I 5 migliori Tv Led da 50 pollici del 2020

Ultimo aggiornamento: 30.10.20

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

 

Tv Led da 50 pollici – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni 

 

Il mercato offre un’ampia scelta per chi abbia deciso di acquistare un tv Led da 50 pollici. È un settore in cui potete trovare tre o quattro modelli diversi di uno stesso produttore, ma anche confrontare molti marchi concorrenti. Ci sono tutte le opportunità per portare a casa un ottimo televisore senza spendere cifre da capogiro, ma chi ha a disposizione un budget più ampio potrà sbizzarrirsi. Nella nostra classifica abbiamo cercato di rispondere a un po’ tutte le esigenze, coerenti con il nome e la filosofia del nostro sito: buono ed economico. Potete dare subito un’occhiata alla parte alta della classifica. Abbiamo scelto il modello Philips 7300 50PUS7304/12 per la medaglia d’oro, in virtù di un rapporto tra prezzo e qualità che ha secondo noi pochi rivali. In seconda battuta trovate l’immancabile tv Samsung, modello UE50RU7450UXZT: onesto e conveniente.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere i migliori tv led da 50 pollici?

 

Se siete arrivati su una guida per scegliere il migliore tv led da 50 pollici possiamo presumere abbiate già le idee abbastanza chiare. Avete escluso gli schermi Oled e sapete già quanto deve misurare il vostro display. Si tratta, in realtà, solo di una piccola scrematura. Nella classifica che potete consultare in queste pagine abbiamo fatto le nostre scelte, ma vi proponiamo alcuni criteri per decidere in piena consapevolezza quale tv led da 50 pollici comprare, senza cadere nelle trappole del marketing o di pareri fuorvianti.

Schermi Led 

Forse lo sapete già, ma le televisioni a led non costituiscono una tecnologia nuova o alternativa agli schermi LCD. Oggi potremmo dire che la totalità dei televisori a cristalli liquidi, infatti, è retroilluminata con lampade a led, caratterizzate da modesti consumi di elettricità e da superiore longevità. I led hanno anche un altro vantaggio: se ne può controllare l’accensione e lo spegnimento in ogni zona specifica dello schermo. È quel che si chiama tecnicamente “local dimming” e permette, semplificando, di migliorare la qualità delle aree nere, vale a dire le zone d’ombra. 

Come potete leggere anche nelle nostre recensioni dei migliori tv led da 50 pollici del 2020, il local dimming non è una funzione prevista in tutti i modelli, e anche quando è implementata, non è garantito che produca effetti particolarmente efficaci. 

A seconda della disposizione dei led, infatti, non è detto copra tutte le zone dello schermo. In alcuni casi, potremmo dire la maggior parte, è limitato alle fasce laterali, oppure a quelle inferiori e superiori. In questo caso si parla di schermi di tipo edge-led. Esistono però anche display con disposizione Full Direct Led, in cui le lampade a led sono posizionate direttamente nella parte posteriore, in modo più o meno diffuso a seconda del numero, rendendo il local dimming più efficiente.

A seconda della disposizione dei cristalli, invece, si distinguono gli schermi di tipo IPS (In-Plane-Switching) è VA (Vertical alignment). Nel primo caso, i display propongono un buon angolo di visione, ma una luminosità leggermente inferiore. Al contrario, il tipo VA garantisce, mediamente, un migliore contrasto, controbilanciato da un peggioramento dell’angolo di visione. 

 

La scelta del 4k

Se si cerca il migliore tv led da 50 pollici, non ci si può accontentare di una risoluzione inferiore a 4k (Ultra HD), che corrisponde a 3840×2160 pixel. È una scelta che consigliamo, ma non è obbligata. Al contrario del 3d e degli schermi curvi, la risoluzione 4k non è una moda passeggera e rappresenta il futuro dell’intrattenimento in tv. Il futuro appunto, ma non il presente. 

Buona parte dei programmi attualmente visibili in tv non raggiunge neppure la risoluzione Full HD e si ferma alla categoria HD ready. Quindi, se volete spendere meno di 300 euro, non siete appassionati spettatori di film, non intendete abbonarvi a Sky Q e ignorate cosa siano Netflix e Amazon Prime, il tv 4k non è indispensabile. Il problema è trovarlo, un televisore full HD da 50 pollici di recente fabbricazione!

Quindi, poiché si spera che la tv ci duri almeno per qualche anno, noi suggeriamo di investire sull’Ultra HD. Le piattaforme online, a cui si accede ormai con qualunque Smart tv, e le tv satellitari a pagamento stanno già proponendo film, sport e documentari in 4k e la differenza di qualità può essere spettacolare. 

I vantaggi dell’HDR 

L’altissima risoluzione, tra l’altro, si accompagna a molte altre innovazioni, tra cui l’HDR. È un acronimo con cui è bene iniziare a entrare in confidenza, perché sarà il principale responsabile del miglioramento delle immagini sulle nostre tv.

La sigla sta per High Dynamic Range, o gamma ad alta dinamica, una tecnologia che permette di riprodurre colori più dettagliati e luminosi, un più ampio ventaglio di sfumature, contrasti più incisivi. È opinione diffusa, presso gli esperti, che un buon rapporto di contrasto sia il valore più apprezzato dagli spettatori, perfino più della risoluzione. 

L’HDR espande significativamente la gamma di contrasto, con il risultato che le zone di luce appariranno più luminose e, in generale, si potranno vedere colori molto più fedeli alla realtà. Esistono attualmente numerosi formati HDR che si confrontano, tra cui un HDR, per così dire, “generico”, definito HDR10, a cui si aggiungono Dolby Vision e HDR10+. Se vogliamo quantificare i possibili progressi, possiamo dire che si potrà passare da 16 milioni di colori, potenzialmente visibili su uno schermo tv, a oltre un miliardo di gradazioni. 

