Il miglior registratore TV

Ultimo aggiornamento: 23.11.20

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

 

Registratori TV – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2020

 

Le vecchie videocassette e i registratori ormai sono un ricordo del passato, ma questo non vuol dire che non si possano comunque registrare i propri programmi preferiti. La soluzione a questa esigenza è un decoder con funzione di registratore TV in grado di salvare su hard disk o chiavetta i programmi in diretta. In questa guida si potranno trovare preziosi consigli per poter acquistare un prodotto di qualità senza spendere troppo. Analizzando la nostra tabella comparativa in basso noterete al primo posto il Digiquest Tivusat 6996 HD, un decoder satellitare che può essere quindi utilizzato anche in barca o sul proprio camper mentre a seguire troviamo invece il modello DMR-EZ49 che consente, tra le altre cose, di trasferire in modo semplice il contenuto delle videocassette su DVD.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere un buon registratore TV

 

Un decoder con registratore TV è ideale per ricevere i canali del digitale terrestre e memorizzare i propri programmi preferiti quando non si è in casa. Sul mercato ci sono davvero tantissimi modelli, per questo non è facile comprare quello della migliore marca a un prezzo conveniente. Per confrontare i prezzi tra le varie offerte si potrà leggere la recensione dei modelli in classifica, subito dopo la sezione dei consigli d’acquisto che presentiamo qui di seguito.

Guida all’acquisto

 

Risoluzione

Una delle caratteristiche principali da cercare in un decoder/registratore TV è la risoluzione con la quale riuscirà a trasmettere i canali del digitale terrestre. La maggior parte dei modelli più recenti supportano i 1080p, quindi nel caso si disponga di un televisore Full HD sarà possibile vedere i canali ad alta definizione, collegando gli apparecchi con un cavo HDMI.

A un prezzo più alto si potranno trovare modelli 4K, sebbene questi abbiano dimensioni decisamente ingombranti e necessitino di un televisore di ultima generazione UHD per poter essere sfruttati al massimo. Solitamente i registratori TV meno performanti si possono collegare a vecchi apparecchi tramite cavo SCART o coassiale, una soluzione ideale per chi ha un televisore datato e sta cercando un decoder per il digitale terrestre.

 

Registrazione

Grazie al registratore TV sarà possibile salvare una trasmissione per poi rivederla a piacimento. A seconda del tipo di dispositivo ci sarà una procedura diversa da seguire. Per quanto riguarda quelli per televisore, sarà necessario abbinare al registratore un hard disk esterno o una periferica USB, dove il filmato verrà salvato con un nome e un formato specifico.

I decoder\registratori per PC daranno la possibilità di trasformare il proprio laptop o computer desktop in un televisore, sfruttando lo spazio libero del disco rigido per archiviare le registrazioni. Esistono anche registratori TV da abbinare alle console di gioco, in modo da salvare i filmati delle proprie partite per poi editarli e condividerli sul web. Alcuni registratori TV permettono di riavvolgere e fermare anche i programmi in diretta grazie alla particolare funzione chiamata Timeshift.

Dimensioni e materiali

A seconda dello spazio che si ha a disposizione in casa si dovrà scegliere un registratore TV delle dimensioni appropriate. Occorre tenere conto che i modelli più tecnologici e con più uscite video\audio\USB saranno davvero ingombranti, al punto da richiedere un piano apposito dove poterli sistemare, ma hanno il vantaggio di essere davvero molto resistenti. I modelli HD e SCART solitamente sono abbastanza compatti e si adattano alle esigenze di chi deve acquistarne uno da mettere in una stanza o in una piccola casa in villeggiatura.

D’altra parte questi prodotti non sono costruiti con materiali di altissima qualità, quindi li si dovrà maneggiare con cura al fine di farli durare nel tempo. Il massimo della praticità sono i registratori TV sotto forma di chiavette USB con antenna, ma questi tipi si possono utilizzare solo ed esclusivamente con laptop e PC.

Cambiamo per un attimo argomento: se avete registratori vocali o vecchie videocamere, potreste essere interessati a delle buone mini cassette: date un’occhiata.

 

I migliori registratori TV del 2020

 

Nei nostri consigli d’acquisto abbiamo analizzato le caratteristiche rilevanti che vale la pena conoscere per sapere come scegliere un buon registratore TV. Passiamo adesso alla parte della guida contenente le recensioni dei prodotti venduti online inseriti nella nostra classifica. Consultando questa sezione sarà possibile effettuare una comparazione tra le offerte e acquistare il miglior registratore TV per le proprie esigenze.

 

Prodotti raccomandati

 

Digiquest Tivusat 6996 HD

 

Principale vantaggio

Non si tratta di un semplice videoregistratore ma è un vero e proprio decoder satellitare per ricevere il segnale TV anche in zone difficilmente raggiunte dal digitale terrestre o persino in barca e camper.

 

Principale svantaggio

I collegamenti lasciano un po’ a desiderare, sono presenti infatti solo una porta HDMI e una USB. È possibile usufruire anche di una SCART per usufruire di un vecchio TV, tuttavia i risultati sono poco entusiasmanti.

 

Verdetto: 9.7/10

Se vivete in una zona isolata ma non volete rinunciare ai vostri programmi TV preferiti, il Tivusat di Digiquest è una buona scelta, che consente anche di registrare su un hard disk esterno partite, film, serie TV e qualsiasi altra trasmissione ricevuta dal decoder. Da valutare il prezzo, che non è tra i più contenuti sul mercato.

Acquista su Amazon.it (€245,87)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

TV satellitare

Il Tivusat 6996 di Digiquest è innanzitutto un ricevitore satellitare DVB-S/S2 HEVC, in grado di ricevere dunque il segnale emesso dai satelliti per la visione di programmi televisivi gratuiti e codificati dalla piattaforma Tivùsat, rivelandosi quindi un prodotto ideale per tutti gli utenti che vivono in zone difficilmente raggiunte dal segnale del digitale terrestre. 

Nella confezione è inclusa una tessera Tivùsat, necessaria per il funzionamento, da inserire in uno dei due appositi lettori smart card del dispositivo. Un’aggiunta che gli utenti trovano molto comoda e non sempre offerta dalla concorrenza.

A rappresentare un valore aggiunto, però, vi sono sia la funzione videoregistratore, che consente di salvare i programmi TV su un hard disk esterno, sia la funzione mediaplayer tramite collegamento USB. Gli utenti che vogliono rivedere le proprie partite o film preferiti, potranno quindi registrarli su hard disk e collegarlo successivamente per accedere ai file salvati all’interno.

HD

La risoluzione massima elaborabile dal dispositivo è quella in Full HD, ovvero 1.920 x 1.080 pixel. Si tratta della qualità video standard, per il momento, che necessita comunque di un televisore adatto per visualizzare le immagini in alta definizione. Gli utenti che hanno già effettuato il passaggio al 4K, ovvero Ultra HD, potrebbero restare delusi, tuttavia bisogna ricordare che si tratta di una tecnologia che non ha ancora larga applicazione nei programmi televisivi.

Lascia a desiderare invece la presenza di una sola porta HDMI e una sola porta USB, carente dotazione per alcuni consumatori che vorrebbero collegare più dispositivi al proprio ricevitore satellitare.

 

Anche per camper

Il prodotto si rivela interessante anche per installazione su barche o camper, dove risulta difficile avere un segnale TV se non ci si affida al satellitare. Bisogna comunque ricordare che per il collegamento è necessario avere un TV moderno, su prodotti non HD e privi di porta HDMI potrebbe rivelarsi una procedura complicata. 

Le istruzioni non sono molto chiare in merito ma dovrete affidarvi anche all’uso di una presa SCART, con risultati tutt’altro che entusiasmanti, come riportato dai consumatori che hanno eseguito tale collegamento.  

 

Acquista su Amazon.it (€245,87)

 

 

 

Panasonic DMR-EZ49

 

È un dispositivo particolare quello proposto da Panasonic e che probabilmente interessa una ristretta cerchia di persone. La sua utilità principale è quella di convertire le vecchie VHS in DVD. Si sa che le registrazioni su nastro, con il tempo, tendono a deteriorarsi anche irrimediabilmente.

