Pannello TN, VA o IPS? Differenze, pregi e difetti

Ultimo aggiornamento: 25.06.21

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

La scelta del pannello più giusto dipende da alcuni fattori, tra cui anche le vostre esigenze personali. Ma quali sono le differenze principali? Scopriamole in questo articolo.

 

Prima o poi capita a tutti di dover acquistare un nuovo monitor oppure una TV LED da 50 pollici e scoprire di non sapere proprio quale scegliere. Il motivo non è solo uno, anzi, spesso e volentieri in negozio online o fisico capita di dover dare un’occhiata a tutte le caratteristiche tecniche, che appaiono però come scritte in arabo. Oltre a quanto concerne l’usabilità, le qualità specifiche di ogni modello, spesso decise dall’azienda produttrici, e il rapporto qualità/prezzo, ciò che molte volte fa andare in confusione è anche la mancanza di informazione riguardo i pannelli.

Infatti, prima di stabilire quale sia la soluzione più giusta a seconda delle proprie tasche, è necessario comprendere e stabilire quale sarà il suo utilizzo principale. Ovviamente, se si tratta di uno schermo LCD si può dedurre facilmente il perché: per editare video, giocare alla console oppure anche per guardare la TV. Ebbene, a prescindere da tutto questo, come abbiamo anticipato, tutti i monitor e i display sono realizzati con pannelli che possono essere costruiti con tecnologie molto differenti: TN, VA e IPS.

Inoltre, questi ultimi sono spesso e volentieri creati da aziende diverse da quella dello schermo ufficiale, perciò chi è già più pratico con il fai-da-te, potrebbe anche ipotizzare di acquistare diversi pezzi per montare in casa la soluzione più congeniale alle sue esigenze.

In ogni caso, rimane fondamentale capire quali sono le differenze, quali anche i pregi e i relativi difetti dei principali pannelli venduti sul mercato. Per scoprirlo non resta che seguirci con la lettura dei paragrafi successivi.

Schermo TV e monitor LCD: cosa sono?

Prima di capire bene qual è il pannello migliore, bisogna anche comprendere cosa si intende quando si parla di LCD, acronimo di “liquid crystal display” o, tradotto in italiano, “display a cristalli liquidi”, cioè un monitor o schermo composto da una sostanza utilizzata per realizzare i pannelli interni. Questa materia è rinchiusa in celle di dimensioni ridotte, formate da due strati di vetro: tutti insieme vi permettono di godere delle immagini, anche se c’è un ma.

Infatti, i display LCD, come abbiamo accennato in precedenza, necessitano di una retroilluminazione, che può variare di intensità e complessità, dando vita ai famosi Full LED ed Edge LED. Non è ovviamente in questo articolo che tratteremo le differenze tra queste due soluzioni, ma ci servono per comprendere più facilmente la connessione tra tecnologia IPS, VA e TN con LCD.

 

Pannello IPS: caratteristiche principali

Questo tipo di schermo IPS è stato progettato per la prima volta nel 1996, da Hitachi.

I suoi vantaggi principali sono sicuramente i colori più fedeli alle immagini originali, ma anche l’angolo di visione decisamente acuito. A differenza di ciò che accade con i modelli TN, IPS e LCD sono perfetti se desiderate godere di soluzioni più simili alla realtà. Infatti, sono i più indicati se effettuate lavori con foto e video editing, oppure se siete designer, architetti o svolgete professioni che necessitano di particolare cura nei dettagli.

Questo tipo di pannelli hanno una buona fedeltà cromatica, almeno tanto da favorire anche quanti amano giocare ai videogiochi d’avventura o che comunque non siano troppo d’azione. Bisogna anche considerare che lo svantaggio principale di questo tipo di schermi è che il costo è nettamente superiore alla media, oltre che il tempo di risposta è maggiore ai modelli TN.

In commercio esistono anche alcune varianti di display IPS interessanti, che differiscono di pochissimo da quelle tradizionali. Per esempio, i monitor Samsung sono decisamente differenti da quelli AH-IPS prodotti da LG, così come entrambi si distinguono da quelli di altre case produttrici come HP.

 

Pannello VA: conviene?

Un altro tipo di pannello che si può trovare in commercio è VA o Vertical Alignment ed è migliore rispetto a quelli TN. I principali vantaggi di questa tecnologia sono innanzitutto che la qualità del colore nero è molto elevata, infatti la tonalità appare più profonda, con un contrasto alto e un angolo di visione superiore alla media. Grazie a queste caratteristiche, sono particolarmente indicati per chi lavora tramite computer o chi ama fare maratone di serie TV e di film su Netflix o Prime Video.

Sono quindi adatti per usi generici e non specifici come nel caso dei monitor IPS. Ma, perché c’è un “ma”, hanno tempi di risposta molto dilatati, perciò dovete valutare questo neo se desiderate scegliere la soluzione migliore. In ogni caso, ogni variante differisce a seconda delle tecnologie impiegate nella costruzione, ecco perché i prodotti Samsung sono diversi da quelli Fujitsu e così via.

Quindi, meglio il pannello VA o IPS?

In linea generale non esiste una risposta univoca, cioè che vada bene per tutti, perché come anticipato bisogna valutare anche le esigenze di ognuno. Generalmente, un pannello TV, che sia per gaming oppure per la visione di un film, deve avere un angolo di visione di qualità, che permetta di non sforzarsi eccessivamente. Dovrete quindi valutare correttamente quali siano gli aspetti più interessanti e importanti di ogni tecnologia, perché ogni categoria fa solo riferimento al modo con cui vengono prodotto e comandati i transistor che controllano i pixel. Quindi può darsi che un monitor IPS possa comunque fare al caso vostro.

In ogni caso, qualora vogliate sperimentare videogiochi innovativi e ricchi di dettagli, il nostro consiglio è quello di optare per la tecnologia IPS. Invece, se preferite qualcosa di intermedio, ma che sia comunque altamente performante, potrà andare bene anche un modello VA.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia, Romania e Canada.

Buono ed Economico © 2021. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status