Se cercate un modello più piccolo, vi invitiamo a dare un’occhiata ai TV LED da 24 pollici consigliati cliccando sul link.

 

I 5 migliori tv led da 50 pollici – Classifica 2020

 

 

1. Philips 7300 50PUS7304/12  tv led da 50 pollici

Principale vantaggio

Un televisore che riesce a essere un po’ diverso dagli altri, grazie alla divertente, ma anche utile, funzione Ambilight e una dotazione tecnologica per nulla scontata su prodotti venduti a questo prezzo. Una buona scelta per coniugare risparmio e qualità.

 

Principale svantaggio

I limiti di questa televisione sono strutturali: il supporto all’HDR non può eguagliare modelli di fascia più alta e costosa. Ma tutto quello che può fare, questo modello lo fa bene.

 

Verdetto 9.6/10

Al netto dei gusti soggettivi, non si può non premiare lo sforzo di Philips di coprire tutte le novità dell’intrattenimento televisivo: dagli standard HDR ai nuovi formati audio della Dolby. Attualmente il modello Philips è venduto a circa 500 euro, un prezzo non basso ma affrontabile, e sicuramente congruo con la qualità del prodotto.

Acquista su Amazon.it (€529,87)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Effetti “speciali”

Nella scelta di questo modello al vertice della nostra cinquina, lo confessiamo, c’è anche una componente soggettiva. Questo modello merita però di essere premiato per alcune scelte “coraggiose”, per nulla scontate su un prodotto nella sua fascia di prezzo.

Costa leggermente di più rispetto ai concorrenti in classifica (venduti online, si trovano a circa 500 euro), ma secondo noi è un sacrificio che vale la pena fare.

Innanzitutto, sottolineiamo l’originale Ambilight 3 (cioè su tre lati) che è prerogativa esclusiva di Philips. Per chi non la conoscesse, si tratta di un sistema di illuminazione posteriore, che proietta fasci di luce coerenti con le immagini che si stanno visualizzando e che danno l’illusione di ampliare la superficie dello schermo, esaltano la visione al buio e hanno un piacevole effetto rilassante. L’effetto migliora se alle spalle del televisore c’è una parete chiara.

HDR senza limiti

Per chi è interessato a dettagli più sostanziali e meno scenografici, diciamo subito che Philips ha deciso di fare sul serio per il supporto alla tecnologia HDR. Tutti i formati attualmente in gara sul mercato sono supportati: dai generici e quasi scontati HDR10 e HLG a quelli più evoluti, come HDR10+ e Dolby Vision. Dolby Vision, in particolare, è quello scelto da Netflix per i suoi contenuti HDR ed è anche quello che si trova su moltissimi Blu-Ray 4k (a cui bisogna abbinare un lettore adeguato, naturalmente). 

Il televisore, inoltre, implementa una funzione di local dimming che, stando ai consigli d’acquisto di tecnici e clienti, dà risultati piuttosto buoni ed evidenti. Per gli utenti che non amano impazzire dietro le regolazioni della tv e amano affidarsi ai set preconfigurati, Philips ne ha previsti diversi e, secondo noi, molto efficaci: Naturale, Film, Dinamico, Gioco e altri.

A proposito di gioco: anche in questo campo Philips ha fatto un notevole sforzo di miglioramento. I tempi di risposta, con la funzione Game attiva, sono più che accettabili. I videogiocatori incalliti, per i quali il dialogo con le console di gioco è fondamentale, potrebbero trovare qualche limite, ma la maggior parte degli utenti, secondo noi, resterà soddisfatta.

 

Sistema Android

Anche perché di videogiochi se ne trovano parecchi con il sistema operativo Android installato sulla tv. Alcuni specialisti e utenti ne criticano la “pigrizia”, in fase di gestione e avvio, ma secondo noi questa presunta lentezza è ampiamente ripagata dall’arsenale di app a disposizione, ben oltre i classici Netflix, Amazon Prime e YouTube.

Il processore ARM Cortex-A53 dotato di 4 core, per altro, si muove bene nella regia delle funzioni Smart e nel controllo delle tecnologie di regolazione automatica dell’immagine. Il modello Philips, infine, convince anche laddove molti concorrenti deludono: le casse audio. Intendiamoci, non si parla di risultati eccezionali, ma considerato che si tratta di due casse da 10 watt, gli esiti sono più che soddisfacenti.

Naturalmente, è consigliabile, se possibile, integrare la tv con una soundbar o un sistema di casse. È una spesa in più, ma se e quando riusciste a farla, potreste godere appieno del supporto a tutti gli standard audio più avanzati attualmente sul mercato: dal Dolby Atmos al DTS: X, passando per i meno rari Dolby Digital e DTS. Tutte dotazioni che non sono scontate su un modello a questo prezzo.

Il rapporto costo qualità del Philips 7300 è infatti particolarmente alto, ed è uno dei principali valori presi in considerazione per metterlo in vetta alla nostra cinquina. Non ci si deve aspettare la resa di un Sony Bravia o di un Oled LG di fascia alta, ovviamente, ma non è questa la vetrina giusta per simili prodotti.

 

Acquista su Amazon.it (€529,87)

 

 

 

2. Samsung TV UE50RU7450UXZT  tv led da 50 pollici

 

Il televisore Samsung RU7450 è in vendita esclusivamente su Amazon, non cercatelo quindi in cima alle classifiche dei più venduti. Rispetto al modello RU7400, è in color argento e, più importante, può contare sul telecomando Premium Smart Remote e la funzione di controllo dell’immagine Supreme UHD Dimming. In termini generali, si tratta di un modello cosiddetto entry level, con tutti i pregi e i difetti che questo comporta.