Passando il contenuto della videocassetta su DVD eviterete che la qualità continui a peggiorare. Ma il DMR-EZ49 fa solo questo? Ovviamente no, anche perché sarebbe poco visto il suo costo alto. Innanzitutto supporta i filmati HD, fino a 1080ì e legge gli audio in MP3. Molto utile per chi ha una TV sprovvista, il decoder interno per il digitale terrestre. Ma veniamo a una buona notizia per quanti proprio non sopportano le interruzioni pubblicitari.

Non potete vedere il vostro programma preferito così decidete di registrarlo. Naturalmente verrà registrata anche la pubblicità ma grazie alla funzione Auto Scene Chapter il videoregistratore riconosce quando inizia una nuova scena dopo lo spot andato in onda e lo contrassegna come nuovo capitolo, di conseguenza saltare la pubblicità è semplice e veloce. Cosa manca? Sempre considerando il prezzo alto del dispositivo, molti utenti avrebbero gradito la presenza di un hard disk.

Pro
Recupera le vecchie VHS:

Se avete la necessità di recuperare le vostre vecchie VHS che magari contengono ricordi importanti come i primi passi del vostro bambino, questo dispositivo vi permette di passare i nastri su DVD.

Semplice:

Il processo di conversione da nastro a DVD è molto semplice e intuitivo; crediamo sia un’operazione alla portata di tutti.

Auto Scene Chapter:

Grazie alla funzione Auto Scene Chapter il videoregistratore divide il programma registrato in capitoli quando c’è un’interruzione pubblicitaria così da saltarla facilmente al momento della riproduzione.

Contro
Niente hard disk:

Il videoregistratore Panasonic non è dotato di un hard disk sul quale poter registrare i programmi preferiti o salvare il contenuto delle videocassette.

Costoso:

Secondo noi il prezzo del dispositivo è molto alto e la spesa conviene solo se si ha una videoteca piuttosto numerosa o delle videocassette con dei ricordi davvero troppo importanti per perderli.

Acquista su Amazon.it (€365,07)

 

 

 

August T210

 

Nel caso si voglia ingombrare il meno spazio possibile, ma non si sappia quale registratore TV comprare, perché non scegliere questa pratica chiavetta USB per PC e Notebook? Potrà portare i canali del digitale terrestre direttamente sul proprio computer in HD, una buona soluzione per chi vive in un piccolo appartamento o in una stanza e non ha lo spazio per il televisore.

Il vantaggio di utilizzare questa chiavetta e un PC sta nella possibilità di registrare tutti i programmi preferiti sull’hard disk, quindi si avrà a disposizione molto più spazio che su un televisore. Sarà anche possibile mettere in pausa la diretta e riavvolgere l’azione per non perdersi neanche un attimo del proprio programma preferito.

Non manca la guida EPG con visualizzazione pianificata e il telecomando infrarossi che trasforma il computer in un televisore a tutti gli effetti.

Gli amanti dei prezzi bassi che vogliono sfruttare il PC come TV alternativa, possono dare un’occhiata al prodotto August.

Pro
Collegamenti:

Grazie un’antenna portatile, il dispositivo si collega in poco tempo, agganciando il segnale con una risposta in video chiara e funzionale, con l’aggiunta dell’hard disk presente sul computer come archivio digitale.

Controllo remoto:

sfruttando un telecomando si passa con rapidità da un canale all’altro, mettendo anche in pausa la trasmissione se necessario, per una visione in un secondo momento.

Programmabile:

Sfruttando la guida elettronica dei programmi, è possibile creare un palinsesto a cadenza quindicinale, mettendo a frutto la memoria interna come libreria visiva.

Contro
Qualità collegamenti:

Gli utenti che hanno utilizzato il prodotto segnalano una durata e una resa dei collegamenti di basso livello rispetto a prodotti simili.

Acquista su Amazon.it (€40,95)

 

 

 

August DVB400

 

Questo pratico ed economico modello di August è tra i registratori TV più venduti proprio per la sua funzionalità e semplicità d’uso. Le dimensioni ridotte lo rendono adattabile a diverse esigenze, per esempio nel caso si viva in un monolocale o lo si voglia portare alla casa in villeggiatura.

Può essere utilizzato come ricevitore per il digitale DVB-T/DVB-T2 e, se  collegato ad un televisore HD tramite un cavo HDMI, si potranno visualizzare i canali fino a 1080p di definizione. È presente la funzione di registratore, sebbene manchi il Timeshift per poter interagire con i programmi in diretta.

Dispone del lettore multimediale attivabile tramite chiavetta USB grazie al quale sarà possibile ascoltare musica, vedere file immagine e video comodamente dal proprio divano. Chi possiede un vecchio televisore potrà gradire l’attacco SCART di questo modello, inoltre grazie alla porta coassiale audio si potranno collegare degli altoparlanti.

Compatto e intuitivo, questi gli aspetti di punta del prodotto August. Andiamo a vedere se le altre funzionalità gli meritano l’inserimento in una guida per scegliere il migliore registratore TV.

Pro
Varietà collegamenti:

Sul retro del registratore è posto un attacco Scart, particolarmente gradito dagli utenti in possesso di TV con qualche annetto alle spalle. Presente all’appello anche l’attacco Hdmi e la presa USB per registrare su archivio mobile la vostra serie preferita.

Lettore:

Oltre a registrare il box si occupa anche di riprodurre contenuti. Si va dalla musica, passando per le foto e concludendo con video con diverse codifiche.

Grandezza:

Il ridotto ingombro è piaciuto a molti, permettendo una collocazione pratica accanto o sotto la TV. Questa linea ha riscosso successo proprio perché viene incontro alle diverse esigenze di chi deve fare economia sugli spazi.

Contro
Telecomando:

La grandezza dei tasti del dispositivo di controllo risulta eccessivamente piccola. Alcuni utenti hanno avuto difficoltà al momento del cambio di canale.

Acquista su Amazon.it (€46,97)

 

 

 

AverMedia EzRecorder ER130

 

Il prezzo più alto rispetto alla media di questo registratore\decoder potrebbe far storcere il naso ai più parsimoniosi, ma nel caso si disponga di un buon budget allora si potranno gradire le sue performance.

È in gradi di registrare programmi in Full HD a 30 fps in diretta sia dal televisore sia dalla propria console di gioco, quindi è ideale anche per i gamer che vogliono salvare le proprie imprese virtuali su video per poi condividerli sul web.

Una volta registrati, i programmi potranno essere modificati direttamente dal dispositivo, quindi non ci sarà bisogno di utilizzare un PC per l’editing, sebbene però non sia possibile scegliere il formato nel quale salvare i video. L’installazione avviene automaticamente e non richiede alcun driver.

Quanti non badano troppo al prezzo avranno pane per i loro denti nel confronto con il prodotto AVerMedia. Andiamo a capire dove brilla maggiormente e le eventuali zone d’ombra.

Pro
Multimediale:

Grazie al sistema PVR l’utente può scorrere i programmi, mettendo il tutto in pausa per poi riprendere in un secondo momento la visione. Una possibilità comoda per chi ha molto da fare ma non vuole perdersi una diretta.

Programmabile:

Una volta installato, l’utente può decidere quali canali e quali programmi registrare, creando una playlist e un elenco delle offerte video che più gli interessano. Il dispositivo si occuperà a quel punto della registrazione.

Intuitivo:

Il lavoro del registratore si attiva da parte dell’utente senza dover studiare un manuale intero di istruzioni. La ridotta complessità dell’interfaccia si occupa del resto, avvicinando persone di tutte le età a questo sistema.

Contro
Costo:

Diversi utenti ritengo sproporzionato il costo finale del registratore, considerate anche le dimensioni generose che lo caratterizzano.

