Le 5 Migliori Mountain Bike del 2020

Ultimo aggiornamento: 27.09.20

 

Mountain Bike – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Le biciclette godono da sempre di una popolarità intramontabile, ma è proprio il caso di dire che le Mountain Bike hanno una marcia in più. Vediamo insieme quali sono i modelli di maggior successe attualmente in commercio, a partire dalla Esperia Portland, caratterizzata da doppio disco e doppia sospensione, e dalla Sunrise 2017, una Mountain Bike che Atala ha progettato apposta per le donne.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere la migliore mountain bike?

 

La mountain bike può diventare una fedele compagna non solo su terreni difficili ma anche in città. A patto di scegliere il modello giusto. Se brancoli nel buio e sai solo di non voler investire un capitale, dai un’occhiata alla nostra guida con alcune utili indicazioni. In basso trovi invece la classifica dei modelli più apprezzati quest’anno con relativa recensione. Confronta prezzi e prestazioni, magari tra questi c’è la bici che stavi cercando.

Tipologia

Le mountain bike sono bici molto complesse oggi e chi si appresta ad acquistarne una si trova davanti un mare di misteriose sigle. Vediamo di fare un po’ di chiarezza.

La prima distinzione è tra le mtb front e full: le prime prevedono la sospensione solo sulla forcella anteriore, le altre sono biammortizzate, sia sull’anteriore che sul posteriore.

Naturalmente, le full attutiscono più efficacemente gli impatti della superficie e sono quindi più adatte ai terreni sterrati con asperità e buche. Le front sono più leggere, più facili da usare, hanno un prezzo inferiore e richiedono meno manutenzione.

Le mtb possono essere cross country (xc), da trail all mountain (am), enduro, downhill (dh), elettriche. Come si vede, c’è ampia possibilità di scelta per ogni esigenza. Preliminarmente è quindi importante capire come si pensa di utilizzarla.

Le xc, per esempio, hanno la sola sospensione anteriore, sono quindi leggere, ottime per salite e pianura, meno per le discese: una bici per divertirsi, consigliata per i neofiti, tranne le xc marathon, pensate per gare sulla lunga distanza.

Più versatili e complesse sono generalmente le mtb da trail e ancora di più le enduro, ottime per gli appassionati già in grado di affrontare senza problemi ogni tipo di tracciato, meno indicate invece per i neofiti.

Se ti stai avvicinando adesso al mondo delle mtb dovresti evitare anche le dh che esprimono il massimo delle performance in discesa e su percorsi molto tecnici.

Chi vuole fare poca fatica può valutare le e-mb, i modelli elettrici che sono decisamente più pesanti e costosi.

 

Materiali

I materiali con cui è realizzata una mtb sono tre: acciaio, (lega di) alluminio e carbonio. L’acciaio è un materiale che non passa mai di moda: capace di garantire la massima resistenza e durevolezza nel tempo, è anche molto economico. Certo, bisogna mettere in conto un peso maggiore.

Le leghe di alluminio vanno per la maggiore perché garantiscono la necessaria rigidezza senza appesantire troppo la struttura e il prezzo rimane accessibile.

Ma i modelli della migliore marca sono quelli realizzati in carbonio che da diversi anni ormai si è imposto sul mercato per le eccezionali proprietà che consistono nell’abbinamento tra leggerezza, resistenza e possibilità di avere rigidezza e flessibilità nei punti dove servono.

Non tutte le fibre di carbonio sono uguali e pertanto il prezzo può variare significativamente ma rimane sempre molto più elevato dei modelli con telaio in acciaio o alluminio.

Diametro delle ruote

Meglio le ruote da 26”, 27.5” o 29”? Quelle da 29” sono le ultime arrivate sul mercato, si stanno imponendo in tutte le specialità ma sono particolarmente indicate per i meno esperti perché più stabili e sicure.

Quelle da 26” sono ideali per chi vuole soprattutto risparmiare ma sono sempre meno diffuse a vantaggio delle 27.5” (o delle ultime arrivate 27.5” plus), più spesso consigliate dagli esperti perché adatte a tutti, come lo erano quelle da 26” fino a qualche anno fa.

 

Le 5 Migliori Mountain Bike – Classifica 2020

 

Ecco adesso i nostri consigli d’acquisto su come scegliere una buona mountain bike. Abbiamo visto quali e quante soluzioni sono disponibili sul mercato: noi ci concentreremo sui modelli più economici, quelli al di sotto (anche molto al di sotto) di 1.000 euro, ideali per chi ha un budget limitato. Scopri quali sono e fai una comparazione tra le offerte raccomandate.

Vuoi fare un po’ di sport anche dentro casa? Dai un’occhiata ad alcune delle migliori pedane vibranti in circolazione cliccando sul link.

 

 

1. Esperia Portland 108200U Mountain Bike da uomo

Principale vantaggio

Il vantaggio della Esperia è quello di coniugare le caratteristiche tipiche di una Mountain Bike di fascia alta con un prezzo decisamente vantaggioso. Questa bici prodotta da un marchio italiano è fatta con materiali di prima scelta, monta componenti di qualità e costa relativamente poco.

 

Principale svantaggio

Per mantenere un prezzo vantaggioso, purtroppo, il telaio è in acciaio invece che in fibra di carbonio; anche se è realizzato con cura e ben rifinito, quindi, incide comunque sul peso complessivo della bicicletta.

 

Verdetto: 9.8/10

Nonostante la piccola limitazione dovuta al peso, la Portland è una Mountain Bike dalle caratteristiche a dir poco eccellenti, adatta soprattutto ai principianti.

Acquista su Amazon.it (€179)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Marchio italiano affidabile e di alta qualità

La ditta italiana Cicli Esperia, fondata nel 1989, è attualmente uno dei più importanti produttori italiani di biciclette. Dalla sua origine a oggi, infatti, questa ditta è riuscita ad acquisire molti marchi prestigiosi; tra questi spiccano soprattutto Bottecchia e Graziella, ma nell’elenco figurano anche Stucchi, 4US e altri. 

Al momento detiene quattro marchi principali che identificano altrettante linee di produzione: Torpado, Fondriest, Legnano ed Esperia Bikes. La Mountain Bike Portland appartiene proprio a quest’ultima linea, ed è una bicicletta da uomo che si distingue innanzitutto per l’eccellente rapporto qualità-prezzo. Il costo accessibile, infatti, si accompagna all’esperienza maturata dalla ditta in oltre 30 anni di attività nel settore; di conseguenza la Portland è progettata e realizzata facendo uso delle tecnologie e dei materiali più innovativi.

Ideale per Offroad

La Esperia Portland è inserita nel catalogo ufficiale delle Mountain Bike progettate per l’uso Offroad, e nella fattispecie si tratta di un modello con un telaio in acciaio costruito secondo il nuovo standard 650B, che permette il montaggio di ruote dal diametro di 27,5 pollici al posto di quelle standard da 26 pollici.