Ma si tratta di una fascia di mercato in cui Samsung sa bene come fare le cose. Il pannello (di tipo VA) propone un rapporto di contrasto molto buono, nella sua categoria, che si attesta intorno ai 5700:1. La luminosità complessiva è buona, sebbene non eccezionale. Lo si nota, tuttavia, solamente quando si ha a che fare con contenuti in HDR10+. La gestione dell’HDR “semplice” è più che soddisfacente: soprattutto chi non si è mai confrontato con le potenzialità di questa tecnologia rimarrà stupito dalla gamma di sfumature e dalla ricchezza di dettagli anche nelle zone d’ombra.

D’altra parte, il Samsung RU7450 si dimostra particolarmente brillante nella gestione di scene d’azione e gli appassionati di videogame che hanno intenzione di collegare la tv a una console di gioco, o in generale di usarlo per videogiochi scaricati dalla Rete, saranno più che soddisfatti. Per quanto riguarda le funzioni Smart, in questo caso Samsung si affida al sistema Tizen. Il processore integrato nella tv, in combinazione con questo sistema operativo, lavora piuttosto bene. Si trovano tutte le app più note (Netflix, Prime video, YouTube e altre) e quelle che non sono preinstallate si possono scaricare collegandosi via Wi-Fi alla rete internet casalinga. 

Funziona bene anche la Universal Guide, un sistema di organizzazione dei propri canali e contenuti preferiti che consente di averli sempre riuniti in un singolo menu e a portata di telecomando. E a proposito di controllo a distanza, oltre alla consueta possibilità di usare una app del cellulare per sostituire il telecomando con il telefonino, il televisore è predisposto per dialogare con gli assistenti demotici Alexa e Google Assistant, ma anche con Apple Air Play. L’azienda produttrice insiste molto sul sistema di “occultamento” dei cavi, chiamato Clean Cable. In sostanza, si tratta un elemento di design che permette di convogliare i cavi in un vano apposito, rendendone più semplice la gestione e preservando l’ordine e la “pulizia” della zona tv. 

In generale, il modello Samsung sfoggia il consueto aspetto gradevole e razionale, con una cornice ai minimi termini, la base a “V” e uno spessore che, nell’area più bombata, non raggiunge i sei centimetri. Le casse audio sono, come da prassi sugli schermi piatti, un po’ deludenti e forse vale la pena, in secondo tempo, integrarle con una delle tante soundbar compatibili. Non si speri comunque di ottenerne suoni eccezionali. Il televisore infatti non supporta Dolby Atmos, né DTS: X. Previsto invece il Dolby Digital.

Pros
Prezzo qualità:

Samsung convince quando si tratta di prodotti entry level. Valori complessivamente buoni a un prezzo accessibile.

Rapporto di contrasto:

il rapporto di contrasto è piuttosto buono, soprattutto in questa fascia di prodotto. Ma un po’ tutti i valori legati all’immagine si fanno apprezzare.

Contro
HDR limitato:

tutti i modelli Samsung puntano su HDR10+ ed escludono Dolby Vision. La gestione dell’HDR, complessivamente, è discreta ma non superlativa.

Casse audio:

funzionano in modo discreto, ma se possibile è consigliabile l’integrazione con una soundbar.

Acquista su Amazon.it (€435,85)

 

 

 

3. HISENSE H50BE7200  tv led da 50 pollici

 

In terza posizione un televisore di fascia media, che compete alla pari, sul prezzo, con il modello di Philips. Hisense è nota per sapere realizzare e vendere televisori a prezzi bassi, che non costringono a rimpiangere di non avere speso quei 100 euro in più. In questo caso dimostra di occupare bene anche la fascia centrale del mercato, con alcune soluzioni interessanti. Innanzi tutto, il supporto alla tecnologia HDR a tutto campo: HDR10+, HDR10, HLG e Dolby Vision. 

Le caratteristiche di luminosità e i buoni valori di contrasto (4.000:1) permettono alla tv di ottenere buoni risultati con l’high dynamic range (HDR, appunto). Anche sul fronte audio, almeno dal punto di vista del supporto tecnologico, Hisense non si fa mancare niente. È previsto il nuovo formato Dolby Atmos, che ovviamente non si potrà godere perfettamente con l’uso dei due altoparlanti da 10 watt incassati nel televisore. Svolgono abbastanza bene il loro lavoro, ma non si può chiedere miracoli. D’altra parte, parliamo di una tv con un design piuttosto sottile (si sfiorano gli 8 cm), cosa che solitamente non aiuta gli altoparlanti integrati. 

Sul fronte delle funzioni Smart, la tv può contare su una buona regia da parte del processore quad-core MSD6886, impegnato a gestire il classico sistema di Hisense, VIDAA 3.0. Buono l’armamentario delle app, a cui non manca praticamente nessuna delle star del settore: Netflix, Amazon Prime Video, YouTube, DAZN, Chili Tv, TimVision. Prevista anche la compatibilità con Alexa, l’assistente vocale venduta da Amazon. Nella tabella che trovate qui sotto abbiamo riunito tutti gli elementi migliori e peggiori di questa interessante proposta.

Pro
Contrasto e luminosità:

il televisore Hisense può vantare buoni valori sia nel rapporto di contrasto sia sul picco di luminosità. Qualità essenziali per una tv.

Funzioni HDR:

ottima la scelta di non rinunciare a nessuno degli standard per HDR con metadati.

Contro
Casse audio:

è un difetto comune a un po’ tutti i televisori a schermo piatto. Le casse non sono efficientissime, ma non siamo sotto la media.

Funzioni Smart:

le app più importanti ci sono tutte e il sistema non funziona male, esistono tuttavia alternative più efficienti.

Acquista su Amazon.it (€369)

 

 

 

4. Philips 6800 50PUS6814/12  tv led da 50 pollici

 

Questo modello Philips è alternativo e un po’ più economico (parliamo di una differenza di circa 60 euro) del prodotto che sta in cima alle nostre proposte. Da un punto di vista tecnico, è molto simile al fratello maggiore. Anche sul 50PUS6814/12 si trova la funzione Ambilight su tre lati, con identico effetto sulla visione di film e altri programmi: l’occhio è distratto dalle imperfezioni delle aree nere e si affatica di meno, in particolare durante la visione al buio.