Acquista su Amazon.it (€86,87)

 

 

 

Come utilizzare un registratore TV

 

Molti di voi sicuramente ricorderanno gli ingombranti videoregistratori collocati sotto i televisori, utilizzati per registrare i film e i programmi televisivi preferiti su videocassetta.

Con l’avvento delle nuove tecnologie questi apparecchi sono andati via via in disuso, ma ciò non vuol dire che non sia più possibile registrare ciò che viene trasmesso in TV, ma semplicemente che sono cambiati i dispositivi in grado di soddisfare questa esigenza.

Oggi, infatti, esistono decoder con funzione di registrazione, in grado di salvare i programmi trasmessi in diretta su una chiavetta o su un hard disk.

 

 

Registrazione e riproduzione multimediale

Molti decoder per il digitale terrestre sono provvisti di porte USB che consentono di registrare i programmi TV e di riprodurre i file multimediali. Ovviamente è possibile eseguire l’operazione solo relativamente a ciò che si sta guardando in quel momento, salvo i rari casi in cui l’apparecchio sia dotato di due tuner.

È anche vero, però, che ormai la maggior parte dei televisori di ultima generazione è già dotata del supporto al digitale terrestre e alcuni riescono a salvare i programmi direttamente sul disco rigido. Tuttavia, i decoder DTT sono ancora ampiamente reperibili in commercio, e visto che ormai sono diventati prodotti per così dire “di nicchia” sarà certamente più facile per l’utente individuare i modelli migliori e anche a prezzi piuttosto contenuti.

Ad ogni modo, disporre di un buon registratore TV consentirà di salvare una qualsiasi trasmissione televisiva, da rivedere ogni volta che lo si desidera collegando l’hard disk esterno o la periferica USB. Qualora il device sia provvisto di un supporto Wi-Fi sarà possibile anche riprodurre i file multimediali direttamente dalla rete locale.

 

Caratteristiche e funzioni

Come i televisori, anche i decoder possono essere smart, ossia dotati di un supporto alla connessione internet, in modo da poter accedere ai servizi interattivi e alle piattaforme on-demand messe a disposizione dai vari broadcaster. In questi casi è importante verificare il tipo di connessione del ricevitore, via cavo (Ethernet) o Wi-Fi. I modelli migliori sono certamente quelli con tecnologia wireless integrata, in grado di registrare e riprodurre i contenuti multimediali attraverso la rete internet.

Molti decoder\registratori possono essere collegati anche direttamente al computer o ad un laptop per archiviare le registrazioni direttamente sul disco rigido, mentre altri prevedono funzioni molto particolari come il Time-Shift, che consente di fare un rapido rewind o di mettere in pausa la proiezione se ci si debba assentare per qualche minuto.

Esistono, infine, i decoder cosiddetti “combo” che oltre ai canali del digitale terrestre permettono di fruire anche dei canali satellitari, ma solo se associati a un’antenna parabolica.

 

 

Installazione e formato

Per quanto concerne l’installazione, la maggior parte dei decoder dispone di prese SCART o di porte HDMI, così da poterli collegare a qualsiasi televisore. Il collegamento via HDMI viene utilizzato per i TV più recenti, specie quelli di ultima generazione, perché consente di godere dei contenuti in alta definizione. Chi invece possiede un vecchio apparecchio, magari ancora con tubo catodico, può sfruttare la connettività SCART o quella composita, se presente.

I registratori, poi, possono essere di diverso formato, ma i più diffusi sono quelli dalla classica forma rettangolare, simili ai vecchi videoregistratori. Tuttavia, esistono anche decoder più compatti, realizzati in un unico blocco, da collegare direttamente alla presa SCART del televisore, senza cavi o fili penzolanti.

 

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

Vu+ Solo 4K 2 x DVB S2

 

Non è proprio il registratore TV meno costoso sul mercato, ma il prezzo è giustificato dalla qualità e dalla ricca dotazione nonché dalla possibilità di gestire la risoluzione 4K, quanto di meglio ci sia sul mercato.

Si tratta di un prodotto estremamente facile da utilizzare che, tra le altre cose, garantisce la possibilità di cambiare canale con una risposta davvero sorprendente. Dispone di diverse uscite, comprese quelle USB delle quali una 3.0 ideale per lanciare file multimediali audio e video ad alta velocità.

Sul retro si troveranno una porta ethernet per il collegamento al web e uno slot apposito per inserire un hard disk e aumentare ulteriormente la memoria del registratore. Gli utenti si sono detti molto soddisfatti anche dell’installazione intuitiva, sebbene alcuni si siano lamentati delle dimensioni eccessive del prodotto che lo rendono molto ingombrante.

Non si tratta del prodotto più economico della categoria, ma la ricca dotazione messa in campo dal prodotto giustifica il costo superiore alle controparti presenti sul mercato. Di seguito analizziamo pregi e difetti, con un link a fine articolo su dove acquistare.

Pro
Multipresa:

Nella parte posteriore del registratore trova posto un collegamento Hdmi e due USB 3.0, perfette per la visualizzazione di immagini in alta definizione e la riproduzione di filmati in ultra HD.

Reattivo:

L’interfaccia del prodotto è intuitiva, con una velocità di risposta quando si cambiano canali efficace e che non perde colpi. Il tuner dai pareri dei diversi utenti on line si dimostra affidabile, con una sintonizzazione immediata.

4K:

La compatibilità con emittenti che riproducono filmati Ultra HD mantiene alto lo standard di visione e la cattura delle immagini. L’inserto sul retro per il collegamento con un hard disk esterno poi migliora la capienza dell’archivio digitale.

Contro
Settaggi:

Alcuni acquirenti hanno riportato problemi nella regolazione dei parametri e nel funzionamento del registratore in combo con l’antenna.

 

 

August DVB 415

 

Abbiamo inserito il modello di August tra i migliori registratori TV del 2020 per il suo prezzo davvero conveniente e per le dimensioni estremamente compatte che permettono di posizionarlo anche su un mobiletto.

Riceve tutti i canali della TV digitale in HD e dispone di un registratore USB da utilizzare con una pen drive o hard disk esterno. Uno dei suoi vantaggi principali sta nella possibilità di collegarlo anche ad apparecchi datati grazie ai cavi SCART e coassiale, in modo da poterlo usare come decoder per il digitale terrestre.

Sarà anche possibile utilizzare la funzione Timeshift per mettere in pausa e riavvolgere i programmi in diretta. Dispone della guida elettronica dei programmi grazie alla quale controllare il palinsesto delle proprie reti preferite. In dotazione si troverà un pratico telecomando con le apposite pile e un cavo HDMI.

Piccolo e compatto, il nuovo di casa August è piaciuto per il profilo discreto e per altre caratteristiche che andiamo a scoprire insieme.

Pro
Ricezione:

Da quanto riportato dagli utenti, il prodotto consente una buona ricezione, sfruttando l’ingresso coassiale e la presa Scart di cui è fornito per catturare la programmazione.

Intuitivo:

Grazie al telecomando incluso e a un’interfaccia di buona fattura le regolazioni e la registrazione si realizzano senza troppi patemi d’animo, consentendo a chiunque di poter gestire il tutto.

Pratico:

La funzione di Timeshift di cui è dotato il registratore gli consente di tornare indietro in tempo reale, così da poter rivedere quella scena che vi siete persi o riascoltare la notizia appena trasmessa.

Contro
Cambio canale:

Alcuni clienti hanno riscontrato una ridotta responsività del prodotto al momento del passaggio da un canale all’altro.

 

 

Humax Tivumax Recorder HDR-1001S

 

Sicuramente il punto forte di questo sintonizzatore digitale satellitare è tutto nel doppio tuner. Si tratta della capacità di collegarsi su due canali distinti. Il risultato è di consentire di guardare un programma mentre se ne registra un altro oppure di registrarne due contemporaneamente.

Per usufruire di questa caratteristica, però è necessario disporre dell’impianto compatibile con questa specifica funzione. Dovrà consentire l’accesso a più uscite contemporaneamente.