Questo le garantisce una sensazione di guida che si avvicina molto a quella delle Fat Bike, e cioè un maggiore comfort e un controllo migliore della bici nelle curve, e incrementa ulteriormente anche la facilità di guida sui fondi sterrati e irregolari in generale.

La forcella, inoltre, è dotata di sospensione idraulica G.W. N781S, mentre il manubrio e il sistema frenante a V sono realizzati entrambi in alluminio, in modo da alleggerire il peso complessivo, che in realtà rappresenta l’unico neo di questa bicicletta.

 

Cambio Shimano

Su una Mountain Bike come la Portland, inoltre, non poteva di certo mancare un sistema di cambio Shimano di alta qualità, e nella fattispecie un TY300 con deragliatore Tourney a 7 velocità e leva di cambio Revo 7×3 Saiguan. 

Il deragliatore Tourney, combinato alla guarnitura a tre dentature, è in grado di generare 21 diverse combinazioni di marcia; di conseguenza la Portland è in grado di offrire una notevole versatilità per quanto riguarda il grado di pendenza del percorso, permettendo di affrontarlo con la stessa facilità con la quale si pedala su un tracciato piano.

Le ruote da 27,5 pollici di diametro montate sulla Portland, inoltre, sono prodotte dalla nota ditta thailandese Vee Rubber, che produce pneumatici da corsa e ad alte prestazioni per biciclette, motociclette, ATV, kart, automobili, camion e diagonali.

 

Acquista su Amazon.it (€179)

 

 

 

2. Atala Sunrise 2017 Mountain Bike da donna

 

La Sunrise 2017, prodotta dalla nota ditta italiana Atala, è una Mountain Bike progettata apposta per le esigenze femminili, ed è disponibile in una sola taglia con telaio e forcella Hi-Ten Tig in acciaio tubolare da un pollice di diametro.

Il diametro delle ruote e di 26 pollici, di conseguenza è strutturata per donne la cui statura è compresa tra i 165 e i 175 centimetri; è dotata di freni in alluminio V-Brake, cambio Shimano Tourney RD-TZ50, a pantografo inclinato, e del comando cambio Shimano Revoshift Shifter, che permette una maggiore sicurezza di guida in quanto può essere controllato mediante una semplice rotazione del pollice, senza essere costretti a rimuovere le mani dal manubrio.

L’unica pecca è che la bici arriva smontata e nella confezione non sono inclusi gli attrezzi necessari al montaggio; se ne siete sprovvisti, quindi, bisogna acquistarli a parte oppure farla montare da un meccanico.

Pro
Da donna:

La Sunrise 2017 è una Mountain Bike strutturata per adattarsi perfettamente all'anatomia femminile; è disponibile in una sola taglia, che però è adatta a tutte le donne la cui altezza è compresa tra 165 e 175 centimetri.

Facile da usare:

È una Mountain Bike affidabile e facile da adoperare, il che la rende adatta sia per le principianti sia per le cicliste di media esperienza. È anche molto solida, visto che è realizzata interamente in acciaio.

Sicura:

Grazie al comando di cambio Shimano Revoshift Shifter, non bisogna staccare le mani dal manubrio per controllare la trasmissione, e questo incrementa ulteriormente la sicurezza di guida.

Contro
Montaggio:

Gli attrezzi necessari per il montaggio non sono inclusi nella confezione, se ne siete sprovvisti dovrete acquistarli, oppure farla montare da un meccanico.

Acquista su Amazon.it (€203,59)

 

 

 

3. Bikesport Parallax Mountain Bike con doppia sospensione

 

La Parallax è una Mountain Bike introdotta sul mercato nel 2018, e infatti è caratterizzata da un design completamente innovativo, la cui struttura la rende adatta sia per gli uomini sia per le donne.

Le sue misure la rendono adatta per chiunque abbia una statura compresa tra 155 e 165 centimetri, quindi è ideale soprattutto per i ragazzi e le ragazze. Il telaio è realizzato interamente in acciaio ed è biammortizzato, ovvero dotato di doppia sospensione; il freno anteriore e quello posteriore sono entrambi a disco, ed è dotata di una cambio a ingranaggi Shimano a 18 velocità.

La Parallax è apprezzata soprattutto per la sua versatilità; oltre a essere una MTB unisex, infatti, è adatta tanto per l’utilizzo urbano quanto per i percorsi sterrati e i fondi irregolari.

L’unica pecca, secondo alcuni, è che la particolare struttura del telaio la rende alquanto complicata da montare.

Pro
Versatile:

La Mountain Bike Parallax è una bicicletta versatile sotto tutti gli aspetti, infatti è adatta sia per gli uomini sia per le donne e può essere usata tanto sui percorsi urbani quanto in aperta campagna e sui fondi sconnessi.

Doppie sospensioni:

Il telaio è dotato di un sistema di ammortizzazione doppio che la rende meno faticosa da usare, soprattutto sui percorsi accidentati. Il telaio in acciaio la rende anche molto solida e resistente.

Cambio Shimano:

Ovviamente non poteva mancare un sistema di cambio rapporti affidabile ed efficiente, come appunto lo Shimano a 18 velocità, ideale per affrontare ogni tipo di percorso.

Contro
Design:

Il design è innovativo ma, secondo alcuni, rende più difficoltoso montarla, soprattutto da parte dei giovanissimi a cui poi è destinata.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. SAVA Deck 6.0 Mountain Bike in fibra di carbonio

 

Il marchio SAVA è stato registrato in Germania nel 2005, ma appartiene a una ditta cinese che produce biciclette di altissima qualità certificate secondo i rigidi standard ISO9001 della Comunità Europea; La Deck 6.0, infatti, è una Mountain Bike professionale entry level, apparentemente costosa ma con delle caratteristiche tali da rendere il rapporto qualità-prezzo a dir poco eccellente.

Questa MTB, infatti, possiede un telaio Toray T800 realizzato interamente in fibra di carbonio, estremamente robusto e al tempo stesso molto leggero, e la forcella è dotata di sospensioni pneumatiche idrauliche frutto della tecnologia esclusiva SAVA. 

Il sistema di cambio e quello frenante sono entrambi Shimano: il set di ingranaggi, cambio anteriore e deragliatore della serie DEORE M6000, e i freni a disco MT200 Disc Break. Gli pneumatici sono dei Michelin specifici per Mountain Bike, con prestazioni adatte per ogni tipo di condizione; insomma, è una bici destinata soprattutto ai professionisti.

Pro
Professionale:

La Deck 6.0 è una Mountain Bike professionale di categoria entry level, quindi destinata ai ciclisti che pedalano a livello agonistico, ma è molto apprezzata anche dagli appassionati più esigenti.

Telaio:

Il telaio è un Toray T800 in fibra di carbonio, quindi offre la stessa solidità e resistenza di un telaio in acciaio ma con un peso di gran lunga inferiore. Monta anche la sospensione idraulica sulla forcella e gli pneumatici Michelin per MTB.