Anche il supporto all’HDR ricalca quello del Philips 7300. Sono previsti tutti gli standard attualmente usati: HDR10, HLG, HDR10+ e Dolby Vision. Con che esiti? Discreti, secondo quanto rilevano utenti e specialisti, ma non all’altezza del prodotto in cima alla classifica. L’azienda olandese si dimostra ugualmente generosa nel supportare gli standard audio più avanzati incluso il Dolby Atmos. Le casse integrate non sono superlative, ma rispetto alla categoria di prodotto danno risultati inaspettatamente positivi.

La differenza più evidente è nel sistema operativo installato sulla tv. Al posto di Android una soluzione chiamata Saphi, che sembra particolarmente indicata a chi cerca la semplicità e ama trovare tutti i contenuti più usati riuniti in una sola area. Si tratta di un software basato su Linux, flessibile e completo di tutte le principali app, ma certo senza l’arsenale di programmi di Android TV. Il sistema si integra perfettamente con Alexa. Nel complesso, un buon prodotto, che permette di risparmiare qualche euro. Ripercorriamo, nella tabella rappresentata qui sotto, i punti salienti che caratterizzano nel bene e nel male questa tv.

Pro
Audio:

oltre al fatto che la tv supporta i Dolby Atmos, più di una recensione sottolinea una qualità delle casse superiori alla media.

Contro
HDR:

da un lato il supporto all’HDR è tra i più completi, dall’altro gli esiti non sono eccezionali a causa dei limiti strutturali del televisore. 

Sistema Saphi:

l’alternativa ad Android Tv scelta per questo televisore non funziona male e ha le app principali. Certo lo store di Android è un’altra cosa.

Rapporto di contrasto:

forse è l’elemento più zoppicante di questa serie di televisori, ma la funzione Ambilight un po’ compensa.

Acquista su Amazon.it (€479)

 

 

 

5. TCL 50EP641  tv led da 50 pollici

 

Questa marca di televisori non raccoglie consensi unanimi. L’abbiamo inserita nella nostra vetrina in virtù del prezzo relativamente basso, trattandosi di un apparecchio da 50 pollici con risoluzione 4k. Il produttore cinese TCL, in realtà, si sta facendo lentamente strada nel mercato grazie a offerte convenienti accompagnate da discreta qualità. Questo modello ha alcuni aspetti piuttosto interessanti, accanto ad alcuni limiti, sottolineati da esperti e utenti. 

La qualità dell’immagine è complessivamente buona, non mostra difetti clamorosi, i colori sono adeguatamente brillanti e naturali. Parliamo, però, della normale amministrazione di una tv. Se si prova a verificare il supporto HDR, invece, si incontrano alcuni difetti: il televisore prevede il supporto solo ai cosiddetti formati statici, come l’HDR10, e non contempla né HDR10+ né Dolby Vision. I risultati con l’high dynamic range, entro i limiti sottolineati, non sono disprezzabili. 

Al contrario di quanto si legge su alcune descrizione, la retroilluminazione non è di tipo direct led, con i led distribuiti su tutto lo schermo e non solo lungo le fasce, ma edge led, quindi le funzioni di local dimming risultano ridimensionate.

Le funzioni Smart, risultano ben più attrezzate. Il sistema Android Tv garantisce una scelta vastissima di app tra cui scegliere e una perfetta compatibilità con il Google Assistant, grazie al quale impartire comandi e selezionare menu. L’apparecchio dovrebbe dialogare anche Alexa, sebbene alcuni utenti lamentino qualche disfunzione in proposito. Sono previste tutte le porte di connessioni possibili, e anche la comunicazione wireless è ben supportata dalla compatibilità con Chromecast. L’audio, pur considerato nella media dei televisori e in questa fascia di prezzo, ha deluso più di un utente. Nella tabella che segue, una sintetica comparazione tra le ragioni a favore e contro l’acquisto di questa tv.

Pro
Prezzo interessante:

il prezzo è interessante, anche se non è il più basso della nostra rassegna.

Funzioni Smart:

il sistema operativo Android garantisce una grande offerta di app, oltre alle più note per lo streaming video.

Contro
Audio:

pur considerando i limiti che hanno tutte le casse integrate nelle tv a schermo piatto, più di un utente segnala qualità inferiore alla media.

HDR limitato:

il supporto all’HDR si limita al minimo sindacale, non è previsto nessun formato con metadati dinamici (HDR10+ e Dolby Vision).

Acquista su Amazon.it (€399,99)

 

 

 

Come usare le Tv Led da 50 pollici

 

Speriamo di avere dato utili suggerimenti per capire come scegliere un buon tv led da 50 pollici e dove acquistare. L’avvento del 4k ha reso certamente consigliabile l’acquisto di schermi di grandi dimensioni. La misura di 55” sarebbe preferibile, ma anche con 50” si possono apprezzare i vantaggi dell’Ultra HD.

Per goderne appieno, però, ci sono alcuni accorgimenti che è utile mettere in atto. Banali, ma non scontati: distanza della tv dal punto di osservazione, corretta regolazione dei valori di contrasto e luminosità, collegamento in Rete. 

Vista da vicino

Può sembrare un dettaglio poco importante, ma una scorretta distanza dallo schermo è in grado di vanificare la qualità dell’immagine che state osservando. Con una risoluzione di tipo Full HD, proiettata su uno schermo di 50 pollici, ci si può accomodare a circa tre metri di distanza per per godere di una visione ottimale. Con uno schermo di identiche dimensioni, ma con risoluzione 4k, la distanza perfetta può scendere a poco meno di due metri.

