Il miglior videoregistratore

Ultimo aggiornamento: 21.11.18

Videoregistratori – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

I programmi Tv, i film o le serie interessanti sono sempre di più e, tra lavoro e impegni vari, non è sempre semplice essere davanti allo schermo nel momento in cui comincia la trasmissione che non vogliamo perdere. Per ovviare a questo inconveniente, dunque, perché non dotarsi di un videoregistratore? Questa parola evoca dispositivi grossi e ingombranti e vecchie videocassette ma invece l’evoluzione anche in questo settore è stata significativa. In questa guida all’acquisto, dunque, facciamo chiarezza sull’offerta di modelli di questo tipo, proponendovi una serie di suggerimenti nonché le recensioni degli apparecchi che possono fare al caso vostro. Come per esempio l’Humax Tivumax HDR-1001S, che unisce le funzioni di un ricevitore per il digitale terrestre a quelle di registratore a quelle, ancora, di piattaforma per sfruttare i servizi on-demand e in streaming. Più tradizionale il Panasonic DMR-EZ49 che registra i programmi su Dvd ma che è dotato anche di ingresso per le videocassette, per trasferire vecchi filmati su disco, preservandoli dall’inevitabile usura.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior videoregistratore

 

Se non fosse per le videocamere di sicurezza, potremmo considerare questo prodotto ormai vetusto, visto che è stato sostituito da anni dal lettore CD e dai nuovi televisori digitali che si connettono direttamente a PC e Internet.

Detto questo, ci sono ancora dei buoni motivi per acquistare un videoregistratore. Il primo è la necessità di riprodurre vecchie videocassette; il secondo è registrare dalle telecamere analogiche, ancora molto in voga negli impianti di sicurezza. Dato il costo, conviene però sempre chiedersi se ne vale la pena. In compenso, scegliere un buon modello è abbastanza facile: confronta prezzi e caratteristiche dei modelli suggeriti in basso.

Guida all’acquisto

 

Per televisore e non

Iniziamo questa breve guida segnalando che a livello tecnico esiste una differenza tra i videoregistratori progettati per essere usati con il televisore e quelli per gli impianti di sicurezza. I primi servono a selezionare e registrare un programma TV; i secondi invece devono interfacciarsi con un numero molteplice di telecamere analogiche (il minimo è quattro) e registrare quello che vede l’occhio del dispositivo. Per renderti la scelta più facile, nelle singole recensioni della nostra classifica dei migliori prodotti abbiamo evidenziato la destinazione d’uso di ogni singolo modello.

Le caratteristiche sono differenti anche sotto il profilo degli attacchi. Nel primo caso, l’apparecchio dovrà avere la presa SCART e HDMI, un lettore CD e DVD e la possibilità di riversare da nastro a digitale. In questo modo, avrai uno strumento abbastanza flessibile da utilizzare ancora per qualche anno prima dell’avvento definitivo della nuova tecnologia ad alta definizione dei media centers, che dovrebbe mandare per sempre in pensione questo tipo di dispositivi.

 

Attenzione ai canali

Se intendi comprare un videoregistratore per televisore, fai molta attenzione alla capacità del prodotto di sintonizzarsi o decodificare i canali in UHF (digitale terrestre), inclusi quelli ad alta definizione. Leggendo le varie recensioni degli utenti, abbiamo infatti notato che questo è un problema frequente anche nei modelli delle migliori marche. In questi casi l’apparecchio sconta tutta la sua arretratezza tecnologica, dato che i produttori non investono più in una tecnologia ormai obsoleta.

In quelli per i sistemi di sorveglianza è bene invece controllare gli accessori e l’eventuale predisposizione o dotazione di disco rigido per contenere il girato. Infatti il consumo di spazio per raccogliere le registrazioni è notevole e il nastro non basta. Comunque di solito questo indispensabile articolo deve essere acquistato a parte, non essendo fornito di serie.