Cambio e freni Shimano:

Sia il sistema di cambio sia quello frenante sono prodotti da Shimano, e sono dei modelli progettati apposta per offrire prestazioni di alto livello.

Contro
Prezzo:

Il rapporto qualità-prezzo è eccellente, ciò non toglie che il costo di questa MTB è comunque elevato e accessibile solo ai professionisti e ai più esigenti.

Acquista su Amazon.it (€1299)

 

 

 

5. Firally Parkeiq Mountain Bike con ruote da 26 pollici

 

La Firally Parkeiq è una Mountain Bike che si distingue soprattutto per il prezzo accessibile; è consigliata a chi non ha grosse esigenze e desidera una MTB da usare solo nel periodo estivo, oppure per pedalare tutti i giorni in città.

Le sue caratteristiche, infatti, la rendono adatta sia all’uso off road sia come mezzo di trasporto urbano per andare al lavoro quotidianamente; il telaio è realizzato in acciaio ed è ricoperto da uno strato di vernice isolante, in modo da poter resistere alla pioggia e alla ruggine. La forcella anteriore è dotata di sospensioni idrauliche, inoltre possiede un sistema frenante a disco su entrambe le ruote ed è dotata di cambio a sette velocità.

Il telaio è in grado di sopportare un carico massimo fino a 120 chilogrammi e grazie al sellino regolabile può essere montata con facilità da chiunque abbia una statura compresa tra 155 e 185 centimetri.

Pro
Prezzo:

Anche se non è il più economico tra i diversi modelli esaminati, la Parkeiq rimane comunque una Mountain Bike dal prezzo contenuto, facilmente accessibile per tutte le tasche.

Versatile:

Il telaio è solido e robusto ed è pensato per resistere in qualsiasi circostanza; la Parkeiq, infatti, è adatta sia per i percorsi offroad, su fondi irregolari, fangosi e pietrosi, sia per le strade asfaltate della città.

Facile da usare:

Il cambio a sette velocità permette di affrontare anche i percorsi più impegnativi con il minimo sforzo; il doppio freno a disco anteriore e posteriore, inoltre, la rende sicura e adatta anche ai principianti.

Contro
Solo per hobby:

Le sue caratteristiche sono buone per l'uso nel tempo libero e per il pendolarismo, ma le prestazioni non sono adatte per allenarsi seriamente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare una mountain bike

 

C’è una differenza importante tra l’andare in bicicletta e in mountain bike. Quest’ultima è destinata a chi vuole stare a pieno contatto con la natura, viverla e diventare una cosa sola con lei. In mountain bike si provano sensazioni che poco o nulla hanno a che fare con una semplice passeggiata in bicicletta, magari in campagna, perché significa andare ovunque, visto che non servono strade o piste ciclabili ma solo tanta voglia di pedalare.

 

 

Le categorie di mountain bike

La prima cosa che i lettori meno esperti devono sapere è che possiamo individuare tre categorie di mountain bike. Queste categorie si differenziano per l’ammortizzazione, ma vediamo di essere più precisi. Le cosiddette bici rigide, sono totalmente prive di ammortizzatori, le front, invece ce li hanno solo davanti mentre le full li hanno a entrambe le ruote.

 

L’attrezzatura da tenere a portata di mano

Possedere una mountain bike implica avere sempre a disposizione un minimo di attrezzatura. Vediamo le cose che secondo noi sono indispensabili. Una buona pompa per regolare la pressione delle gomme, questa è bene portarsela sempre dietro, olio a secco teflon per lubrificare il cambio e la catena, i classici attrezzi quali cacciavite, brugole, pinze e tutto quello che può servire per la manutenzione della bici.

Un cavalletto per quando la mountain bike non è in uso, ce ne sono a parete oppure con piedistallo, quest’ultimo molto comodo per la manutenzione. Infine, un portabiciclette per caricare la mountain bike sull’auto e raggiungere i luoghi scelti per le vostre pedalate.

 

Da portare sempre con sé

La prima cosa, quando si va in mountain bike è farlo in assoluta sicurezza. Dunque, il casco va tenuto sempre in testa e ben allacciato. Usate dei guanti. Portate sempre con voi una camera d’aria di riserva con relativo gonfiatore. Di vitale importanza avere una smagliacatena e una falsa maglia perché la rottura della catena è da mettere sempre in conto. Non lasciate il cellulare a casa e assicuratevi che sia ben carico.

In caso di incidente, se siete soli (ma è sempre meglio andare in gruppo), potrebbe salvarvi la vita. A riguardo, lasciate sempre detto a qualcuno dove andate e il precorso che fate. Servitevi di un GPS da manubrio.

 

 

Non chiedete troppo alla mountain bike

Quando andate in mountain bike fatelo con giudizio, nel senso che non chiedete alla vostra bicicletta più di quanto possa dare. In altre parole, non sottoponetela a sollecitazioni superiori a quelle che può sopportare. Se volete sfrecciare su discese impegnative e accidentate, dovrete avere una bici professionale, quella che avete comprato al supermercato rischia di spezzarsi in due.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come funziona il cambio della mountain bike?

Il meccanismo di cambio è comune a tutte le biciclette e varia soltanto di pochi dettagli. In generale parliamo di quel sistema che consente di regolare l’andamento della bici stessa, grazie a una struttura a parallelogramma azionata da un cavetto in acciaio. Qui si lega poi un bilanciere munito di due rotelline dentate, tra le quali scorre la catena.

La molla che si lega poi al bilanciere fa sì che la catena sia sempre ben tesa e lavora in modo da regolare la sua lunghezza, così da poter monitorare anche la tensione, consentendo lo spostamento tra ingranaggi diversi.

Nel caso della mountain bike il bilanciere avrà una misura maggiore rispetto ad altri modelli, perché è prevista una notevole differenza tra il rapporto minimo e il rapporto massimo.

 

Come iniziare con la mountain bike?

Gli esperti consigliano innanzitutto di iniziare con una bici a noleggio, in modo da capire se questo tipo di attività possa davvero fare al caso vostro. Prima di procedere con un acquisto costoso quindi, è bene iniziare con giri di poche ore, che prevedano un misto tra l’asfalto e il sentiero e che siano calibrati con la vostra preparazione fisica.

Procuratevi anche un minimo di abbigliamento tecnico, che consiste essenzialmente in un pantaloncino, una maglia e un giacchetto per vento o pioggia. Evitate percorsi troppo ripidi o troppo lunghi e calibrate i vostri sforzi in modo graduale.

 

Quanto pesa una mountain bike?

Il peso di una mountain bike varia essenzialmente in base al materiale con cui è realizzata e incide molto sul livello di prestazione. In generale i valori si aggirano tra i 10 e i 14 kg circa, con la possibilità eventuale di alleggerirla, sostituendo le componenti iniziali con alcune più nuove e dunque più leggere.

 

Come smontare la ruota posteriore di una mountain bike?