Sono state proposte formule matematiche precise. Per esempio, nel caso di display ultra HD, bisogna moltiplicare la diagonale dello schermo (126 cm in questo caso) per 1,5. C’è però una complicazione, oltre alla oggettiva possibilità che non abbiate tutto questo spazio a disposizione. La tv, infatti, può essere 4k, ma i programmi, nella maggior parte dei casi, sono ancora in risoluzione HD Ready e Full HD. 

Il televisore potrebbe eseguire un upscaling, aggiungere cioè artificiosamente dei pixel per aumentare la risoluzione del video che state guardando, ma non sarà mai la stessa cosa e, in qualche caso, potreste anche essere infastiditi dal risultato finale. 

Quindi, al momento, bisognerebbe prevedere una postazione mobile, che si sposti avanti e indietro a seconda delle esigenze. Situazione improponibile nella maggior parte dei salotti, dove il divano è generalmente il punto da cui si guarda la tv.

Ci sarebbe poi da considerare l’altezza a cui porre lo schermo. In questo caso, il riferimento è il nostro occhio: la giusta altezza è quella che permette all’occhio di guardare il centro dello schermo senza abbassare o alzare lo sguardo, tenendo il collo in posizione eretta. 

 

Regolare i parametri

Ci sono altri elementi che possono condizionare la visione della tv, quali per esempio le condizioni di luce o eventuali riverberi sul display. Si consigli, in generale, di non mettere fonti di luce di fronte allo schermo. L’ideale, sarebbe che l’illuminazione fosse ai lati dallo schermo. In base all’illuminazione e al tipo di video che si intende guardare, bisognerebbe variare i parametri di luminosità, contrasto e, talvolta, colore.

Le tv più aggiornate predispongono impostazioni adatte ad alcuni scenari, per esempio Cinema (o Film), Sport, Dinamico, Naturale. Si può incontrare anche una voce “utente”, che permette di memorizzare la calibrazione che più si adatta ai nostri gusti, ma anche regolare determinati parametri in base alla fonte da cui arrivano le immagini (una console di gioco, un lettore Blu-Ray, un decoder…), contraddistinti dalla porta di ingresso a cui sono collegati (Hdmi1, Hdmi2, USB, eccetera).

Se però volete entrare nel dettaglio e manipolare uno per uno i valori della tv, sotto la voce “immagine” (o qualcosa di simile) troverete i cursori per regolare colore, contrasto e luminosità. I televisori a Led, di cui qui ci occupiamo, prevedono anche il parametro dedicato alla Retroilluminazione, che agisce sui LED posteriori con effetto sull’illuminazione dello schermo intero. Ognuno può fare le sue valutazioni, ma il consiglio è di puntare su valori alti quando ci si trova in ambienti molto luminosi e di ripiegare verso il basso in condizioni di buio. 

Quando si imposta verso il basso la luminosità, le zone in ombra saranno più incise, ma si corre il rischio di non riconoscere più nessuna sfumatura. Come abbiamo accennato, il rapporto di contrasto è determinante nel rendere accattivante l’immagine. Quando si agisce sulla voce “contrasto” si regolano le cosiddette alte luci, vale a dire le zone più chiare. 

 

E ora Internet

Una tv che si rispetti, oggi, non può non essere connessa a Internet. Solo il collegamento in Rete, infatti, permetterà di scaricare, prima, e di usare, poi, le app per lo streaming video, come Netflix e Amazon Prime Video. Si tratta, per altro, delle poche fonti di contenuti in 4k e 4k HDR, oltre alle piattaforme satellitari come Sky Q e Mediaset Premium.

I televisori recenti permettono tutti la connessione via ethernet o Wi-Fi. La connessione si può effettuare dal telecomando. Una volta che la rete casalinga sia accesa e vi siate appuntati la password di accesso, dovete cercare la voce di menu sul televisore dedicata a Internet. 

Nei televisori Samsung, per esempio, questa voce si chiama Rete. Da lì si passa alle  Impostazioni di rete, dove si incontrerà il sottomenu Wireless. Una volta selezionato, vedrete un elenco di reti wireless disponibili, tra cui dovrete riconoscere la vostra, contrassegnata da un codice numerico o da un nome che le avete attribuito voi. L’ultimo step consiste nel digitare la vostra password, poi la tv sarà collegata e riconoscerà la rete automaticamente ogni volta che accenderete il dispositivo. Se invece potete collegarvi tramite un cavo Ethernet, che fornisce sicuramente un flusso dati più stabile ed efficiente, dovrete solo inserire la presa. 

Videoregistratore addio

I videoregistratori sono ormai preistoria, e cosa si può fare per salvare un contenuto che si desidera vedere in un diverso momento della giornata. Alcuni apparecchi hanno perfino una memoria interna, ma altri prevedono una funzione a cui non sempre gli utenti fanno caso: la possibilità di registrare contenuti dalla tv su pendrive o hard disk esterno.

Perché ciò sia possibile occorre una porta USB, ma non basta. Accanto alla porta si dovrebbe trovare una etichetta che specifici se da lì si può realmente registrare: HDD Rec e PVR (Personal Video Recorder) sono le indicazioni più frequenti, ma spesso si può leggere USB Rec/Play, USB Recording, o DVR (Digital Video Recorder).

 

 

 

Domande frequenti 

 

Quanto misura una televisione da 50 pollici?

Le misure dei televisori sono convenzionalmente espresse in pollici e calcolano la diagonale dello schermo. Un pollice corrisponde a 2,5 cm circa, quindi una tv da 50 pollici avrà una diagonale di circa 126 cm. Le misure dello schermo, invece, dovrebbero corrispondere a 112 cm di larghezza per 65 cm di altezza. A queste misure, però, se state calcolando lo spazio che occuperà il televisore, devono essere aggiunte le cornici e la base. I design moderni, solitamente, prevedono cornici molto sottili, di due o tre centimetri. 

 

Cosa vuol dire tv a Led?