L’importanza della connettività

I videoregistratori per sicurezza oggi sul mercato sono spesso dotati di connessione Wi-Fi o addirittura USB, in modo da poter allacciare l’apparecchio a una rete domestica integrata di controllo. Si tratta di funzionalità senza dubbio utili e che ti permettono di attuare sistemi di sorveglianza assai sofisticati, ad esempio tramite tablet. Queste prospettive sono ormai uscite dalla fantascienza per diventare realtà grazie ai nuovi oggetti smart, ossia dispositivi intelligenti che si integrano tra loro per creare la casa domotica.

Detto questo, e visti i prezzi assai elevati, bisogna però fare una riflessione e chiedersi se l’acquisto di un apparecchio del genere convenga davvero. Anche i vecchi sistemi di videosorveglianza analogici sono infatti in via di sostituzione con quelli digitali, che incorporano tutte queste funzioni e garantiscono inoltre una miglior resa in termini di qualità d’immagine. Insomma, forse è meglio spendere un po’ e innovare, dotandosi in compenso di un impianto all’avanguardia.

 

 

I migliori videoregistratori del 2018

 

A meno che tu non sia un Millennial, di certo hai avuto modo di utilizzare questo popolare dispositivo che ti permette di registrare i tuoi programmi preferiti per guardarli con calma durante il weekend. Nella nostra rassegna dei cinque migliori videoregistratori del 2018 troverai una interessante panoramica dei modelli più venduti online e i consigli di acquisto per scegliere il prodotto adatto alle tue esigenze.

 

Prodotti raccomandati

 

Humax Tivumax HDR-1001S

 

L’evoluzione dei videoregistratori passa per modelli come quello proposto da Humax, sostanzialmente un ricevitore satellitare dotato di funzionalità di registrazione dei programmi televisivi. Oltre alla sintonizzazione di tutti i canali digitali permette di accedere a numerosi servizi on-demand o streaming: da Infinity a RaiReplay.

Dotato di un doppio sintonizzatore, se collegato a un impianto casalingo compatibile SCR permette di guardare un programma mentre se ne registra un secondo o di registrarne due diversi in contemporanea. Molto semplice da utilizzare, grazie anche alla presenza della guida EPG da cui visualizzare le trasmissioni e programmare le eventuali registrazioni.

Per poter memorizzare i programmi è però necessario acquistare un hard disk da 2.5’’ che andrà installato all’interno del videoregistratore, nel vano già predisposto. Si tratta di un’operazione molto semplice però dispiace che la casa produttrice non abbia provveduto a renderlo già disponibile.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Panasonic DMR-EZ49

 

Se siete rimasti affezionati ai supporti fisici e dunque desiderate registrare film e serie Tv per conservarle e rivederle di tanto in tanto, non potete farvi scappare questo modello firmato Panasonic che memorizza le trasmissioni su Dvd. Compatibile con dischi di qualunque formato (tranne il Blu-ray) è dotato anche di ingresso per le videocassette, così da permettervi, per esempio, di trasferire vecchie registrazioni su Dvd in modo da preservarle dal rischio che si deteriorino con il passare del tempo.

Naturalmente oltre alla funzione di registrazione può essere utilizzato anche come normale player, sia per Dvd sia per videocassette.

La maggior parte degli utenti che l’hanno già acquistato lo sfrutta soprattutto per i riversamenti delle Vhs ma non manca chi registra i programmi del digitale terrestre. In questo caso fate attenzione perché l’elenco memorizzato sul videoregistratore non corrisponde a quello della Tv.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Panasonic NV HD 630

 

Se siete amanti dei vecchi VHS, il videoregistratore di Panasonic potrà accontentare le vostre esigenze di riguardare le registrazioni. Questo prodotto è il tipico modello usato negli anni ‘90 per catturare film o trasmissioni televisive, che potevate rivedere in un secondo momento. Il funzionamento è semplicissimo, in quanto sono presenti tutti i pulsanti direttamente sulla facciata principale, con la quale è facile interagire. Potrete inserire la videocassetta, pigiare il tasto Rec o Play, a seconda se vogliate registrare o rivedere qualcosa di già impresso.