Questo aspetto dipende essenzialmente dal sistema di aggancio previsto dal modello che avete acquistato. Negli ultimi anni sono sempre più comuni sistemi facilitati, come quello a sgancio rapido o quick release.

La procedura diventa quindi molto semplice, perché prevede soltanto l’apertura della leva del quick release: questa va poi svitata ed estratta dal suo alloggiamento. Se invece fosse previsto un perno e non la leva, l’unica difficoltà potrebbe essere quella dovuta alla presenza di ruggine o detriti, che vanno quindi eliminati prima di procedere.

 

Come alzare il manubrio della mountain bike?

Gli esperti osservano che, per avere il giusto comfort durante l’utilizzo della mountain bike, il manubrio debba essere alla stessa altezza del sellino, il quale deve essere regolato in modo da consentire alla gamba di stendersi del tutto.

Molti modelli prevedono il manubrio regolabile, in caso contrario dovrete inserire degli spessori alla sua base, in modo che il successivo montaggio lo sollevi rispetto alla posizione precedente. Questa soluzione è sempre vista in maniera più positiva, perché il manubrio regolabile rende la struttura leggermente meno stabile, soprattutto se si hanno in mente percorsi molto dissestati e scoscesi. 

 

 

Ecco altri articoli che potrebbero interessarti:

 

Bicicletta pieghevole

Il miglior portabici

Bicicletta elettrica

Scarpe da bici

Antifurto per bicicletta

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

 

Moma Bikes, Bicicletta Mountainbike 26″ BTT Shimano

 

Ecco uno dei modelli più apprezzati e venduti online: si tratta di una mountain bike da 26” dell’azienda spagnola Moma Bikes.

Disponibile attualmente in tre taglie, è una bici versatile con un buon telaio in alluminio che viene utilizzata tanto per i sentieri montuosi quanto per le più comode strade cittadine.

La forcella anteriore con sospensione ammortizza bene le asperità del terreno garantendo una conduzione stabile e più confortevole.

I freni a disco anteriore e posteriore, come sottolinea la maggior parte degli sportivi, si dimostrano estremamente performanti, anche su bagnato.

Mountain bike per uomo e per donna, presenta un cambio Shimano a 24 velocità professionale e silenzioso per affrontare al meglio terreni di ogni pendenza.

Non leggerissima, è facile da montare e ha nel design accattivante un altro dei suoi punti di forza.

La nostra guida per scegliere la migliore mountain bike partiamo da una bici prodotta dal marchio spagnolo Moma Bikes, un modello unisex adatto sia agli uomini sia alle donne, dotato di cambio Shimano a 24 velocità.

Pro
Versatilità:

Oltre al telaio in alluminio, che si adatta bene sia alle strade cittadine sia ai sentieri di montagna, la Moma Bikes è disponibile in tre diverse taglie, in modo da poter soddisfare una clientela di tutte le età.

Prestazioni:

La forcella anteriore è dotata di una sospensione che aumenta la stabilità della bici sul terreno sconnesso, mentre i freni a disco sono molto efficaci anche sul bagnato.

BTT Shimano:

Il sistema di trasmissione montato su questa bici è un cambio Shimano a 24 rapporti, fluido e silenzioso, ottimo per affrontare ogni tipo di pendenza.

Contro
Prezzo:

Nonostante il telaio sia realizzato in alluminio, secondo alcuni acquirenti la MTB Moma Bikes con ruote da 26 pollici è una bicicletta piuttosto pesante.

 

 

Multibrand, Probike Adventure, 24 Pollici Mountain Bike

 

 

È una mountain bike adatta alle ragazzine, sebbene il telaio sia in acciaio non è troppo pesante e la bici di manovra senza problemi di sorta. È un modello piuttosto essenziale, ha i freni a V e il cambio a 18 velocità. Compreso nella confezione ci sono il parafango e il paraurti, il cui montaggio è opzionale ma si tratta comunque di accessori utili soprattutto quando la bici è usata per giocare piuttosto che per addentrarsi su percorsi complicati tipici della MTB. 

La Probike Adventure monta ruote da 24, i copertoni sono di quelli economici, di certo non li consiglieremmo nel caso si dovessero affrontare percorsi impegnativi. La sensazione, in definitiva, è che questo modello sia una mountain bike più nell’aspetto che nelle caratteristiche strutturali ma dopotutto è una cosa che ci può stare perché, lo ripetiamo, la bici è per ragazzine.

Va da sé che, qualora la proprietaria decida di dedicarsi alla disciplina MTB più seriamente dovrà necessariamente virare su altro modello.

Pro
Telaio:

La struttura portante della bicicletta è molto buona, sebbene sia realizzata in acciaio ciò non comporta un peso eccessivo.

Manovrabilità:

Dal punto di vista della guida la bicicletta non causa problemi, è maneggevole e anche parecchio divertente, consigliata per farsi un bel giro.

Parafanghi:

Come accessorio c’è un kit che siamo certi possa tornare molto utile a quanti la bici la usano per spostarsi anche su strade bagnate o fangose.

Contro
Copertoni:

La loro qualità è un tantino bassa, non sono fatti per resistere a continue frenate e stress vari.

 

 

Sava DECK 300 Fibra di Carbonio Mountain Bike

 

La migliore mountain bike potrebbe essere per te quella con telaio in carbonio. Se ti interessa un modello del genere, dai un’occhiata alla Sava Deck 300.

Il vantaggio di questo innovativo materiale sta nella maggiore leggerezza, decisamente superiore all’alluminio e all’acciaio: il peso di poco superiore ai 12 kg parla da sé ed è ideale per il ciclista che ama raggiungere elevate velocità.

Generalmente queste bici hanno un costo molto elevato ma non è il caso del modello in questione che viene offerto a un prezzo decisamente competitivo: cliccare per credere.

È possibile inoltre acquistare una mountain bike da 29 o da 27.5” in base alle proprie esigenze. Anche le combinazioni di colori tra cui scegliere sono diverse, così da assecondare i propri gusti.

I freni e il sistema di trasmissione Shimano a 30 rapporti semplificano e rendono la pedalata estremamente piacevole.

Stando ai pareri degli acquirenti, la SAVA DECK 300 è una delle migliori mountain bike di fascia medio-alta, e nonostante possa sembrare costosa, date le sue caratteristiche offre un buon rapporto qualità-prezzo.

Pro
Leggera:

Il telaio è realizzato in fibra di carbonio e il peso complessivo della bici non supera i 12 chilogrammi, quasi una piuma rispetto alle altre MTB con cui l'abbiamo messa a confronto.

Shimano:

Sia i freni sia la trasmissione montati dalla SAVA DECK 300 sono prodotti da Shimano; il cambio, in particolare, è di tipo professionale e offre ben 30 rapporti di velocità, per affrontare al meglio ogni pendenza e ogni tipo di fondo.

Ruote:

Il diametro delle ruote è disponibile in due misure, 27.5 oppure 29 pollici, in modo da poter scegliere in base alle proprie esigenze.

