatto con i raggi della ruota. In questo modo accompagna le passeggiate in bici sin dai primi mesi, da quando il piccolo riesce a reggere il peso della testa e la schiena dritta. La struttura è interamente in plastica, ampiamente forata sulla spalliera per consentire la giusta aerazione della schiena. Non c’è dubbio che possa entrare a far parte della lista dei migliori seggiolini per bici del 2018.

Appare molto valido anche il seggiolino per bici di Belelli: date un’occhiata al nostro link in fondo che ve lo propone a prezzi bassi e vi suggerisce dove prenderlo, se non sapete dove acquistare. Riepiloghiamo i pregi e i difetti che lo contraddistinguono.

 

Pro

Sistema di fissaggio: Il punto di forza di questo prodotto è proprio il sistema di fissaggio Clamp, a binario universale, che può essere perciò collegato a qualsiasi modello di bici da passeggio.

Accessori: Può seguire la crescita del bambino perché può sopportare fino a 22 chili di peso ed è dotato di poggiapiedi regolabili in altezza e di cinghie per tenere fermo il bimbo.

Struttura: Costituisca essenzialmente dalla plastica, presenta una grande quantità di fori sulla spalliera, che assicurano una buona traspirazione e impediscono che il piccolo sudi troppo nel periodo più caldo.

 

Contro

Costo: Non tutti sono soddisfatti del prezzo, che è ritenuto un po’ troppo alto in rapporto alla qualità dell’articolo.

 

 

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.