Grazie al timer è possibile programmare anche il dispositivo, in modo da farlo partire quando necessario. Sul display sarà infatti possibile regolare l’ora, in modo da sincronizzarla con il momento della registrazione.

Nella confezione troverete anche il telecomando per gestire l’articolo a distanza, anche se c’è chi lamenta l’assenza delle istruzioni, che sarebbero state molto utili per capire meglio come gestirlo.

Il prezzo, inoltre, risulta abbastanza alto, cosa però comune in dispositivi del genere, che vengono considerati vintage, quindi dei veri e propri pezzi d’epoca, come non se ne fanno più.

Pro
Funzionalità:

Attivare la registrazione o la riproduzione dei filmati è semplice grazie ai tasti presenti sullo schermo. Non avrete bisogno di grandi aiuti per capire come azionarlo.

Timer:

La presenza di questo elemento permette di programmare il videoregistratore per farlo partire a un orario stabilito. Non dovrete essere sempre presenti per poter catturare i vostri programmi preferiti.

Display:

Permette di visualizzare l’orario e tutte le informazioni utili durante la riproduzione della videocassetta.

Contro
Prezzo:

Il costo di prodotti del genere è sempre molto alto, per cui si deve essere disposti a spendere abbastanza pur di poter rivedere vecchi VHS.

Istruzioni:

Molti utenti hanno apprezzato che nella confezione fosse incluso il telecomando ma non che mancassero le istruzioni, utili a comprenderne l’impiego.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Sony SLV-SE740

 

Appare un modello molto semplice da utilizzare anche quello di Sony, che ha una scocca grigia e una struttura che trasmette subito una bella idea di robustezza. Viene subito in aiuto la parte frontale, con i tasti di accensione, registrazione e avvio abbastanza grandi e intuitivi da premere.

Il display a cristalli liquidi permette di impostare l’orario, così da sfruttare la funzione del timer, che consente un avvio ritardato del dispositivo. Il prodotto può registrare e quindi anche leggere videocassette in velocità LP o SP, per non farvi dimenticare davvero nulla di ciò che avete raccolto del passato.

Le dimensioni sono pari a quelle di molti modelli simili, in quanto misura 25,5 x 43 x 9,6 cm , per cui può essere inserito anche all’interno di un mobile TV, se non lo si vuole posare accanto al televisore.

Un problema può essere considerato invece il costo, solitamente molto alto per articoli di questo tipo. Gli amanti del vintage sanno bene che dovranno essere disposti a spendere una cifra importante per avere un pezzo del genere in casa.

Pro
Tasti:

Quelli principali, che consentono l’avvio del dispositivo e delle sue funzioni, sono tutti presenti sulla parte anteriore. Potrete così accenderlo, avviarlo, andare avanti o indietro con i fotogrammi, per rivedere tutto ciò che non volete dimenticare.

Dimensioni:

Sono tali da non creare ingombro sui mobili e da poter occupare il giusto spazio accanto al televisore o su uno scaffale.

Lettura:

Il prodotto è in grado di riprodurre filmati registrati in precedenza sia con la velocità LP, sia con la SP, così da non dover ricorrere ad altri sistemi.

Contro
Costo:

Questo modello ha un costo elevato, come molti prodotti simili, che si distinguono proprio perché comportano una spesa abbastanza importante.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

KKmoon ENU0106911205587EZ

 

3-kkmoon-16Nonostante l’apparente complessità della spiegazione fornita dal produttore, alla fine si scopre che ci troviamo di fronte a un normale videoregistratore analogico che può essere interfacciato a internet o a una rete LAN domestica. Può quindi essere utilizzato più che altro per collegare le telecamere di un impianto di sorveglianza, consentendo l’accesso da remoto via tablet.

Tuttavia, non essendo incluso alcun disco rigido per il drive ad alta definizione, dovrai comprare a parte un dispositivo HDD SATA per avere lo spazio di memoria necessario.