Contro
Prezzo:

È una MTB molto costosa ma di elevata qualità, adatta principalmente ai professionisti o agli amatori che non hanno problemi di portafogli.

 

 

Moma Bikes, Bicicletta Mountain bike 24 BTT Shimano

 

 

È una bici MTB entry level come suggerisce anche il prezzo, tra l’altro vantaggioso secondo noi. È dotata di un telaio in alluminio, questo è stato giudicato positivamente da gran parte dei ciclisti entrati in possesso di questo modello. Monta ruote da 24” dunque l’altezza adatta del ciclista è compresa tra 135 e 150 cm, in sostanza parliamo di un mezzo destinato ai ragazzini. 

La qualità dei copertoni non è molto buona, si consumano in fretta. A proposito, anche le ruote sono in alluminio. Il cambio è Shimano a 21 velocità, bisogna registrarlo, si tratta di un lavoro che i meno esperti dovranno necessariamente far eseguire a un meccanico. 

Tanto sulla ruota anteriore quanto su quella posteriore sono montati freni a disco, la loro azione frenante è buona ma dobbiamo aggiungere che anche il freno ha bisogno di una regolata. La bicicletta è priva di cavalletto, dunque ha bisogno di un sostegno quando non siete in sella. Di grande semplicità è il montaggio.

Pro
Telaio:

La sorpresa più piacevole della bici Moma è il telaio, ne abbiamo apprezzato la sua robustezza leggerezza.

Costo:

Il prezzo è di quelli che invogliano all’acquisto, la sensazione è che si tratti essere di un buon affare.

Contro
Copertoni:

Non aspettatevi troppo dai copertoni, sono economici e non resistono a lungo se sottoposti a stress intensivo.

Cavalletto:

Questo modello di bicicletta non è provvisto di cavalletto quindi l’unica soluzione è appoggiarla a terra o contro un sostegno.

 

 

Moma Bikes Peak, Bicicletta Mountain Bike 29”

 

 

La bici Peak di Moma è una mountain bike che nel complesso è sicuramente buona ma non mancano i dettagli poco convincenti. Su questi preferiamo ritornarci in seguito cominciando dagli aspetti migliori, chiaramente non è uno stratagemma per addolcirvi la pillola. Primo elemento degno di nota è il telaio in alluminio, materiale scelto anche per altri componenti com e la biella, la forcella e il reggisella, il tutto allo scopo di realizzare una bicicletta che fosse leggera. 

Il rapporto è a 27 velocità ma attenzione perché dovrete regolare il cambio o farlo regolare da qualcuno con un po’ di esperienza. Com’è la guidabilità? Secondo noi è buona, le performance soddisfano un po’ su tutti i tipi di percorsi. Comoda è anche il sellino. Soddisfacente la tenuta in curva. 

Veniamo a cosa ci ha lasciato perplessi, innanzitutto i freni a disco che sono troppo fragili, si piegano con uno sguardo, non immaginate quante persone hanno ricevuto la bici con i dischi già piegati, indice che basta davvero poco a riportare danni. Quanto appena detto ci pare sufficiente a giudicare il prezzo della bicicletta eccessivo.

Pro
Telaio:

Una buona impressione ce l’ha fatta il telaio, che è realizzato in alluminio, è robusto e regge bene alle sollecitazioni dei percorsi accidentati.

Guidabilità:

È una bicicletta molto leggera ma offre anche una grande guidabilità, ottima anche in curva. È un piacere farci un giro.

Contro
Freni a disco:

La qualità materiale dei freni a disco è l’opposta di quella del telaio; sono deboli, fragili e a più persone è capitato che si piegassero.

Prezzo:

Il costo della bicicletta non ci convince, per queste cifre l cliente ha diritto a un prodotto impeccabile e non è questo il caso.

 

 

NCM Moscow Plus Bicicletta elettrica da Trekking

 

Principale vantaggio

La bici ha un telaio molto robusto oltre che leggero; questo sorregge un motore performante e silenzioso che non delude neanche in salita.

 

Principale svantaggio

I rapporti richiedono di essere registrati con frequenza, almeno ogni 2 o 3 mesi in caso di uso intensivo. Da migliorare il sellino poiché non lo riteniamo molto comodo.

 

Verdetto 9.8/10

A qualcuno potrebbe sembrare che la bici costi tanto, certo il prezzo è impegnativo ma secondo noi onesto. Siamo certi che chiunque comprerà questo modello non resterà deluso.

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Motore, batteria e display

In una bicicletta elettrica il motore non è l’unica cosa che conta ma di certo è tra gli elementi più importanti e dunque da valutare con attenzione; è ciò che abbiamo fatto e dobbiamo dire che è uno dei punti di forza di questo modello. Il Das-Kit (così si chiama il motore) montato sulla e-bike è potente e silenzioso, non delude neanche quando si va in salita grazie alla sua potenza di 250W. 

Potente, lo abbiamo detto, ma anche molto efficiente e silenzioso. Non minore importanza ha la batteria da 16V e anche in questo caso le nostre conclusioni in merito sono positive, se si imposta la modalità ECO, assicura un’autonomia fino a 140 Km. Il sistema di ricarica è molto comodo. 

Non male il display, anche se qui forse manca qualcosina, riporta un sacco di informazioni, non lo neghiamo ma un orologio e un cronometro avrebbero sicuramente fatto comodo e avrebbero reso il tutto più completo. Da segnalare che i pulsanti per l’uso del display si montano sul manubrio per un suo più comodo.

 

Buon telaio

La bicicletta fa affidamento su un telaio molto robusto e realizzato in alluminio. Il ciclista, di fatto, può godere di una struttura che da un lato si presenta parecchio resistente e dall’altro, leggera. Convincente il cambio Shimano ma non perfetto: questo assicura una trasmissione fluida della potenza, la pedalata è piacevole, senza sforzi ma abbiamo anche letto di lamentele circa la necessità di dover registrare spesso i rapporti. 

A proposito, le marce sono 24 e siamo sicuri che in tanti apprezzano la modalità EPAC che assicura più flessibilità e comodità nell’alternarsi di diverse condizioni stradali, la modalità EPAC è secondo noi ottima anche per i terreni collinari.

 

Buon sistema frenante

La bici ha a nostro avviso un ottimo sistema frenante. Quando si attivano i freni il motore si arresta immediatamente, ciò comporta una riduzione dello spazio di frenata. Un aiuto in questo senso arriva anche agli ottimi pneumatici che oltretutto sono performanti su qualsiasi tipo di superficie. 

Magari sarà una questione soggettiva o forse no, tuttavia è nostra opinione che il sellino sia scomodo ma questo è un problema che dipende da come siete abituati e a cui comunque si può porre rimedio, acquistandone uno più confortevole. Ci preme segnalare, poi, che il manuale è povero di informazioni circa il display che a conti fatti è proprio l’elemento che richiederebbe maggiori chiarimenti.