Una tv a led è una televisione a cristalli liquidi, che usa per la retroilluminazione lampadine a led. I vantaggi dell’illuminazione a led hanno presto conquistato il mercato, e oggi sono lo standard. Permettono di realizzare apparecchi più sottili, consumano meno energia elettrica e durano più a lungo.

A seconda della disposizione dei led sulla parte posteriore dello schermo, si distinguono schermi Edge-led e Full Direct Led. Gli schermi Edge-led hanno il led collocati lungo il perimetro del display (la parola edge, infatti, in inglese significa bordo). Al contrario, sugli schermi Full Direct Led o, semplicemente, Direct Led, i led si trovano sparsi su tutta la superficie posteriore, in maniera più o meno uniforme e diffusa a seconda del numero di lampadine. In generale, questo secondo tipo di schermo è di qualità superiore e costa mediamente di più. Inoltre, è in grado di assecondare meglio la funzione di local dimming, che permette di spegnere le singole lampade a led per migliorare la resa delle zone scure.

 

Cosa significa Smart tv?

Una Smart tv è un televisore in grado di collegarsi a Internet, da cui si possono scaricare app per l’intrattenimento o per la visione di film in streaming. Queste sono le funzioni essenziali, ma i televisori intelligenti ora si integrano con gli assistenti domotici, quali Alexa o Google Assistant, che permettono di impartire comandi vocali, eseguire ricerche, attivare menu, sintonizzarsi su precisi programmi.

Gli esempi più sofisticati e, per ora, costosi di intelligenza artificiale applicata alle tv consentono la regolazione automatica dei parametri di colore, luminosità e contrasto, in base al tipo di immagini che appaiono sullo schermo, il mantenimento del volume audio costante, anche quando subentra la pubblicità, la gestione dell’HDR fotogramma per fotogramma, la regolazione di contrasto e luminosità in base alla luce ambientale e molto altro. 

La qualità di una Smart tv dipende molto dal sistema operativo adottato, ma anche dal processore che gestisce la componente software, proprio come avviene su un computer. 

 

Quali televisioni sono pronte per il nuovo segnale del digitale terrestre?

Tra le specifiche del televisore, bisogna tenere d’occhio la sigla DVB-T2 (Digital Video Broadcasting – Second Generation Terrestrial) e la compatibilità con il codec HEVC. Le televisioni arrivate sul mercato nel 2017 dovrebbero essere tutte già in grado, secondo legge, di ricevere il DVB-T2 e di leggere il formato video HEVC. Cattive notizie per i proprietari di modelli venduti fra il 2013 e il 2017, forse in grado di ricevere il DVB-T2 ma difficilmente, se non quelli dal 2016 in avanti, di supportare il formato HEVC. 

Sul passaggio al nuovo digitale terrestre le date sono più volte cambiate. Attualmente, risulta che a partire dal luglio del 2022 inizierà la transizione allo standard HEVC. Il percorso è diverso per ogni regione: partiranno le regioni del nord, poi seguiranno il centro Italia e il sud. 

Non c’è niente di meglio che guardare la tv e sorseggiare un caffè; qui parliamo della differenza tra macchine manuali e automatiche, cialde e capsule.

 

 

Ne abbiamo ancora! Dai un’occhiata a questi articoli:

 

Tv led confronta prezzi e offerte

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

TV LED – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Se state pensando di acquistare un televisore da 50 pollici, probabilmente è perché volete godervi le partite di calcio, i film e le serie televisive nel massimo del comfort. L’occasione è propizia per puntare su un modello Smart per accedere a Internet e vedere Netflix, YouTube e usare altre app. Probabilmente ormai non conviene scendere sotto la risoluzione Full HD perché i prezzi si sono abbassati di molto, anzi forse potreste addirittura puntare al non plus ultra: il 4K. Non mancano sul mercato modelli con un ottimo rapporto qualità/prezzo. Ecco due TV che pensiamo dovreste valutare: Samsung UE50NU7092 e Samsung UE50MU6172U. Si tratta di televisori che supportano le risoluzioni di ultima generazione 4K per arrivare a dei livelli di qualità d’immagine davvero incredibili. Entrambi i modelli dispongono di funzioni Smart e dell’innovativa tecnologia HDR che aumenta ulteriormente lo spettacolo con colori sgargianti e immagini vivide.

 

 

 

Come scegliere il miglior TV LED da 50 pollici del 2020?

 

Sei in cerca di un televisore di ultima generazione da mettere nel tuo salotto per esperienze visive ad altissimo livello? Allora potresti essere interessato a quello che per noi è il miglior TV LED da 50 pollici del 2020, un modello Samsung per il quale abbiamo preparato una guida che ne evidenzia le principali caratteristiche.

La tecnologia 4K permette di visualizzare immagini a una qualità quattro volte maggiore rispetto al Full HD, a sua volta superiore di due volte rispetto all’HD. Certo, non sono TV venduti a basso costo, ma non mancano offerte interessanti sul mercato, specialmente quello online. Date le dimensioni piuttosto grandi di questi modelli, bisogna accertarsi di avere in casa lo spazio sufficiente per poterli posizionare, in modo da vedere le immagini da una buona distanza senza che la vista si affatichi troppo a causa dei colori e della luminosità.

È consigliabile quindi avere un bel salotto spazioso e un divano comodo per poter godere al massimo dell’esperienza visiva che questi modelli di ultima generazione possono garantire. Un altro fattore che potrebbe essere importante è se si tratta di uno Smart TV (ma un po’ tutti dovrebbero esserlo oggi), così potrai connetterti a Internet e vedere le TV on demand gratis o a pagamento direttamente dal televisore, in questo modo potrai godere delle tue serie e dei tuoi film preferiti direttamente dal divano, senza la necessità di collegare al televisore un portatile o una piattaforma multimediale.