La registrazione dei programmi avviene su scheda di memoria, che chiaramente non è inclusa con il dispositivo. Ma è compatibile con i formati più interessanti, come quello da 320 o 500 GB per consentire di registrare anche più di un programma intero senza il rischio di interruzione proprio sul più bello. Oppure si può collegare direttamente un hard disk esterno per avere maggiore capacità a disposizione.

Oltre a registrare i programmi, consente di ricevere il segnale dei nuovi canali di TivùSat in formato HD. La registrazione dei programmi si può pianificare in base alle proprie esigenze. Per farlo ci si può servire del classico timer, oppure lavorare in sincronia con la relativa funzione EPG di TivùSat, in questo modo non c’è rischio che la registrazione parta prima del dovuto.

Pro
Lavora su più canali:

Il videoregistratore può registrare fino a due programmi distinti alla volta, oppure consente di vedere altro mentre ne sta registrando uno.

Supporta le CAM:

Si può avere accesso alle Pay TV tramite CAM, quindi è presente lo slot per inserire la scheda d’accesso a tutte le TV in abbonamento, anche in HD.

Interconnesso alla rete di casa:

Si può collegare alla rete domestica e da qui avere accesso a tutti i dati contenuti nei dispositivi connessi. Perfetto per trasformare un qualsiasi televisore in una smart TV.

Contro
Serve il giusto impianto:

Molte delle funzioni disponibili devono essere combinate con il giusto impianto per la ricezione del segnale. Per esempio, la funzione tuner su due canali funziona solo con un impianto LNB adeguato allo scopo.

 

 

Vu+ Solo 4K 2 x DVB S2

 

Principale vantaggio:

Performance generali di ottimo livello, sia grazie alla capacità di gestire contenuti fino alla risoluzione Ultra HD, sia per l’ottimizzazione del sistema che risponde con sorprendente velocità agli input.

 

Principale svantaggio:

La gestione di settaggi e impostazioni non è il massimo della intuitività e obbliga a girovagare per Internet alla ricerca delle informazioni e degli aiuti necessari. Insomma non è un prodotto per i neofiti.

 

Verdetto 9.8/10

Un registratore di nuova generazione, dalle elevate performance e in grado di gestire anche i contenuti 4K. Non è semplicissimo da settare e obbliga a un certo sforzo economico per l’acquisto.

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Non manca niente

Un unico prodotto per gestire tutte le possibili fonti da cui guardare contenuti video, programmi Tv e sport. Il registratore di Vu+ consente di avere un solo apparecchio e guardare i canali satellitari, quelli del digitale terrestre e gli eventuali servizi di streaming video. Quest’ultima opzione è possibile grazie alla presenza del Wi-Fi integrato che rende estremamente semplice la connessione a Internet.

Questo vero e proprio ricevitore multimediale è dotato anche di tre porte USB (una delle quali in versione 3.0), ingressi per l’antenna satellitare e per il digitale terrestre (quest’ultimo compatibile con gli standard più recenti) e uno slot per inserire un hard disk, scelta senza dubbio consigliata. Lo spazio a disposizione per le registrazioni non è molto, dunque il suggerimento di chi ha già avuto modo di provarlo è quello di aggiungere un disco fisso da 1 TB, così da non doversi più preoccupare di liberare memoria e poter archiviare decine di film e serie Tv.

 

Reattività

Uno degli aspetti che maggiormente hanno suscitato l’interesse degli utenti è la grande reattività del dispositivo, che sfrutta un sistema operativo derivato da Linux in combinazione con 4 GB di Ram, configurazione che assicura una risposta sempre immediata agli input impartiti. Il Solo 4K di Vu+ non vi costringerà ad attese di alcun tipo, né effettuando la sintonizzazione delle emittenti, né passando da un canale all’altro, né ancora avviando o impostando le varie registrazioni. Apprezzabile anche il display Lcd da 3,5 pollici che permette di gestire i vari passaggi in modo intuitivo.

Dal punto di vista della resa visiva, il pieno supporto per tutte le risoluzioni fino alla Ultra HD permette di godere dei contenuti con il massimo del dettaglio e con una riproduzione delle tonalità assolutamente convincente.

 

Non per principianti

L’installazione del registratore è molto semplice, inoltre le dimensioni tutto sommato compatte (la lunghezza è di 31,5 centimetri) non vi creeranno particolari grattacapi a trovargli un posto su una mensola o sotto al televisore. Quello che potrebbe risultare un po’ meno semplice è la gestione delle varie impostazioni, in particolare se avete la necessità di entrare in profondità nei settaggi o se volete installare una CAM con scheda Tivùsat.

In questo caso sono diversi gli utenti che hanno dovuto perdere un po’ di tempo a girovagare su Internet per trovare qualche suggerimento su Forum dedicati a questo genere di dispositivi. Se non siete tanto avvezzi con queste pratiche, probabilmente fareste meglio a cercare un registratore un po’ meno complesso. Altrimenti il modello di Vu+ può davvero fare al caso vostro, a patto che siate disposti a spendere una cifra non proprio economica, a cui probabilmente dover aggiungere anche quella per l’acquisto di un hard disk più capiente.

 

 

Registratore DVD per TV – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2020

 

Le VHS sono un ricordo del passato, parlare di queste cose con i ragazzi d’oggi ha come conseguenza, nel migliore dei casi, essere etichettati come dinosauri. Tuttavia c’è chi non vuol rinunciare a registrare il suo film preferito e realizzare la propria personale cineteca senza dover comprare i DVD o i Blu-ray originali. In soccorso di queste persone arriva il miglior registratore DVD per TV del 2020. Se volte saperne di più, leggete la nostra guida ricca di consigli ma soprattutto di descrizioni accurate per i modelli che abbiamo selezionato. Due esempi della nostra selezione sono i seguenti: il Panasonic DMR-EX97CEGK ha un hard disk da ben 500 GB mentre il Panasonic DMR-EX768 è molto semplice da usare e piacerà a chi non ha grande dimestichezza con questa tipologia di apparecchi.

 

Come scegliere i migliori registratori DVD per TV del 2020

 

Sul mercato si trovano modelli di lettori con differenti caratteristiche. La presenza, o se preferite assenza, di alcune funzioni inevitabilmente incide sul prezzo. È chiaro che un registratore base ha un basso costo. Ora, budget permettendo, dovreste scegliere un modello che soddisfi il più possibile le vostre esigenze. Nelle prossime righe illustreremo le differenti scelte così da aiutarvi a prendere una decisione verso quale registratore orientarvi.

Un modello base, adatto a chi vuol spendere poco e non ha particolari esigenze, consente di registrare su supporto fisico il programma che si desidera. Chiaramente sono presenti funzioni quali la programmazione dell’avvio della registrazione. Inserire un DVD è indispensabile per l’avvio della registrazione, perché per contenere il prezzo questi apparecchi non dispongono di una memoria di archiviazione sulla quale salvare film e programmi e solo in un secondo momento trasferirli su disco.

Come accennato ci sono, poi, modelli dotati di hard disk. In questo caso non è indispensabile servirsi del DVD per registrare perché l film può essere salvato sul disco rigido per essere guardato in seguito. Si può scegliere di cancellare il film subito dopo la visione oppure lasciarlo memorizzato. Chiaramente quanto salvato su HD può essere passato su DVD.

Infine ci sono dispositivi che oltre registrare su DVD hanno anche il vano per le vecchie VHS. Un dispositivo del genere torna molto utile a quanti, consapevoli che i nastri sono soggetti a deperimento, vogliono trasferire su un supporto più affidabile come il DVD, il contenuto delle videocassette. È arrivato il momento di scoprire quale sia il miglior registratore DVD per TV.

 

Quali sono i migliori registratori DVD per TV?

 

Prodotti raccomandati

 

Panasonic DMR-EX97CEGK

 

Un registratore dotato di uno spazioso hard disk da 500 GB. Su questo modello, dobbiamo dire, si è creata un po’ di confusione a causa della descrizione di caratteristiche poco precise. Proveremo noi a fare chiarezza anche con l’aiuto dei commenti online che abbiamo avuto modo di leggere. Iniziamo dagli aspetti positivi che sicuramente non mancano. La qualità delle immagini registrate è buona.