 

 

NCM Moscow Bicicletta Elettrica Mountainbike 250W

 

 

Per concludere al meglio la classifica delle migliori mountain bike del 2020, che abbiamo selezionato per voi, ecco la proposta dell’azienda Ncm. Le numerose qualità di questa bici elettrica la rendono davvero interessante sotto tanti punti di vista: partiamo innanzitutto dalla robustezza del telaio. 

Quest’ultimo è realizzato in alluminio con una tecnologia che dimezza il peso e garantisce una migliore resistenza. Trattandosi poi di una mountain bike elettrica, il tipo di motore deve vantare alte prestazioni, e per questo motivo l’azienda ha dotato il modello di un sistema di doppia accelerazione, che vi permette di riuscire a superare anche pendenze parecchio ripide.

A disposizione ci sono anche un display con cui selezionare fino a sei livelli di pedalate assistite, a cui si aggiunge una potente batteria, che garantisce un’autonomia fino a 120 km. Tuttavia, bisogna fare attenzione a non spingere troppo con l’acceleratore, perché la bicicletta si potrebbe spegnere all’improvviso se si attua un’eccessiva pressione, costringendovi a dover pedalare.

Pro
Robusta e durevole:

Questa mountain bike elettrica vanta innanzitutto un telaio resistente che dimezza il peso e quindi facilita l’utilizzo della bici anche su terreni difficili. Inoltre, la qualità dei materiali permette di avere un modello durevole nel tempo.

Pedalata assistita:

Grazie al display è possibile impostare fino a sei livelli di pedalata assistita, ognuno scelto in base alla difficoltà del terreno e al tipo di pendenza che si deve superare.

Alte prestazioni:

Con il motore posteriore da 250W è possibile aumentare la potenza su salite abbastanza ripide, riuscendo quindi a raggiungere fino a 25 km/h. Questo è un aspetto fondamentale, soprattutto per chi è abituato a viaggiare su qualsiasi tipo di terreno, anche in città.

Buona autonomia:

Le alte prestazioni di questa mountain bike sono anche sottolineate dalla capacità della batteria removibile da 48V agli ioni di litio che, anche se portata al massimo, garantisce un’autonomia di almeno 120 km.

Contro
Qualche debolezza:

Su percorsi più impervi è tuttavia sconsigliato utilizzare il massimo della potenza, perché si rischia che la bicicletta si spenga senza alcun preavviso.

 

 

Multibrand, Probike Speed 24, FSP Mountain Bike

 

 

Se i vostri figli amano andare in bicicletta e vorrebbero provare qualche percorso fuori strada con Mountain Bike, allora questo è un buon modello ‘entry level’ che potrà fare al caso vostro. Si presenta con un telaio in acciaio molto resistente e allo stesso tempo leggero che la rende durevole e soprattutto affidabile. 

La forcella di sospensione permette di viaggiare su diverse superfici nel massimo del comfort e di superare diversi ostacoli su percorsi in salita o discesa. Si fa notare anche il manubrio con un grip ergonomico che consente di manovrare con precisione la bicicletta e presenta comandi precisi che si possono adoperare rapidamente in modo da adattare la pedalata al tipo di percorso. Non mancano i catarifrangenti sulle ruote e sui pedali, indispensabili per la sicurezza quando si viaggia in condizioni di scarsa illuminazione. 

Pro
Ottima per principianti:

Questa Mountain Bike è stata progettata per facilitare il passaggio dalla bicicletta ‘classica’ ad un mezzo più performante. 

Resistente:

Il telaio si rivela estremamente resistente e durevole nel tempo, mentre la forcella della sospensione consente di affrontare superfici e ostacoli con facilità.

Comandi veloci:

Il deragliatore posteriore e i comandi al manubrio consentono di cambiare rapidamente la velocità di pedalata e i rapporti, ideale per percorsi con molte  salite e discese.

Sicura:

I catarifrangenti rendono la bicicletta visibile agli automobilisti anche in condizioni di scarsa visibilità.

Contro

Al momento di questa recensione non abbiamo trovato particolari difetti. Si tratta di una bicicletta ottima per i principianti, specialmente per i ragazzi. Ovviamente gli utenti più avanzati vorranno cercare un modello più performante.

 

 

F.lli Schiano Rider Power 18V Bicicletta Biammortizzata

 

 

La Rider Power 18 V è una mountain bike per principianti. Il telaio è interamente realizzato in acciaio mentre i cerchioni sono in alluminio. È una bicicletta economica di conseguenza non aspettatevi molto dai materiali e dalla meccanica. 

Una buona stabilità in caso di piccoli urti è garantita dall’ammortizzatore centrale con sistema monoperna. La risposta con urti più forti, invece, è deludente. Dalle informazioni fornite dal produttore, il cambio è Shimano ma alcuni clienti hanno manifestato il loro dubbio in merito. Si tratta di una segnalazione doverosa ma noi prendiamo per buono quanto dice chi realizza e commercializza la bici. Ciò non toglie che il cambio sia duro. Il design aggressivo ci ha fatto una bella impressione. 

Quanto al montaggio, presenta qualche difficoltà soprattutto se non si ha un po’ di esperienza: da segnalare che vanno registrati i freni e che nella maggior parte dei casi le ruote sono fuori asse. Il prezzo è allettante e probabilmente è il vero punto di forza di questa bici entry level.

Pro
Prezzo:

Crediamo che il costo accessibile sia un valido stimolo a puntare su questo modello come prima mountain bike.

Design:

Ben studiato, visto che è di quelli che fanno colpo al primo sguardo. Si gireranno tutti a guardarvi mentre passate.

Contro
Assemblaggio:

Molti utenti hanno raccontato di difficoltà incontrate nell’assemblare la bici, in particolare ci sono da registrare i freni e sistemare le ruote che arrivano fuori asse.

Cambio:

Il modello di Shimano montato sulla bici non è piaciuto a tanti. Qualcuno ha persino messo in dubbio che si tratti effettivamente di un prodotto dell’azienda nipponica ma il vero problema è che è troppo duro.

 

 

NCM Prague

 

Principale vantaggio

Il sistema elettronico avanzato del modello NCM composto da un motore da 250W e da una batteria da 468 Wh garantisce prestazioni elevate. La bicicletta è in grado di raggiungere i 25 km\h in pochissimo tempo, per un’autonomia totale di 96 km. Sul display LCD potrete controllare tutte informazioni sul chilometraggio e sulla carica residua della batteria. 

 

Principale svantaggio

Difficile trovare un vero e proprio difetto costruttivo ma segnaliamo il prezzo davvero molto alto non proprio adatto per chi ha un budget ridotto. Se volete risparmiare vi consigliamo di dare un’occhiata ad altri modelli sul mercato. 

 

Verdetto: 9.8/10

Performance e tecnologia sono i punti di forza di questa Mountain Bike elettrica che potrà darvi moltissime soddisfazioni sia in città sia sui percorsi più ardui. Non possiamo darle il massimo dei voti a causa del prezzo davvero troppo alto che non può competere con altre offerte convenienti. 