Un modulo Wi-Fi integrato consente poi di collegarsi ancora più comodamente, senza avere un fastidioso cavo penzolante per casa. Se hai molti dispositivi come console di gioco, decoder e lettori Blu-ray potresti voler controllare di quante uscite video dispone il televisore, tenendo conto soprattutto di quelle HDMI in modo da non dover staccare e attaccare il cavo per cambiare periferica.

Questi televisori dovrebbero avere anche il decoder per il digitale terrestre incorporato, un’ottima soluzione per poter vedere subito i canali delle reti televisive pubbliche.

 

I 3 Migliori TV LED da 50 Pollici – Classifica 2020

 

1. Samsung UE50NU7092 TV da 50″ LED UHD 4K SMART

 

 

Principale vantaggio:

Risoluzione di 3.840 x 2.160 pixel e HDR si uniscono per fornire una qualità d’immagine superlativa per film, serie TV e videogame. Tutto questo ad un prezzo di vendita davvero interessante che permette di accaparrarsi un bel televisore 4K senza spendere troppo.

 

Principale svantaggio:

La sintonizzazione dei canali non è fluida, infatti sembra che il processo automatico non rilevi i canali italiani del digitale terrestre che andranno quindi impostati manualmente o tramite l’app che collega lo smartphone al televisore.

 

Verdetto: 9.8/10

Samsung ha creato un televisore che fornisce una qualità d’immagine di ultima generazione che farà la felicità di tutti gli utenti in cerca del 4K ad un costo più contenuto.

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Qualità d’immagine

Le recenti risoluzioni in 4K stanno lentamente sostituendo quelle HD a 1080p al punto da farle sembrare quasi obsolete. E in effetti il salto qualitativo si vede subito, al punto che film e videogame si stanno adattando a questa nuova tecnologia per fornire il massimo della qualità d’immagine agli utenti.

Il televisore Samsung da 50 pollici arriva quindi a una risoluzione di 3.840 x 2.160 pixel, quindi permette di vedere tutti i contenuti compatibili, in streaming o su Blu-ray, in 4K. Se disponete di una Playstation 4 Pro o di un Xbox One X, potrete collegarle e giocare a tutti i titoli che supportano questa risoluzione elevata per un coinvolgimento senza pari.

Oltre alla risoluzione, il modello di Samsung dispone di HDR, ovvero l’High Dynamic Range in grado di migliorare la luminosità e il contrasto in determinati punti dell’immagine, per esempio mettendo in risalto la luce prodotta dal sole che sorge.

 

Smart

Ormai i televisori 4K dispongono di funzioni Smart per accontentare la richiesta degli utenti che cercano sempre di più l’intrattenimento in streaming. Il modello di Samsung è dotato di una serie di funzionalità che vi permettono di configurarlo al meglio, per esempio si potrà scaricare un’app sullo smartphone per associarlo al televisore tramite Bluetooth e accedere a tutte le impostazioni direttamente dal telefono.

Non manca la possibilità di scaricare diverse app utili e di abbonarsi a servizi on demand come Netflix, TimVision o il recente Prime di Amazon. Accedere alle opzioni Smart è semplice e intuitivo, basterà un click direttamente dal menu principale del televisore. Non manca la possibilità di sintonizzarsi sui canali del digitale terrestre, sebbene la sintonizzazione automatica non sia impeccabile e quindi ci si potrebbe vedere costretti a cercare alcuni canali manualmente.

 

Connettività

Ormai ogni televisore che si rispetti dispone di diverse porte e connessioni per poter collegare più dispositivi contemporaneamente e accedere ai contenuti multimediali da più fonti. Questo televisore dispone di due connettori HDMI grazie ai quali sarà possibile collegare console di gioco, lettori Blu-ray e decoder Sky, passando velocemente tra un dispositivo all’altro utilizzando il telecomando.

Per quanto riguarda la connettività, abbiamo la porta per il connettore Ethernet e il Wi-Fi per la connessione ad internet nonché il Bluetooth per l’interazione con i dispositivi mobili. Non manca la porta USB per poter inserire chiavette e hard disk esterni al fine di poter visualizzare contenuti multimediali sullo schermo a 50 pollici.

 

 

 

2. Samsung UE50MU6172U Smart TV Led WiFi Ultra HD

 

 

Le nuove risoluzioni affascinano con il dettaglio d’immagine in grado di surclassare i comunque ottimi 1080p, attraendo sempre più utenti al mondo del 4K. Se siete interessati all’acquisto di un televisore di ultima generazione allora questo Samsung è il prodotto giusto per voi.

Dispone di uno schermo ampio di 50 pollici sul quale sarà possibile vedere film e serie TV in 4K o sfruttare il massimo della potenza di console di gioco come Playstation 4 Pro e Xbox One X. Non mancano le funzioni Smart grazie alle quali sarà possibile accedere ai famosi servizi in streaming di Netflix o di Timvision per poter vedere le proprie serie TV preferite.

Gli utenti sono rimasti molto soddisfatti anche del menu che facilita la navigazione delle varie funzioni del televisore. Vediamo adesso quali sono i vantaggi e gli svantaggi del televisore che potrete acquistare cliccando sul link della pagina del negozio riportato qui di seguito.

Pro
Qualità:

Arriva ad una risoluzione di 3.840 x 2.160 pixel per fornire il massimo della qualità d’immagine disponibile. Ideale anche per chi possiede una console di gioco in grado di supportare il 4K e sta cercando il massimo del coinvolgimento grafico.

Smart:

Le funzioni Smart consentono di accedere ad una vasta gamma di servizi streaming e di utili app. Il menu facilmente navigabile e completo di informazioni rende la navigazione fluida e semplice anche a chi non ha mai utilizzato uno Smart TV.

Schermo:

Gli utenti hanno commentato positivamente lo schermo luminoso e piatto che non ingombra troppo spazio e può essere facilmente sistemato vicino ad una parete.

Contro
Prezzo:

Alcuni consumatori si sono espressi negativamente sul prezzo del prodotto, affermando che si può trovare la stessa qualità spendendo qualcosa in meno.