L’utilizzo del dispositivo è molto semplice grazie a un menù intuitivo. Qualcuno si è lamentato dell’assenza del manuale in italiano. È successo, per esempio, a chi ha comprato il prodotto originariamente destinato al mercato tedesco.

Questo è un falso problema perché sul sito dell’azienda produttrice è possibile scaricare il manuale in italiano.

In caso contrario ci penserà il servizio assistenza clienti a fornirvelo. Potete impostare la registrazione del programma ma non potete fare editing, perché viene registrata anche l’eventuale pubblicità. Non è integrato il decoder del digitale terrestre ma questo non impedisce di registrare alcun tipo di programma visibile con il vostro televisore. Diverso, invece, il discorso per quelli trasmessi via satellite dalle pay-tv. Il design è semplice ma elegante come da tradizione Panasonic. È un dispositivo abbastanza caro.

 

 

Panasonic DMR-EX768

 

È un registratore user friendly dunque non avrete grosse difficoltà a prendere confidenza con le sue funzioni. Ha un hard disk da 160 GB, non grandissimo ma che può bastare, avendo l’accortezza di cancellare i film dopo la visione o trasferendoli su disco. I filmati registrati possono essere editati a condizione che vengano registrati prima sull’hard disk e successivamente passati su DVD.

Il registratore è in grado di registrare i programmi trasmessi dalle piattaforme pay-tv che trasmettono via satellite ma non in formato HD, come si evince da alcune testimonianze pubblicate in rete.

Una impressione positiva ce l’ha fatta il telecomando, che risponde velocemente agli input impartiti. Inoltre è comodo da usare vista la distanza adeguata dei tasti che non causa difficoltà anche a chi ha dita grosse. L’estetica non è nulla di particolare ma se dovessimo esprimerci con un giudizio, daremmo comunque la sufficienza piena.

 

 

Sony RDR-HXD890

 

Non male il prodotto Sony, secondo noi. Cominciamo dal prezzo che, a nostro avviso, è competitivo se facciamo un confronto con i prodotti di marchi blasonati al pari di Sony. Il dispositivo ha un hard disk da 160 GB e il sintonizzatore per il digitale terrestre.

Le immagini registrate sono di buonissima qualità a nostro avviso. L’utilizzo è semplice e il menù molto intuitivo. Il punto di forza, probabilmente, è la connettività: c’è praticamente di tutto ma iniziamo dalla porta USB così chiariamo un punto importante.

La presenza della suddetta porta consente l’uso di una pendrive ma non si possono trasferire i programmi registrati dall’hard disk a quest’ultima. Non manca, ovviamente, l’uscita HDMI e ci sono ben due ingressi scart. Ci sono l’uscita coassiale e ovviamente ingresso e uscita per l’antenna sia per i segnali analogici sia digitali.

 

 

 

 

 

 

I migliori videoregistratori del 2020

 

KKMoon 8CH 960H DVR

 

Principale vantaggio:

Il pregio principale del videoregistratore a otto canali prodotto da KKMoon sta innanzitutto nella sua compatibilità con i diversi tipi di telecamera. Grazie al protocollo ONVIF integrato nell’apparecchio, infatti, questo videoregistratore è capace di supportare sia le telecamere analogiche sia quelle digitali.

 

Principale svantaggio:

Lo svantaggio, invece, è dato dalla disposizione dei vari fori per il fissaggio dei diversi tipi di disco rigido. Quest’ultimo, infatti, dovrà essere installato in modo da non toccare le altre predisposizioni, altrimenti non viene rilevato.

 

Verdetto 9.9/10

Nonostante la piccola pecca relativa alla fase di montaggio dell’HDD, il videoregistratore KKMoon è uno dei più richiesti sul mercato grazie al prezzo decisamente vantaggioso.

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Compatibile con telecamere analogiche e digitali

Il videoregistratore KKMoon è un modello ibrido a otto canali che supportano il nuovo formato di compressione del segnale video H.264, sia in formato analogico 960H/D1/HD1 sia in digitale HD 720p e Full HD 1080p, e quindi offre il vantaggio di poter funzionare sia con le telecamere digitali sia con quelle analogiche.

Date le sue caratteristiche, ovviamente, si tratta di un dispositivo destinato a fare da hub per un sistema di videosorveglianza con telecamere multiple, nella fattispecie fino a otto diverse postazioni, sia internamente sia esternamente e in ambito domestico o di lavoro.

Supporta i protocolli di rete HTTP, DHCP, PPPOE, DDNS, SMTP, FTP, RTSP e ONVIF, quindi può essere installato sia come sistema a circuito chiuso sia aperto, con connessione al Cloud e al web.

 

Facile da usare, anche tramite app

L’interfaccia utente è basata sul sistema Linux, quindi oltre a offrire il massimo della compatibilità di sistema è anche estremamente facile da usare. Il menù è chiaro e intuitivo, infatti, ed è disponibile in oltre dieci lingue diverse compreso l’italiano.

Supporta anche i sistemi iOS e Android e può essere controllato tramite smartphone e tablet tramite l’app XMEye, scaricabile gratuitamente dall’app Store o da Google Play.

Oltre agli otto canali video, possiede anche quattro canali audio con relativi ingressi RCA e un’uscita RCA; supporta lo zoom digitale, il dual stream e possiede tre diverse modalità di registrazione: manuale, programmata o su segnale dei sensori di movimento.

Le sue misure compatte inoltre, solo 26,1 x 21,2 x 4,5 centimetri, lo rendono discreto e adatto all’installazione anche in piccoli spazi.

 

Compatibile con HDD SATA e SSD

La confezione include anche un adattatore per le prese di corrente europee, un telecomando alimentato da due batterie AAA, un mouse USB, un CD con il software un dettagliato manuale in formato elettronico, il manuale delle istruzioni, che però è disponibile solo in inglese, e una bustina contenente una serie di viti che servono per il montaggio del disco rigido.

Sia le batterie AAA che alimentano il telecomando, però, sia l’HDD, non sono inclusi nella confezione con il videoregistratore e, di conseguenza, vanno acquistati a parte. Il KKMoon è compatibile sia con i dischi rigidi Serial-ATA sia con i nuovi Solid State Disk, bisogna solo fare attenzione durante il montaggio a isolare le diverse predisposizioni, in modo da evitare il rischio che il disco rigido non sia rilevato dal processore del videoregistratore.

 

 

Sony SLV-SE730DS

 

Il videoregistratore SLV-SE730DS prodotto dalla ditta giapponese Sony è un classico lettore e registratore di nastri magnetici in formato VHS, ovvero le videocassette che hanno spopolato per un’intera generazione prima dell’avvento della tecnologia del Laser Disc.

Si tratta quindi di un apparecchio apprezzato prevalentemente dai collezionisti e dagli appassionati della tecnologia vintage, soprattutto quella audio e video. Questo videoregistratore Sony si distingue soprattutto per la presenza della funzione Smartlink, che permette di semplificare l’uso delle funzionalità e, al tempo stesso, abilita la comunicazione fra TV e altri dispositivi esterni, come i set top box, i videoregistratori e i registratori HDD e DVD e altri dispositivi.

La confezione include il telecomando, completo di batterie, e il cavo di collegamento AV; non è incluso invece il cavo SCART, che va acquistato a parte. Il Sony SLV-SE730DS, infatti, possiede anche due ingressi SCART, uno dei quali è abilitato per il sistema Smartlink.

Pro
SP-LP:

Se avete conservato delle videocassette con i ricordi di famiglia registrati in formato Long Playing, con questo videoregistratore Sony avrete finalmente la possibilità di poterli rivedere.

Smartlink:

Il sistema gli permette di interfacciarsi, tramite la TV, con altri dispositivi di tecnologia più recente, inclusi i videorecorder DVD e HDD. Ovviamente i dispositivi devono essere a loro volta compatibili con Smartlink.