 

 

DESCRIZIONE DELLE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Tecnologica

Una delle caratteristiche che più colpisce di questa Mountain Bike è la sua elevata tecnologia garantita da un sistema elettrico ottimizzato e dai sei livelli di pedalata assistita. Il controller Das-Kit L6B consente di cambiare facilmente la resistenza della pedalata, in modo da poter affrontare con efficacia discese e salite senza fare troppa fatica. 

Una soluzione che rende il modello estremamente versatile sia per la città sia per i percorsi dedicati alla Mountain Bike. Il pratico display LCD vi consente di tenere d’occhio sia il chilometraggio sia la carica della batteria. Impostando la modalità ‘Eco’ potrete percorrere ben 96 km senza doverla ricaricare. 

 

Performance

Il motore posteriore Bafang da 250W assicura prestazioni davvero elevate che vi permettono di pedalare facendo il minimo sforzo e raggiungere in pochi secondi la velocità massima. Bastano poche pedalate per raggiungere un totale di 25 km/h, più che sufficienti per percorsi ardui con presenza di salite e discese. 

Nel caso vogliate mettere alla prova le vostre capacità con la Mountain Bike potrete anche impostare la pedalata assistita a 0, in modo da non ricevere alcun aiuto e sfruttare solo il motore per la spinta. La trasmissione fluida garantita dal cambio Shimano e dai deragliatori si rivela ottima per avere il massimo controllo sulla bicicletta, così come la frenata sicura e stabile resa possibile dai freni a disco Tektro. 

 

Design

La Mountain Bike si presenta con un look davvero piacevole che potrà accontentare anche i più esigenti in cerca di un modello dall’aspetto ‘tecnico’. Il design però non si limita a questo, infatti la bicicletta si rivela estremamente leggera, cosa che ne facilita il trasporto e ne aumenta allo stesso tempo la maneggevolezza. 

La guida inoltre viene resa ancora più fluida dalle forcelle Suntour XCT completamente personalizzabili. Grazie a questa caratteristica potrete adattare la bicicletta per la pedalata sull’asfalto o fuoristrada. Gli pneumatici Schwalbe Smart Sam, oltre a garantire una buona tenuta di strada, offrono soddisfacenti performance anche quando le condizioni climatiche non sono proprio favorevoli.

 

 

Atala Mountain Bike 24″ Storm MD 21V

 

 

La Storm MD è una bici misura 24”. Il telaio è in acciaio con ammortizzazione centrale e i cerchi in alluminio. L’impressione diffusa tra gli utenti che ne sono entrati in possesso è di una bicicletta molto solida. Ha il cambio Shimano Tourney RD-TY300 a 7 velocità. Il sistema frenante è costituito da freni a disco: la risposta è buona. 

Per essere una entry level, la pedalata è abbastanza fluida. Il sellino è comodo e il manubrio assicura una presa salda. Probabilmente è un po’ pesante come bicicletta e per esempio si fatica se bisogna portarla a mano su per le scale. Precisiamo, comunque, che questo peso non incide sulla pedalata. Discutiamo un attimo sul montaggio che spesso spaventa chi non ha la minima esperienza in merito. 

Abbiamo raccolto alcune testimonianze di chi, suo malgrado, ha dovuto cimentarsi in questo compito; chi è preoccupato può tranquillizzarsi, quel poco che c’è da assemblare lo si fa velocemente. Possiamo anche quantificare in termini temporali il lavoro: bastano 15 o 20 minuti. Il prezzo, è un po’ alto per una entry level.

Pro
Solida:

La bicicletta ha una struttura molto solida: il telaio in acciaio offre le necessarie garanzie in termini di robustezza. È una mountain bike affidabile.

Pedalata:

Pur essendo una bicicletta entry level, la pedalata è abbastanza fluida, particolare che non è sfuggito ai ciclisti che, naturalmente , si sono detti contenti.

Montaggio:

Le operazioni non sono difficoltose e richiedono poco tempo; per essere più precisi sono sufficienti al massimo 20 minuti.

Contro
Non leggerissima:

È un po’ pesante e questo può rappresentare un problema soprattutto per i ragazzini che devono portare la bici su e giù per le scale.

Prezzo:

Essendo una bicicletta entry level ci saremmo aspettati un costo inferiore, sia chiaro comunque che non parliamo di una somma proibitiva.

 

 

Moma Bikes, Bicicletta Mountainbike 26″ BTT Shimano

 

Principale vantaggio:

Il telaio è l’elemento della bici che ha convinto maggiormente gli acquirenti. Si presenta infatti solido e abbastanza pesante da garantire una certa stabilità durante l’utilizzo oltre ad avere uno stile accattivante e sportivo.

 

Principale svantaggio:

Il cambio non è, secondo gli acquirenti, il punto forte della mountain bike. In seguito all’acquisto, infatti, è necessario intervenire personalmente per regolare la bici al meglio.

 

Verdetto 9.6/10

La bici di Moma Bikes ha un buon rapporto qualità/prezzo e riesce a soddisfare i consumatori pur non essendo priva di qualche difetto. Il nostro consiglio è quello di far regolare il cambio e i freni da un professionista del settore qualora non abbiate esperienza diretta nel campo.

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Telaio di qualità

Il telaio rappresenta uno degli elementi più importanti della bicicletta poiché deve risultare leggero e resistente. La BTT Shimano non rientra propriamente tra la categoria di biciclette più leggere in vendita sul mercato nonostante il telaio sia realizzato in alluminio 7005, tuttavia ciò non deve scoraggiarvi poiché una mountain bike leggermente più pesante può essere controllata più facilmente, soprattutto quando si raggiungono velocità sostenute, garantendo una migliore aderenza al suolo.

Non delude nemmeno dal punto di vista estetico, con un design e linee sportive che incontrano il favore dell’utenza che ha avuto modo di provarla.

Poco reattivi invece i freni a disco che necessitano di un rodaggio di 20 ore prima di avere una presa salda. È molto importante dunque iniziare con un’attività leggera prima di passare a giri più impegnativi.

 

Cambio Shimano

Il cambio Shimano, prodotto dall’omonima azienda giapponese, di cui è dotato il prodotto Moma Bikes, è il modello TX-55 a 24 velocità. Trattandosi di uno Shimano “base” non bisogna aspettarsi quindi prestazioni competitive ma risulta comunque preciso e veloce secondo gli acquirenti.

L’unico neo che è stato riscontrato è la necessità di farlo regolare, qualora non si abbia esperienza, da un professionista. Prima di intraprendere qualsiasi attività ciclistica, quindi, vi consigliamo di mettere a punto la mountain bike, personalmente qualora ne siate capaci, per non rischiare di incappare in problemi durante le pedalate.

 

Per tutti i tipi di terreno

Le ruote da 26” sono adatte alla maggior parte dei terreni e non dovreste riscontrare problemi né sull’asfalto né tantomeno su strade più sconnesse come per esempio quelle montane.