Per concludere la lista dei problemi, alcuni utenti si sono lamentati della carenza di materiale tecnico da parte del produttore, un aspetto importante da considerare valutando quale videoregistratore comprare, anche a fronte di alcune difficoltà di utilizzo dell’apparecchio che non risulta sempre immediato e intuitivo.

Buono invece il prezzo, concorrenziale in comparazione agli altri prodotti, e la dotazione dei canali, che qui arriva addirittura a sedici.

Se si vuole sicurezza in casa o nella propria attività, si potrà acquistare un videoregistratore analogico a prezzi bassi della KKmoon. Come abbiamo visto presenta pregi e difetti dei quali facciamo subito un bel riassunto.

Acquista su Amazon.it (€69,99)

 

 

 

Come utilizzare un videoregistratore

 

Il videoregistratore è uno strumento che ha raggiunto la sua massima popolarità tra gli anni ‘80 e ‘90. Un tempo, per il suo utilizzo, erano necessari nastri magnetici contenuti nelle popolari VHS, anche note come videocassette. Difficilmente le nuove generazioni ricorderanno questo apparecchio dal momento che è uscito man mano dal commercio, lasciando il posto a una nuova generazione di videoregistratori, che utilizzano invece gli hard disk per salvare i file registrati.

Usi del VCR

Dopo il boom del supporto DVD e Blu Ray, il videoregistratore, nonostante abbia cercato di restare al passo con i tempi è diventato comunque un prodotto di nicchia ed è utilizzato oggigiorno solo da chi possiede ancora una nutrita collezione di VHS o da chi ha un circuito di videosorveglianza e ha bisogno di uno strumento economico per registrare ciò che le telecamere riprendono.

A prescindere dall’uso che ne farete, è importante che il videoregistratore sia dotato sia di presa SCART sia HDMI. In tal modo potrete collegarlo a televisori vecchi e nuovi.

Qualora abbiate necessità di trasferire su supporto digitale le vostre VHS, assicuratevi che abbia un lettore CD e DVD e sia abilitato alla conversione.

Se acquistate il videoregistratore per collegarvi le telecamere, molto probabilmente dovrete anche investire in un hard disk abbastanza capiente.

 

Collegamento al televisore

Passiamo ora all’utilizzo vero e proprio del videoregistratore. Innanzitutto bisogna determinare che tipo di collegamento sia necessario. Osservate attentamente tutti i cavi forniti in dotazione e cercate di capire se avete a che fare con un cavo SCART, composito o HDMI.

 

SCART, component e HDMI

Il primo ha una forma rettangolare, con uno dei lati più corti leggermente obliquo, per il collegamento vi basterà identificare, sul retro del vostro televisore, il connettore corrispondente.

Qualora abbiate a che fare con un collegamento composito, vi troverete a gestire tre cavi, uno rosso, uno bianco e uno giallo. I primi due sono per il flusso audio, destro e sinistro, mentre quello giallo è per il flusso video. I connettori sul televisore possono essere sia nella parte laterale sia in quella posteriore.

Infine, il ben noto cavo HDMI con cui sicuramente avrete familiarità dal momento che rappresenta lo standard odierno per la risoluzione video superiore a 1.280 x 720 pixel.

Effettuato il collegamento al televisore, non resta che alimentare il videoregistratore inserendo il cavo nella presa della corrente elettrica.

Leggere le istruzioni

Prima di attivare il dispositivo, leggete il manuale di istruzioni. Ogni videoregistratore ha alcune funzioni uniche, sarà dunque necessario capire, tramite le indicazioni del produttore, come utilizzarle al meglio.

Se volete semplicemente riprodurre una vecchia VHS, usate il pulsante di accensione del VCR. Ora, utilizzando il telecomando del televisore, selezionate il canale apposito (AV qualora sia collegato tramite scart o cavo composito e HDMI qualora sia collegato tramite cavo di nuova generazione).

Non vi resta che inserire la VHS e premere il pulsante play.