Show View:

Si tratta di un ulteriore sistema che semplifica la programmazione del videoregistratore per effettuare registrazioni con il timer, con la possibilità di pre-impostare fino a otto programmi per volta.

Contro
VHS-DVD:

Purtroppo può registrare soltanto dalla TV, non è possibile usarlo per trasferire le registrazioni dal supporto VHS a quello DVD o CD-ROM.

 

 

Panasonic NV HD 630

 

Se siete amanti dei vecchi VHS, il videoregistratore di Panasonic potrà accontentare le vostre esigenze di riguardare le registrazioni. Questo prodotto è il tipico modello usato negli anni ‘90 per catturare film o trasmissioni televisive, che potevate rivedere in un secondo momento. Il funzionamento è semplicissimo, in quanto sono presenti tutti i pulsanti direttamente sulla facciata principale, con la quale è facile interagire. Potrete inserire la videocassetta, pigiare il tasto Rec o Play, a seconda se vogliate registrare o rivedere qualcosa di già impresso.

Grazie al timer è possibile programmare anche il dispositivo, in modo da farlo partire quando necessario. Sul display sarà infatti possibile regolare l’ora, in modo da sincronizzarla con il momento della registrazione.

Nella confezione troverete anche il telecomando per gestire l’articolo a distanza, anche se c’è chi lamenta l’assenza delle istruzioni, che sarebbero state molto utili per capire meglio come gestirlo.

Il prezzo, inoltre, risulta abbastanza alto, cosa però comune in dispositivi del genere, che vengono considerati vintage, quindi dei veri e propri pezzi d’epoca, come non se ne fanno più.

Pro
Funzionalità:

Attivare la registrazione o la riproduzione dei filmati è semplice grazie ai tasti presenti sullo schermo. Non avrete bisogno di grandi aiuti per capire come azionarlo.

Timer:

La presenza di questo elemento permette di programmare il videoregistratore per farlo partire a un orario stabilito. Non dovrete essere sempre presenti per poter catturare i vostri programmi preferiti.

Display:

Permette di visualizzare l’orario e tutte le informazioni utili durante la riproduzione della videocassetta.

Contro
Prezzo:

Il costo di prodotti del genere è sempre molto alto, per cui si deve essere disposti a spendere abbastanza pur di poter rivedere vecchi VHS.

Istruzioni:

Molti utenti hanno apprezzato che nella confezione fosse incluso il telecomando ma non che mancassero le istruzioni, utili a comprenderne l’impiego.

 

 

Sony SLV-SE740

 

Appare un modello molto semplice da utilizzare anche quello di Sony, che ha una scocca grigia e una struttura che trasmette subito una bella idea di robustezza. Viene subito in aiuto la parte frontale, con i tasti di accensione, registrazione e avvio abbastanza grandi e intuitivi da premere.

Il display a cristalli liquidi permette di impostare l’orario, così da sfruttare la funzione del timer, che consente un avvio ritardato del dispositivo. Il prodotto può registrare e quindi anche leggere videocassette in velocità LP o SP, per non farvi dimenticare davvero nulla di ciò che avete raccolto del passato.

Le dimensioni sono pari a quelle di molti modelli simili, in quanto misura 25,5 x 43 x 9,6 cm , per cui può essere inserito anche all’interno di un mobile TV, se non lo si vuole posare accanto al televisore.

Un problema può essere considerato invece il costo, solitamente molto alto per articoli di questo tipo. Gli amanti del vintage sanno bene che dovranno essere disposti a spendere una cifra importante per avere un pezzo del genere in casa.

Pro
Tasti:

Quelli principali, che consentono l’avvio del dispositivo e delle sue funzioni, sono tutti presenti sulla parte anteriore. Potrete così accenderlo, avviarlo, andare avanti o indietro con i fotogrammi, per rivedere tutto ciò che non volete dimenticare.

Dimensioni:

Sono tali da non creare ingombro sui mobili e da poter occupare il giusto spazio accanto al televisore o su uno scaffale.

Lettura:

Il prodotto è in grado di riprodurre filmati registrati in precedenza sia con la velocità LP, sia con la SP, così da non dover ricorrere ad altri sistemi.

Contro
Costo:

Questo modello ha un costo elevato, come molti prodotti simili, che si distinguono proprio perché comportano una spesa abbastanza importante.

 

 

KKmoon ENU0106911205587EZ

 

Nonostante l’apparente complessità della spiegazione fornita dal produttore, alla fine si scopre che ci troviamo di fronte a un normale videoregistratore analogico che può essere interfacciato a internet o a una rete LAN domestica. Può quindi essere utilizzato più che altro per collegare le telecamere di un impianto di sorveglianza, consentendo l’accesso da remoto via tablet.

Tuttavia, non essendo incluso alcun disco rigido per il drive ad alta definizione, dovrai comprare a parte un dispositivo HDD SATA per avere lo spazio di memoria necessario.

Per concludere la lista dei problemi, alcuni utenti si sono lamentati della carenza di materiale tecnico da parte del produttore, un aspetto importante da considerare valutando quale videoregistratore comprare, anche a fronte di alcune difficoltà di utilizzo dell’apparecchio che non risulta sempre immediato e intuitivo.

Buono invece il prezzo, concorrenziale in comparazione agli altri prodotti, e la dotazione dei canali, che qui arriva addirittura a sedici.

Se si vuole sicurezza in casa o nella propria attività, si potrà acquistare un videoregistratore analogico a prezzi bassi della KKmoon. Come abbiamo visto presenta pregi e difetti dei quali facciamo subito un bel riassunto.

 

 

iCatch RTV-413E-K

 

Anche questo modello non è progettato per registrare i film dalla televisione, ma per la videosorveglianza. In sostanza serve a raccogliere le immagini delle telecamere di controllo, in modo da poter verificare quello che è successo intorno a una casa o una villa. Non è però dotato di hard disk per l’alta risoluzione, che andrà comprato a parte, e non ha schede di connessione a internet o porte USB.

Essendo presente l’accesso IP è però possibile effettuare un collegamento a una telecamera via internet o a un tablet per il controllo da remoto, una funzionalità interessante per chi ha bisogno di tenere sempre sotto controllo la propria abitazione.

Molto ridotto il numero dei canali disponibili, che si limita a quattro, il minimo per questa fascia di dispositivi. Insomma, ci troviamo di fronte a un prodotto spartano.

Venendo al costo, basta dare un’occhiata alle offerte di altre aziende per verificare a colpo d’occhio che con lo stesso prezzo si può avere di più.

Nonostante questo, se si è ancora interessati all’acquisto di questo nuovo dispositivo per la videosorveglianza, allora consigliamo prima di vedere il riassunto delle caratteristiche e poi di cliccare sul link del negozio.

 

 

Samsung SV-627-X

 

Non è un videoregistratore digitale, ma un classico modello VHS sopravvissuto alla rivoluzione tecnologica in atto che ha soppiantato questi dispositivi mandando in pensione le vecchie cassette.

Ci si chiederà per quale motivo comprare un prodotto del genere. Le ragioni possono essere molteplici: a parte l’utilizzo in impianti di videosorveglianza con telecamere analogiche, si potrebbe rivelare un acquisto utile per chi ha ancora un vecchio televisore, per tutti coloro che conservano un ricco archivio di registrazioni su nastro, per gli amanti di vecchia data delle riprese amatoriali o i produttori cinetelevisivi.

Tuttavia il prezzo del dispositivo non lo rende certo accessibile a tutte le tasche; forse ti conviene alla fine riversare tutto su CD e rassegnarti al cambiamento dei tempi.

Nella nostra guida per scegliere il miglior videoregistratore non potevamo esimerci dall’inserire un modello Samsung. Questo vero e proprio superstite si rivela molto versatile, andiamo a vedere quali sono i suoi pregi e difetti.