Il peso della bicicletta, inoltre, contribuisce a tenerla ben piantata a terra, rappresentando una scelta perfetta per i principianti che vogliono imparare a gestire una mountain bike su diverse tipologie di fondi stradali.

In definitiva, la bici di Moma Bikes, pur avendo qualche incertezza per quanto riguarda freni e regolazioni, con l’uso e un tuning appropriato è in grado di dare grandi soddisfazioni. Il prezzo, inoltre, è tra i più convenienti sul mercato e risulta quindi particolarmente adatta per coloro che vogliono spendere poco.

I professionisti, invece, dovrebbero puntare su prodotti leggermente più costosi che possano meglio soddisfare le loro aspettative.

 

 

F.lli Schiano Thunder Lady Evo Bicicletta da Montagna

 

I modelli dell’azienda italiana F.lli Schiano si caratterizzano per il buon rapporto qualità/prezzo: è il caso di questa mountain bike per donna che ha il telaio più basso per agevolare la salita e una gradevole combinazione di colori bianco e rosa.

Non sarà tra i modelli più venduti sul mercato ma, se non vuoi spendere una grossa cifra, dalle un’occhiata.

Il telaio in acciaio da un lato assicura massima durevolezza nel tempo, dall’altro appesantisce alquanto la bici.

Modello per chi non ha esigenze particolari, è dotato di cavalletto integrato, sella regolabile e ruote da 26” con tassellatura per una bella passeggiata fuori città.

Il cambio Shimano da 18 velocità consente di affrontare senza difficoltà i vari dislivelli.

Chiudiamo la nostra guida con il più economico tra tutti i modelli di mountain bike che abbiamo esaminato: la Thunder Evo prodotta dalla ditta F.lli Schiano, una MTB dedicata esclusivamente alle donne.

Pro
Squisitamente femminile:

Il telaio più basso facilita notevolmente la salita in sella e la rende adatta anche alle giovanissime, anche la scelta dei colori rosa e bianco la rendono una MTB squisitamente femminile.

Trasmissione:

Il cambio ha solo 18 rapporti di velocità, quanto basta per affrontare una buona varietà di pendenze e di fondi stradali; in compenso è Shimano, quindi è fluido, affidabile e facile da gestire.

Economica:

Si tratta della MTB più economica, tra tutte quelle esaminate nella nostra guida, ideale anche come regalo per un'adolescente alla sua prima esperienza su questo tipo di bici.

Contro
Peso:

È una mountain bike con il telaio in acciaio, quindi la bici è resistente e duratura, ma purtroppo risulta anche abbastanza rigida e pesantuccia.

 

 

Frejus Be.Sure Mountain Bike, 27.5″

 

Se non sai quale mountain bike comprare con ruote da 27.5” dai un’occhiata a questo modello, potrebbe interessarti.

Lo standard 27.5” ha progressivamente sostituito quello da 26” donando un feeling generalmente immediato, merito della misura intermedia, buon compromesso tra comfort e prestazioni.

Masciaghi è un’azienda italiana che ha a catalogo numerosi modelli. Il Frejus ha telaio in acciaio e cerchi in alluminio e un peso complessivo di 17 kg, per cui la bici può considerarsi piuttosto leggera.

È un modello per adulti, ideale per chi vuole spendere pochissimo: l’ammortizzazione imperfetta consente di girare tranquillamente in città ma non ci si può concedere troppe libertà sullo sterrato dove le irregolarità si avvertono maggiormente.

Il cambio Shimano a 21 rapporti è performante e permette di regolare bene la pedalata su ogni dislivello. Predisposta per il porta borraccia, la bici ha il cavalletto integrato.

Se state cercando dove acquistare una mountain bike con il nuovo formato di ruote da 27.5 pollici, invece, allora la Frejus Be.Sure prodotta dall’azienda italiana Masciaghi, potrebbe essere proprio la bici che fa al caso vostro.

Pro
Ruote:

La mountain bike Masciaghi Frejus integra il nuovo standard di diametro delle ruote, ovvero 27.5 pollici, che sta pian piano sostituendo quello da 26 pollici dal momento che offre un migliore rapporto comfort-prestazioni.

Leggera:

Anche questo modello possiede il telaio in alluminio ma, a differenza della mountain bike Moma Bikes, offre una maggiore leggerezza.

Trasmissione:

La Masciaghi Frejus monta una trasmissione a 21 rapporti di velocità, ma essendo un cambio Shimano è molto performante e permette un'eccellente regolazione della pedalata.

Contro
Ammortizzatori:

Il sistema degli ammortizzatori è alquanto duro e rende la bici abbastanza rigida, fino a quando si pedala sull'asfalto cittadino, nessun problema, ma sullo sterrato e sui fondi sconnessi bisogna fare molta attenzione.

 

 

F.LLI Schiano Mountain Bike Freedom

 

Tra le migliori mountain bike del 2020 inseriamo anche questo modello prodotto dall’italiana F.lli Schiano. Non tanto per le prestazioni, quanto per il prezzo imbattibile, ideale per chi è in cerca soprattutto del massimo risparmio.

Si tratta di un modello che ha riscosso un discreto successo proprio per questo motivo. Potrebbe essere un regalo gradito (anche al portafoglio) a chi si avvicina per la prima volta a questo sport.

Disponibile in due diverse combinazioni di colori, è un modello per adulti con cerchi da 26” e doppia ammortizzazione, anteriore e posteriore per una maggiore protezione dai colpi.

Il telaio è in acciaio, solido ma la bici non è certo tra le più leggere sul mercato; i sei rapporti e le 18 velocità dovrebbero essere più che sufficienti per la maggior parte delle esigenze di chi vuole fare una passeggiata.

Il sedile piuttosto rigido non è il massimo del comfort ma a questo prezzo è difficile chiedere di più.

Le biciclette prodotte dalla ditta italiana F.lli Schiano sono molto apprezzate dagli acquirenti soprattutto per i loro prezzi bassi, anche se le loro prestazioni sono solo a livelli medi.

Pro
Per neofiti:

Il prezzo contenuto e le discrete prestazioni della mountain bike Freedom, la rendono il modello ideale per coloro che si avvicinano a questo tipo di bicicletta per la prima volta, ottima per prendere confidenza prima di passare a qualcosa di più costoso e prestante.

Trasmissione:

Anche il cambio è più semplice e dimensionato per un utilizzo meno “estremo”, soltanto 18 rapporti di velocità.

Ammortizzatori:

Monta un doppio sistema di ammortizzazione, uno sulla ruota anteriore e un altro su quella posteriore; e questo permette di abituarsi in maniera graduale alle asperità delle pedalate sui sentieri sterrati.

Contro
Peso:

Per assicurare una maggiore solidità e resistenza a questa mountain bike per neofiti, il telaio è stato realizzato interamente in acciaio, ovviamente questo ha inciso pesantemente sul peso della bicicletta.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
1 Vuoi saperne di più? Scrivici!
Il più vecchio
Il più nuovo Il più votato
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status