 

 

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

 

iCatch RTV-413E-K

 

4-icatch-rtv-413e-kAnche questo modello non è progettato per registrare i film dalla televisione, ma per la videosorveglianza. In sostanza serve a raccogliere le immagini delle telecamere di controllo, in modo da poter verificare quello che è successo intorno a una casa o una villa. Non è però dotato di hard disk per l’alta risoluzione, che andrà comprato a parte, e non ha schede di connessione a internet o porte USB.

Essendo presente l’accesso IP è però possibile effettuare un collegamento a una telecamera via internet o a un tablet per il controllo da remoto, una funzionalità interessante per chi ha bisogno di tenere sempre sotto controllo la propria abitazione.

Molto ridotto il numero dei canali disponibili, che si limita a quattro, il minimo per questa fascia di dispositivi. Insomma, ci troviamo di fronte a un prodotto spartano.

Venendo al costo, basta dare un’occhiata alle offerte di altre aziende per verificare a colpo d’occhio che con lo stesso prezzo si può avere di più.

Nonostante questo, se si è ancora interessati all’acquisto di questo nuovo dispositivo per la videosorveglianza, allora consigliamo prima di vedere il riassunto delle caratteristiche e poi di cliccare sul link del negozio.

 

 

Samsung SV-627-X

 

5-samsung-sv-627-xNon è un videoregistratore digitale, ma un classico modello VHS sopravvissuto alla rivoluzione tecnologica in atto che ha soppiantato questi dispositivi mandando in pensione le vecchie cassette.

Ci si chiederà per quale motivo comprare un prodotto del genere. Le ragioni possono essere molteplici: a parte l’utilizzo in impianti di videosorveglianza con telecamere analogiche, si potrebbe rivelare un acquisto utile per chi ha ancora un vecchio televisore, per tutti coloro che conservano un ricco archivio di registrazioni su nastro, per gli amanti di vecchia data delle riprese amatoriali o i produttori cinetelevisivi.

Tuttavia il prezzo del dispositivo non lo rende certo accessibile a tutte le tasche; forse ti conviene alla fine riversare tutto su CD e rassegnarti al cambiamento dei tempi.

Nella nostra guida per scegliere il miglior videoregistratore non potevamo esimerci dall’inserire un modello Samsung. Questo vero e proprio superstite si rivela molto versatile, andiamo a vedere quali sono i suoi pregi e difetti.

 

 

Toshiba RD XV 50 KF

 

1-toshiba-rd-xv50kfTra i marchi più conosciuti del comparto elettronica, Toshiba è da anni uno dei grandi protagonisti della scena Hi-Fi. Lanciato nell’ormai lontano 2010, il RD XV 50 è un classico modello combinato che unisce la possibilità di registrare e riprodurre cassette con quella di leggere CD e DVD.

Collegabile al televisore sia mediante tradizionale presa scart che con cavetto HDMI e Audio, permette all’utente di riprodurre tutti i contenuti multimediali – compresi quelli musicali – su ogni tipo di apparecchio, anche i più datati.

Questa grande versatilità lo ha reso molto apprezzato nei commenti degli utenti, qualificandolo tra i migliori videoregistratori in circolazione oggi. Tuttavia non è semplicissimo da usare, e sembrerebbe non aggiornato ai nuovi canali digitali in UHF.

Insomma, un gran bel prodotto che però comincia a risentire degli anni sia a livello tecnologico che di design. Il prezzo è poi tutt’altro che economico.

I nostalgici però si sa che possono essere pronti a spendere cifre considerevoli per accontentare la loro voglia di analogico in un mondo sempre più digitale. Dopo aver letto i pro e contro, clicca sul link suggerito dove acquistare il prodotto a un ottimo prezzo.

 

Pro

CD\DVD: Chi ha detto che bisogna andare così indietro nel tempo? Questo videoregistratore può leggere anche CD e DVD, in modo da poter ascoltare musica e vedere film su due formati diversi.

HDMI: Può essere collegato al televisore con cavetto HDMI e Audio per riprodurre al meglio i contenuti multimediali. Niente allarme nostalgie però, l’apparecchio può essere collegato anche tramite presa SCART.