 

 

Toshiba RD XV 50 KF

 

Tra i marchi più conosciuti del comparto elettronica, Toshiba è da anni uno dei grandi protagonisti della scena Hi-Fi. Lanciato nell’ormai lontano 2010, il RD XV 50 è un classico modello combinato che unisce la possibilità di registrare e riprodurre cassette con quella di leggere CD e DVD.

Collegabile al televisore sia mediante tradizionale presa scart che con cavetto HDMI e Audio, permette all’utente di riprodurre tutti i contenuti multimediali – compresi quelli musicali – su ogni tipo di apparecchio, anche i più datati.

Questa grande versatilità lo ha reso molto apprezzato nei commenti degli utenti, qualificandolo tra i migliori videoregistratori in circolazione oggi. Tuttavia non è semplicissimo da usare, e sembrerebbe non aggiornato ai nuovi canali digitali in UHF.

Insomma, un gran bel prodotto che però comincia a risentire degli anni sia a livello tecnologico che di design. Il prezzo è poi tutt’altro che economico.

I nostalgici però si sa che possono essere pronti a spendere cifre considerevoli per accontentare la loro voglia di analogico in un mondo sempre più digitale. Dopo aver letto i pro e contro, clicca sul link suggerito dove acquistare il prodotto a un ottimo prezzo.

 

Pro

CD\DVD: Chi ha detto che bisogna andare così indietro nel tempo? Questo videoregistratore può leggere anche CD e DVD, in modo da poter ascoltare musica e vedere film su due formati diversi.

HDMI: Può essere collegato al televisore con cavetto HDMI e Audio per riprodurre al meglio i contenuti multimediali. Niente allarme nostalgie però, l’apparecchio può essere collegato anche tramite presa SCART.

Versatile: Può essere utilizzato anche su televisori molto vecchi, così da poter ridare loro un po’ di vita. Ideale per chi ha un apparecchio datato nella casa al mare o in montagna.

Prestazioni: Magari è pure un modello di sette anni fa, ma si tratta comunque di un Toshiba che mantiene una buona resistenza e un’ottima lettura di videocassette e dischi.

 

Contro

Utilizzo: Non è proprio semplice da usare, come tra l’altro ci si può immaginare visto che si tratta di un prodotto che tra qualche anno potrebbe essere definito addirittura “vintage”.

 

 

Humax HDR-1000T


Ad essere precisi è un decoder, ossia un dispositivo in grado di decriptare il segnale in digitale a cui è stata aggiunta solo la funzione di registratore. La sua caratteristica distintiva è la semplicità della procedura: non è necessario compiere complesse operazioni di configurazione, basta scegliere il programma da copiare e il gioco è fatto.

Seguendo il trend tecnologico del momento, consente di trasferire la registrazione persino su dispositivi esterni, come ad esempio una pen drive o un pc. Altra caratteristica importante è che sintonizza i canali in alta definizione, consentendo di accedere al meglio della programmazione televisiva.

Tuttavia, anche se è tra i prodotti più venduti, non è uno dei migliori. Alcuni utenti si lamentano infatti dell’assistenza post vendita, assai carente; altri addirittura dell’incompatibilità con alcuni canali italiani come Mediaset, una caratteristica che va tenuta sempre in considerazione quando ci si domanda come scegliere un buon videoregistratore.

A parte questo, il prodotto non è neanche venduto a prezzi bassi quindi conviene davvero farsi un’idea chiara prima di acquistarlo. Ci pensiamo noi a dare una mano, evidenziando qui di seguito i suoi quattro vantaggi e il solo difetto riscontrato secondo i pareri degli utenti.

 

Pro

Decoder: Questo apparecchio va utilizzato come decoder per registrare i programmi e rivederli a piacimento.

Tecnologico: Può trasferire i programmi registrati su altri dispositivi esterni come per esempio un PC o una pen-drive. Ideale per salvare le proprie trasmissioni preferite e rivederle quando si vuole, magari in compagnia di amici o familiari.

Alta definizione: A patto che si possieda un televisore Full HD, si potranno sintonizzare i canali ad alta definizione per poter vedere i propri film o le partite con il massimo dettaglio visivo.

Timer: È possibile impostare un timer per avviare la registrazione dei programmi, sia tramite il timer che con la guida Tivù Sorrisi e Canzoni.

 

Contro

Mediaset: Alcuni utenti si sono lamentati dei problemi di sintonizzazione che il decoder ha con i canali Mediaset.

 

 

 

Humax Tivumax HDR-1001S

 

Principale Vantaggio:

La grande versatilità è il punto forte del videoregistratore, con una modalità che consente di salvare quanto si sta vedendo e un’ottima capacità di ricezione satellitare.

 

Principale Svantaggio:

L’assenza di un hard disk interno su cui poter salvare i programmi preferiti ha fatto storcere il naso a quanti puntavano su un videoregistratore con un supporto di memoria già incluso.

 

Verdetto 9.4/10

Il prodotto piace molto a quanti vogliono unire in un solo oggetto sintonizzazione tipica di un decoder con la registrazione e l’accesso a canali multimediali. Humax è la risposta a questa domanda, in un’unione che funziona grazie anche a un’eccellente qualità costruttiva.

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Qualità video

La presenza di un sintonizzatore satellitare ad alta definizione, ha una sua ricaduta fondamentale sulla resa e la definizione, sia audio, sia video. È sufficiente collegare il cavo Hdmi a una sorgente video ad alta definizione così da iniziare subito a beneficiare dei privilegi di un’immagine ad alta qualità.

Il videoregistratore supporta poi tutte le schede CAM ufficiali, sia SD sia HD, così da poter utilizzare il supporto per accedere a pay tv e a servizi interattivi come Rai Replay.

Il telecomando con cui si gestisce il tutto è comodo e intuitivo, con tasti reattivi e una serie di opzioni attraverso cui accedere in un baleno alle funzioni e alle app dedicate per allargare ancora di più la proposta di visione. Gli utenti sono rimasti colpiti della gestione comoda e intuitiva di quanto a disposizione, un modo in più per avvicinarsi senza preoccupazioni al videoregistratore satellitare HD.

 

Versatilità

L’oggetto ha dimensioni adeguate, con una parte frontale in cui poter inserire le eventuali schede CAM, oltre a un hard disk da utilizzare come archivio su cui registrare tutti i programmi che si desiderano. L’accesso ai contenuti multimediali non si ferma qui, potendo collegare il dispositivo anche al PC, attraverso una rete locale o un NAS, riproducendo quanto si desidera sullo schermo in modo pratico e immediato.

Soddisfacente anche la compatibilità con formati MP3, JPEG e XviD, sfruttabili e visionabili attraverso il collegamento USB. Per i servizi online è possibile attivare il Parental Control, impedendo di fatto l’accesso ai giovani spettatori. Consumi ridotti a un Watt in modalità stand-by, con gli aggiornamenti che partono in automatico quando il videoregistratore è in modalità riposo.

 

Interfaccia utente

Il menù è ricco di proposte interessanti, con accesso ai social network e a diverse app con cui approfittare dei contenuti e proposte filmiche, seriali e sportive presenti su un catalogo sterminato. Per la gestione di tutto ciò si passa dal telecomando universale incluso nella confezione. È robusto e consente di passare con facilità da un canale all’altro, impostando nella parte bassa tutto ciò che serve per registrare e al contempo visionare il proprio programma preferito.

Anche in questo caso la parola versatilità è quella che meglio riassume il profilo di un oggetto. Può essere utilizzato infatti non solo per la Tv ma anche come videoregistratore, comando audio e DVD player. Gli utenti confermano poi la buona durata delle batterie e un’autonomia che non obbliga a cambi continui.

 

Humax Tivumax HDR-1001S

 

L’evoluzione dei videoregistratori passa per modelli come quello proposto da Humax, sostanzialmente un ricevitore satellitare dotato di funzionalità di registrazione dei programmi televisivi. Oltre alla sintonizzazione di tutti i canali digitali permette di accedere a numerosi servizi on-demand o streaming: da Infinity a RaiReplay.