 

 

 

3. Philips Smart TV LED Full HD Ultra Sottile 50PFS5803/12

 

 

Lo Smart TV di Philips si presenta molto bene, con un display ampio che arriva a ben 50 pollici. Il retro del pannello sottile consente di sistemare il televisore vicino ad una parete senza ingombrare e lasciando anche spazio per i cavi.

La risoluzione arriva a 1080p e consente di giocare con console di ultima generazione o vedere film in Blu-ray sfruttando i 1.920 x 1.080 pixel. Per quanto riguarda le funzioni Smart, queste vengono gestite da un sistema operativo prodotto da Philips che gli utenti hanno valutato positivamente, anche per la presenza di alcune delle app più utilizzate.

Il prodotto non è esente da difetti, infatti l’audio delle casse integrate non è particolarmente entusiasmante, inoltre il televisore non dispone di connettività Bluetooth. Riassumiamo i pregi e difetti qui di seguito nella nostra consueta rassegna dei pro & contro.

Pro
Schermo:

L’ampio schermo garantisce uno spettacolo davvero stupefacente e di sfruttare al massimo i 1080p dell’HD.

Smart:

Le funzioni “intelligenti” vi permettono di accedere a contenuti in streaming come Netflix e altri programmi on demand.

Contro
Audio:

Le casse integrate non fanno proprio un ottimo lavoro, ma basterà procurarsi una soundbar per migliorare la qualità dell’audio.

Prezzo:

Il costo del prodotto è abbastanza alto, al punto che allo stesso prezzo si trovano televisori 4K.

 

 

 

Samsung UE50JU6400K

 

Principale vantaggio

Il connubio tra la più alta risoluzione possibile e le funzioni Smart che ti garantisce di poter vedere programmi e film on demand al massimo della qualità di immagine che potresti desiderare.

 

Principale svantaggio

Sembra che l’audio delle casse integrate non sia proprio il massimo, un problema accomunabile a molti modelli Samsung, ma che potrebbe essere risolto utilizzando delle casse esterne o un buona soundbar.

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Risoluzione 4K

Se stai cercando il non plus ultra della qualità video, allora rimarrai probabilmente soddisfatto da questo televisore che ti permette di vedere immagini a 3840 x 2160 pixel di risoluzione. Grazie a questo TV LED da 50 pollici potrai godere del massimo sia nella visione di film, serie televisive e sport sia dal supporto fisico che dai vari canali Ultra HD proposti ultimamente dalle reti TV.

Così potrai vedere tutti i dettagli grafici di un film o di un match sportivo al punto che ti sembrerà che l’azione si svolga davvero davanti ai tuoi occhi. Inoltre nel caso tu sia un patito di videogiochi, con una TV 4K potrai utilizzare le nuovissime console di gioco come la Playstation 4 Pro, al momento l’unica che supporta il 4K e che con questo televisore ti potrebbe garantire ore di divertimento con una qualità grafica superiore.

Tutto questo verrà ulteriormente migliorato da un processore Quad Core installato nel televisore che ne garantisce prestazioni più veloci nel cambio tra contenuti, navigazione Web e periferiche esterne.

 

Funzioni Smart TV e decoder integrato

Cosa sarebbe un buon televisore 4K senza le funzioni Smart? Grazie al collegamento a Internet non solo potrai navigare sul Web, ma anche utilizzare tante divertenti e utili app per il televisore che lo faranno diventare un vero e proprio computer controllato dal telecomando. Potrai in questo modo accedere a YouTube e alle TV on demand come Netflix con un semplice click sul telecomando, così non dovrai connettere nessun dispositivo al televisore per poter godere dei tuoi film o serie preferite.

Oltre a essere uno Smart TV, questo modello ha anche il digitale terrestre integrato, così potrai subito accedere ai canali delle reti televisive pubbliche senza dover acquistare il decoder. Il modulo Wi-Fi permette di collegarti senza connettere fisicamente alcun cavo.

 

Sincronizzazione con smartphone

Ti serve sapere che tempo fa fuori? La lista di appuntamenti della giornata o le prime notizie pubblicate dai giornali? Potrai visualizzarle direttamente sul grande schermo di questo TV che, se sincronizzato con la sveglia del tuo smartphone, si metterà in funzione da solo per darti tutte le informazioni necessarie per iniziare la giornata. Inoltre tramite la connessione wireless potrai guardare sul televisore i contenuti video dello smartphone: se per esempio hai trovato un video divertente o un tutorial e lo vuoi vedere su uno schermo grande potrai farlo facilmente grazie a questa funzione.

La sincronizzazione è anche un ottimo modo per poter vedere dei video o delle foto fatti con il telefono in alta qualità senza dover collegare cavi e sperare che il contenuto venga letto correttamente.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
2 Comments
Il più vecchio
Il più nuovo Il più votato
Inline Feedbacks
View all comments
gigi
gigi
January 17, 2019 5:40 pm

Vorrei un parere tecnico su LCD50 50NU7090U visto che ho trovato un buon prezzo di acquisto.
Grazie

BuonoedEconomico
Admin
BuonoedEconomico
January 19, 2019 7:25 am
Reply to  gigi

Buongiorno Gigi, il modello di Samsung che citi si fa assolutamente apprezzare per la qualità di visione che garantisce, sia perché stiamo parlando di un 50 pollici con risoluzione 4K sia perché adotta tutte le tecnologie più recenti che hanno reso l’azienda coreana un vero e proprio punto di riferimento nel mercato dei tv. Nello specifico ci riferiamo all’HDR 10 che rende contrasto e fedeltà cromatiche ancora più convincenti. Non mancano tutte le funzioni smart, con possibilità di collegare il televisore alla rete sia via cavo ethernet sia via W-Fi e nemmeno l’app da installare sullo smartphone. Insomma non sappiamo… Read more »

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status