Versatile: Può essere utilizzato anche su televisori molto vecchi, così da poter ridare loro un po’ di vita. Ideale per chi ha un apparecchio datato nella casa al mare o in montagna.

Prestazioni: Magari è pure un modello di sette anni fa, ma si tratta comunque di un Toshiba che mantiene una buona resistenza e un’ottima lettura di videocassette e dischi.

 

Contro

Utilizzo: Non è proprio semplice da usare, come tra l’altro ci si può immaginare visto che si tratta di un prodotto che tra qualche anno potrebbe essere definito addirittura “vintage”.

 

 

Humax HDR-1000T


2-humax-hdr-1000tAd essere precisi è un decoder, ossia un dispositivo in grado di decriptare il segnale in digitale a cui è stata aggiunta solo la funzione di registratore. La sua caratteristica distintiva è la semplicità della procedura: non è necessario compiere complesse operazioni di configurazione, basta scegliere il programma da copiare e il gioco è fatto.

Seguendo il trend tecnologico del momento, consente di trasferire la registrazione persino su dispositivi esterni, come ad esempio una pen drive o un pc. Altra caratteristica importante è che sintonizza i canali in alta definizione, consentendo di accedere al meglio della programmazione televisiva.

Tuttavia, anche se è tra i prodotti più venduti, non è uno dei migliori. Alcuni utenti si lamentano infatti dell’assistenza post vendita, assai carente; altri addirittura dell’incompatibilità con alcuni canali italiani come Mediaset, una caratteristica che va tenuta sempre in considerazione quando ci si domanda come scegliere un buon videoregistratore.

A parte questo, il prodotto non è neanche venduto a prezzi bassi quindi conviene davvero farsi un’idea chiara prima di acquistarlo. Ci pensiamo noi a dare una mano, evidenziando qui di seguito i suoi quattro vantaggi e il solo difetto riscontrato secondo i pareri degli utenti.

 

Pro

Decoder: Questo apparecchio va utilizzato come decoder per registrare i programmi e rivederli a piacimento.

Tecnologico: Può trasferire i programmi registrati su altri dispositivi esterni come per esempio un PC o una pen-drive. Ideale per salvare le proprie trasmissioni preferite e rivederle quando si vuole, magari in compagnia di amici o familiari.

Alta definizione: A patto che si possieda un televisore Full HD, si potranno sintonizzare i canali ad alta definizione per poter vedere i propri film o le partite con il massimo dettaglio visivo.

Timer: È possibile impostare un timer per avviare la registrazione dei programmi, sia tramite il timer che con la guida Tivù Sorrisi e Canzoni.

 

Contro

Mediaset: Alcuni utenti si sono lamentati dei problemi di sintonizzazione che il decoder ha con i canali Mediaset.

 

 

 

 

4
Leave a Reply

avatar
2 Commentare le discussioni
2 Risposte alla discussione
0 Followers
 
I commenti con il maggior numero di reazioni
La discussione più calda
3 Gli autori dei commenti
Laura EditorSandromichela micale I più recenti autori dei commenti
  Sottoscrivere  
Il più nuovo Il più vecchio Il più votato
Notifica di
michela micale
Ospite
michela micale

il film o programma salvato puo essere visto su altri supporti?

Laura Editor
Admin
Laura Editor

Buongiorno Michela,

sì, le registrazioni possono essere riportate su un supporto esterno (come una chiavetta USB) e riprodotte su altri dispositivi.

Saluti

Sandro
Ospite
Sandro

Buongiorno, io ho un HUMAX HDR 1000 T e ho acquistato anche 3 HD , purtroppo non funziona più bene, ovvero si accende e si spegne per conto suo, continua a far girare i canali. Volevo ricomprarlo ma vedo che non è più fornibile, solo il tipo satellitare. Non avendo antenna satellitare, non so come fare, qualcuno mi può dare qualche spiegazione al riguardo? Grazie, Sandro

Laura Editor
Admin
Laura Editor
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (7 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.