Dotato di un doppio sintonizzatore, se collegato a un impianto casalingo compatibile SCR permette di guardare un programma mentre se ne registra un secondo o di registrarne due diversi in contemporanea. Molto semplice da utilizzare, grazie anche alla presenza della guida EPG da cui visualizzare le trasmissioni e programmare le eventuali registrazioni.

Per poter memorizzare i programmi è però necessario acquistare un hard disk da 2.5’’ che andrà installato all’interno del videoregistratore, nel vano già predisposto. Si tratta di un’operazione molto semplice però dispiace che la casa produttrice non abbia provveduto a renderlo già disponibile.

 

Quali sono i migliori videoregistratori digitali?

 

Annke TVI 3MP

 

Il videoregistratore digitale Annke TVI 3MP è considerato un modello 5-in-1 in quanto è che è compatibile con i più diffusi standard di registrazione per quanto riguarda la videosorveglianza, ovvero TVI, CVI, CVBS, IP e l’ultimo e sempre più utilizzato AHD, acronimo di Analogic High Definition. In pratica qualsiasi videocamera si utilizzi si può stare certi che sarà compatibile con questo modello.

Il numero di videocamere che si possono collegare è di otto, utilizzando un normale cavo coassiale che arrivino a un massimo di risoluzione di 3 megapixel. Volendo è possibile collegare una videocamera extra con risoluzione Full HD, a patto che questa sia un modello IP, ovvero invii le immagini tramite una linea dati cablata.

Le immagini vengono registrate in H.264+, codec di ultima generazione che offre immagini in alta risoluzione in file di piccole dimensioni. Questo consente di avere più file in contemporanea sull’hard disk (non fornito). Una volta scelto il disco fisso da integrare, il sistema rileva in automatico eventuali problemi di questo componenti che possono compromettere la registrazione video.

 

 

Sannce TVI DVR

 

Un’alternativa più economica al videoregistratore sopra descritto è il modello Sannce TVI DVR 1080P Lite, anch’esso in grado di gestire un massimo di otto videocamere negli standard più utilizzati (IP, AHD, TVI e CVI) grazie alla compatibilità con il protocollo ONVIF.

Il dispositivo consente di vedere le immagini registrate o quelle “live” da remoto, utilizzando uno smartphone o un tablet su cui è necessario scaricare l’app XMEye. Per offrire questa possibilità è presente una porta ethernet a cui collegare un router che disponga di connessione a internet.

Utile il supporto alla tecnologia “motion detection” (se offerta dalle videocamere) che nel caso di movimenti sospetti invia una mail alla persona deputata alla gestione del sistema di videosorveglianza. Non sono presenti nella confezione istruzioni in italiano, che si possono comunque richiedere al venditore contattandolo.

 

 

Annke TVI 1080P Lite

 

Un videoregistratore digitale pensato quasi esclusivamente per un sistema di videosorveglianza domestico, in quanto le videocamere che si possono collegare sono un massimo di quattro, numero che di norma è sufficiente per tenere sotto controllo ogni angolo della casa.

Tra le sue caratteristiche migliori spicca senza dubbio la compatibilità con videocamere dotate di risoluzione Full HD, oltre ad essere utilizzabile in abbinamento a modelli di telecamere con standard CVBS, AHD, TVI, CVI e IP.

Molto apprezzata la funzione Smart Playback che consente di personalizzare la visione di un video di una determinata zona dove si pensa sia successo qualcosa di strano. Questo consente di avere in pochissimo tempo la clip video che mostra l’intrusione senza dover scorrere ore e ore di video registrati dalle altre videocamere.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
9 Comments
Il più vecchio
Il più nuovo Il più votato
Inline Feedbacks
View all comments
alessandro
alessandro
January 9, 2020 2:28 pm

Ho un videoregistratore Samsung DVD-SH893 e non registra più le trasmissioni in HD. E’ possibile in
qualche modo adeguarlo o devo buttarlo? Grazie!

BuonoedEconomico
Admin
BuonoedEconomico
January 13, 2020 7:21 pm
Reply to  alessandro

Salve Alessandro,

Trattandosi di un DVD Recorder è in grado di registrare esclusivamente i contenuti con una risoluzione uguale o inferiore a quella di un DVD, ovvero 480p e comunque inferiore a quella di qualunque contenuto in alta definizione, anche HD Ready. Non c’è dunque alcun modo per aggiornarlo e l’unica opzione è buttarlo e acquistare un lettore/registratore di Blu-Ray.

Saluti

Valerio
Valerio
January 22, 2020 11:59 am

Buondì,
io possiedo un recorder HDD/DVD con DVB-T della LG RHT497H, che adesso si è guastato e non si accende correttamente (guasto elettronico). Mi è stato detto che è un dispositivo obsoleto. Con questo recorder per poter trasferire i programmi sul pc dovevo prima masterizzarli su un dvd tramite l’apparecchio. Cosa mi consiglia? Tentare di aggiustarlo oppure di comprarne uno nuovo?
Nel qual caso, siccome a me servirebbe un prodotto che mi permetta facilmente di trasferire i programmi registrati sul pc, quale mi consiglierebbe? Grazie mille.

BuonoedEconomico
Admin
BuonoedEconomico
January 24, 2020 8:14 pm
Reply to  Valerio

Salve Valerio, visto che la tua esigenza è fondamentalmente quella di trasferire sul computer le registrazioni di programmi TV, invece di acquistare un dispositivo con conseguente significativo esborso economico, non hai mai pensato di sfruttare un servizio come VCast? Sostanzialmente si tratta di un vero e proprio videoregistratore online che permette di scegliere quale programma TV registrare da tutte le emittenti del digitale terrestre, a eccezione dei canali Mediaset. Il servizio è gratuito per registrare fino a un massimo di 16 ore al mese in qualità SD. In alternativa è possibile optare per un piano a pagamento così da poter… Read more »

Valerio
Valerio
January 26, 2020 2:48 pm

Buondì. Intanto grazie per la risposta.
Sì, mi ero già informato su VCast, ma preferirei un recorder tradizionale, dato che non sono l’unico a usufruire dell’apparecchio. Inoltre, se dite che non è possibile registrare Mediaset (e quindi presumo nemmeno la RAI, forse), non mi sarebbe confacente. Perciò attendo un Vostro cortese consiglio. Grazie.

BuonoedEconomico
Admin
BuonoedEconomico
January 27, 2020 3:14 pm
Reply to  Valerio

Detto che, per completezza d’informazione, l’incompatibilità di VCast è solo con le tre reti Mediaset mentre con la RAI funziona benissimo, passiamo a un DVD recorder tradizionale come il Sony RDR-HXD890 (lo trovi qui: https://www.amazon.it/Sony-Registratore-RDR-HXD890-digitale-terrestre/dp/B0018PRXWE/) che è anche dotato di hard disk da 160 GB, il che ci sembra indispensabile perché così potrai salvare oltre 450 ore di contenuti senza dover per forza utilizzare i DVD, con un bel risparmio in termini di spesa. Anche perché questi dispositivi costicchiano ancora abbastanza. Nello specifico il sintonizzatore integrato è compatibile con i canali del digitale terrestre ma attenzione perché non supporta i… Read more »

Valerio
Valerio
February 3, 2020 9:44 am

Buondì, pensavo che anche con la RAI ci sarebbero stati simili problemi. Meglio così.
In ogni caso grazie per le informazioni e i consigli, di cui farò tesoro. Buona giornata.

Giorgio
Giorgio
January 25, 2020 4:15 pm

salve ho due video registratori di vecchia data uno e samsung con cd e cassetta, l’altro e un Philips anche esso di vecchia data con porta cd, in entrambi se non inserisco l’antenna ma con la sola scart funzionano perfettamente anche se sono analogici posso registrare tutto solo col Philips, tutto questo puo’ servire a persone che non sanno.

BuonoedEconomico
Admin
BuonoedEconomico
January 27, 2020 1:58 pm
Reply to  Giorgio

Salve Giorgio,

riceviamo e volentieri pubblichiamo la tua testimonianza.

Saluti

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status